Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

#MWC17 2 min per leggere 9 Commenti

Sailfish OS può vincere contro Android e iOS?

Nel corso del MWC, il CEO Sami Pienimäki, insieme ai propri partner, ha presentato a livello internazionale le linee guida della società Jolla e di Sailfish OS. Il sistema operativo Sailfish sarà distribuito prevalentemente in Cina e in Sud America grazie ad un finanziamento cinese. Vediamo inoltre quali sono i primi risultati della cooperazione segreta tra Jolla e Sony mobile.

Jolla non è un'azienda famosa ma il sistema operativo di questo brand, in Finlandia, sta diventando sempre più popolare. Attraverso un accordo con un consorzio cinese le finanze della società sono al sicuro tanto che sarà possibile avere i fondi necessari per sviluppare per bene il software già esistente. 

AndroidPIT xperia x sailfish os 124639
Il Sony Xperia X con Sailfish OS. © AndroidPIT

Jolla, infatti, offre una piattaforma software chiamata Sailfish OS che, a prima vista, sembra molto simile ad quella Android. L'obiettivo del brand è quello di proporre un'alternativa a Google e ad Apple proprio grazie a questo sistema: Android e iOS sono sicuri ma non lasciano molto spazio agli sviluppatori. Anche nel mondo del robottino verde è per esempio impossibile vedere cosa sta succedendo nel sistema o quali dati vengono inviati al pannello di controllo. Con Jolla la musica è un'altra. 

Jolla ha spiegato che il proprio sistema avrà una limitazione geografica. In altre parole i dati non lasciaranno il Paese in cui si trova l'utente per essere inviati alla relativa società (esempio: i dati di Facebook potrebbero quindi non essere inviati a Facebook, ma si presuppone che Zuckerberg non lascerà mai usare la propria app in questo caso). Ovviamente è necessario che i brand che optano per questo sistema di apportino delle modifiche allo stesso Sailfish. Si tratta naturalmente di un progetto open source in cui le app utilizzate su tali dispositivi in ​​Russia possono, ad esempio, funzionare anche su dispositivi del ​​Brasile.

Ma il sistema operativo Sailfish può rivoluzionare il mercato degli smartphone? Non è ancora chiaro. In ogni caso Sony e si dice interessata a integrare questo OS sui dispositivi Xperia. È questa la strategia per competere con Android? Vedremo, ma già sappiamo che alcuni produttori stanno attualmente combattendo una guerra di indipendenza in cui cercano di dire addio a Google attraverso un proprio sistema operativo. 

Windows Phone non è riuscito a fare ombra per Android e MeeGo ... nemmeno a parlarne. OS Sailfish ci riuscirà o farà la stessa fine?

9 Commenti

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

  • Io sono un utente di SailfishOS dall'inizio e ho seguito lo sviluppo di questo OS, intanto vorrei precisare che nell'articolo si dice che a prima vista somiglia ad Android, niente di più sbagliato, al massimo può ricordare Meego, per chi lo conoscesse, poi anche il titolo è una forzatura, a meno che per "vincere" non si intenda "non venire seppellito" o al limite " riuscire a ritagliarsi un proprio mercato'.
    Comunque per prima cosa il sistema gira bene ed è stabile, ma manca di funzionalità e soprattutto di applicazioni, questo perché mancano (o meglio mancavano) finanziamenti cospicui per farlo crescere velocemente e la scarsa popolarità e possibilità di guadagno non attira gli sviluppatori.
    Quello che comunque Jolla ha fatto finora ha del miracoloso: con pochissime risorse sono riusciti comunque ad avere una buona base e la attirare l'interesse di cinesi, russi (che hanno decretato per primi Sailfish come unica valida alternativa ad Android) e sudamericani.
    Per non parlare di Sony che porterà Sailfish in alcuni loro prodotti, primo fra tutti l'Xperia X e poi a seguire altri.
    Quello che vorrei dire ai blogger e giornalisti che vogliono parlare di questo mondo a loro sconosciuto è di misurare bene le parole, è un attimo scatenare i fanboy (che sappiamo tutti essere mentalmente instabili) con denigrazioni ed offese, oppure di dare informazioni sbagliate.
    All'MWC, invece di andare tutti a parlare delle solite minestre come G6, P10 ecc di cui parleranno tutti per mesi, cercate di informarvi su altri piccolia significativi eventi, come quello di Jolla, che se (io spero) andrà a buon fine, porterà una vera alternativa al duopolio che ormai ha appiattito mercato, finalmente potremo scegliere qualcosa di diverso.
    Scusate per questo pippone, ma mi sembrava necessario.


  • se davvero sarà opensource vorrei tanto ci fosse anche per mediacom winpad w801.
    stimo tanto il software libero e l' open source e vorrei tanto un' alternativa bella ad android per il mio tablet


  • Almeno per adesso secondo me non c'è alcun sistema operativo in grado di creare reale concorrenza ad android ed IOS . google continuerà ad offrire aggiornamenti e servizi poichè in questo risiede il suo vero guadagno. non ha mai puntato alla vendita in massa dei "propri " terminali. i Pixel sicuramente hanno avuto molto successo all'estero, in America, prima di tutto.
    in Europa in maniera limitata. in Italia sono praticamente inesistenti ( colpa della non commercializzazione e del fatto che Assistant non supporta la lingua italiana ) .
    sicuramente sailfish può essere un alternativa ma rispetto ad android non offre reali unicità dal renderlo preferibile .


    • I pixel quest'anno hanno venduto molto meno dei precedenti nexus, vedi prezzo altissimo rispetto ai precedenti Nexus a cui siamo stati abituati con il nexus 4 in poi


    • Una reale unicità rispetto ad Android è che nessuno ti prende dati di nascosto o conosce tutto di te, cosa non da poco.


  • L'articolo si conclude con:
    "Windows Phone non è riuscito a fare ombra per Android e MeeGo ... nemmeno a parlarne. OS Sailfish ci riuscirà o farà la stessa fine?"
    Ora, la domanda è lecita e spontanea, ma il paragone no. I Windows phone sono stati un fallimento sì, ma i tempi erano differenti. Ora Google ha i suoi propri telefoni Pixel per privilegiare i quali potrebbe rilasciare al mercato aggiornamenti dell'OS con il contagocce. Questo è un pericolo reale ed è ovvio che gli altri brand cerchino di procurarsi un'assicurazione alla sopravvivenza o di affrancarsi dalla sudditanza da Google, sviluppando il proprio OS. Se, poi, qualcuno dovesse riuscirci o meno, è un altro discorso, ma il fatto resta.

Articoli consigliati