Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

2 min per leggere Nessun commento

Buoni risultati e tecnologia che guarda al futuro: cos'altro può chiedere Huawei?

Huawei aveva chiarito le sue ambizioni: diventare il numero 1 e, di fatto, superare i rivali, Samsung e Apple. E se questa frase aveva inizialmente creato qualche dubbio, ora sembra proprio che Huawei sia al culmine delle proprie ambizioni. Oltre ai suoi buoni risultati finanziari riportati dai nuovi flagship, il produttore guarda al futuro con il 5G. 

Il P20 ed il P20 Pro, gli ultimi modelli di fascia alta del produttore, hanno generato circa 100 milioni di yuan in soli dieci secondi sul sito online di VMall. Numeri interessanti che si affiancano a delle previsioni eccellenti: almeno 15 milioni di unità (tra cui P20 Lite) potrebbero essere vendute, forse anche 20 milioni. Per darvi un'idea, si tratterebbe del doppio delle unità vendute con la serie P10.

E il futuro del marchio? Il dragone cinese intende offrire il suo primo smartphone 5G nella seconda metà del 20198.

Anche se per il momento non è stato confermato nulla, potrebbe trattarsi di un dispositivo della serie Mate, i phablet della casa che negli ultimi anni hanno raggiunto una certa popolarità. L'ultimo smartphone della serie presentato, il Mate 10 Pro, si è distinto per prestazioni generali ed autonomia della batteria. Il suo successore potrebbe prendere il nome di Mate 20, se le novità introdotte saranno notevoli come nel caso del P20, oppure Mate 11. Per ora il nome è ancora un mistero...

AndroidPIT huawei mate 10 pro review 1858
Il Mate 30 potrebbe essere il primo smartphone 5G. © AndroidPIT

Sembra ci sia da aspettare il 2019 prima di vedere lo smartphone 5G di Huawei. Naturalmente, si tratta di informazioni da prendere con le pinze poiché occorre il supporto degli operatori telefonici locali per far sì che tutto ciò accada. In assenza di tale supporto, lo smartphone rimarrà in 4G (o perfino in 3G in alcune zone) nonostante il supporto offerto.

Cosa pensate del percorso che Huawei sta seguendo? Avete già utilizzato un dispositivo del brand, cosa ve ne pare?

Fonte: CNMO

3 Condivisioni

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

Articoli consigliati