Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

L'AI ha appena scoperto due nuovi pianeti nel sistema solare

L'AI ha appena scoperto due nuovi pianeti nel sistema solare

L'intelligenza artificiale è ormai ovunque, persino nello spazio. Infatti, è utilizzando questa tecnologia che gli astronomi dell'Università del Texas, in collaborazione con Google, sono riusciti a scoprire due nuovi pianeti nascosti negli archivi della missione K2 del telescopio spaziale Kepler della NASA.

Ancora una volta, l'efficacia dell'AI è stata dimostrata. Essendo l'Universo immenso, non è esattamente facile trovare nuovi pianeti nello spazio aperto. In un articolo che sarà presto pubblicato su The Astronomical Journal, gli astronomi sono riusciti a rilevare due nuovi pianeti attraverso l'uso di un algoritmo che utilizza l'apprendimento profondo.

Quest'ultimo, progettato da Anne Dattilo, ha così permesso di rilevare i segnali omessi o mancanti dai metodi tradizionali di rilevamento dei pianeti. I dati raccolti durante la missione K2 differivano notevolmente da quelli raccolti durante la missione iniziale della navicella spaziale ed è solo attraverso l'AI che gli astronomi sono riusciti ad elaborare qualcosa di utile.

AndroidPIT Kirin chip 8658
L'intelligenza artificiale non si trova solo nei processori per smartphone. AndroidPIT

Tra gli altri membri del team troviamo alcuni dipendenti NASA come Andrew Vanderburg e l'ingegnere di Google, Christopher Shallue. Vanderburg ha spiegato come questo algoritmo , ma anche tanti altri, giocheranno un ruolo importante nella ricerca di pianeti simili alla Terra nel prossimo futuro. "Se vogliamo conoscere il numero totale di pianeti extrasolari, dobbiamo conoscere il numero di pianeti che abbiamo scoperto, ma anche il numero di pianeti che sono sfuggiti alla nostra scoperta. È qui che entra in gioco l'AIL'intelligenza artificiale ci aiuterà ad analizzare i dati in modo uniforme, anche se ogni stella è circondata da un pianeta delle dimensioni della Terra"

Pianeti molto lontani

I due nuovi pianeti scoperti si trovano nella costellazione dell'Acquario. Battezzati K2-293b e K2-294b, gravitano intorno ad una stella situata rispettivamente a 1300 e 1230 anni luce dal nostro sistema solare. Questi due pianeti sono situati molto vicino alle loro stelle, hanno brevi periodi orbitali, sono caldi e sono anche un po' più grandi della Terra.

In futuro, l'algoritmo potrebbe aiutare a ritrovare altri pianeti cercando tra tutti i dati raccolti dal K2, ovvero circa 300000 stelle. Potrebbe essere utilizzato anche dal successore di Kepler, il TESS, lanciato meno di un anno fa.

AI

Articoli consigliati

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica
Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica