Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

20 min per leggere 15 Commenti

Il CES 2018: la fiera apre al pubblico e si moltiplicano gli annunci

Aggiornamento - Novità da Vivo, Motorola e Huawei

Il Consumer Electronic Show (CES), una delle più grandi fiere di elettronica al mondo, scalderà gli animi quest’inverno e come tutti gli anni porterà l’eccitazione alle stelle. Motorola presenta due nuove moto Mod, il CEO di Huawei è amareggiato dal comportamento degli operatori americani e Vivo presenta il primo smartphone con lettore d'impronte ottico nel display.

Evidenzia le modifiche recenti

Che cosa è il CES?

Il Consumer Electronic Show è una delle più grandi fiere high-tech al mondo. Di solito si tiene a Las Vegas nel mese di gennaio e si svolge ormai da più di 40 anni. Il CES si focalizza completamente sulle innovazioni tecnologiche dell’elettronica di consumo.

Questo evento mette insieme professionisti, giornalisti e semplici aficionados dell’high-tech. Lo spazio disponibile è di quasi 200,000 metri quadrati! L’anno scorso il CES ha ospitato più di 3600 espositori da più di 140 Paesi.

Cosa possiamo aspettarci?

Troveremo per certo i soliti protagonisti del mondo Android: smartphone, tablet e forse anche smartwatch. Tuttavia, alla fiera dovrebbero essere aggiunti altri temi più moderni: droni, dispositivi connessi (per la casa), auto collegate, accessori connessi (incluse le apparecchiature audio Bluetooth) e forse anche nuovi accessori AR. Anche la realtà virtuale sarà fortemente presente.

AndroidPIT IFA 2016 ehang drone 2182
E' probabile vengano presentati nuovi droni. / © AndroidPIT

Sony: una fascia media tutta nuova

Sony ha svelato i suoi nuovi smartphone di fascia media ovvero XA2, XA2 Ultra e L2. Non ci sono grosse sorprese in quanto gli smartphone erano già apparsi in alcuni leak in rete ma nel nostro articolo dedicato potrete trovare tutte le foto e le specifiche ufficiali!

Sony Xperia XA2 XA2 Ultra Hero
Sulla fascia media Sony non ha ancora abbandonato il design omnibalance. / © Sony Mobile

Nuovi OLED e Dolby Vision

Sony ha presentato la nuova gamma OLED AF8 che non sostituisce la serie top di gamma A1 ma si posiziona subito al di sotto. I televisori sono contraddistinti da un design quasi borderless ed i vari ingressi (4 HDMI e 3 USB) sono posizionati sulla base stand.

Sul retro della smart TV troviamo i due attuatori che mettono in atto la nuova tecnologia audio della casa giapponese: non troviamo infatti delle convenzionali casse ma la TV emette suono facendo vibrare direttamente il pannello OLED. Sul retro è presente anche un subwoofer per rinforzare le frequenze basse.

734577
Un'esperienza di visione di altissimo livello! / © HDBlog

Tutte le TV della serie sono 4K HDR X1 Extreme con rimasterizzazione HDR basata sugli oggetti: in pratica il processore analizza l'immagine in ciascuna scena e ne corregge colori e contrasto per ogni singolo oggetto in modo da perfezionare l'esperienza con contenuti non HDR. Presenti le tecnologie HDR10, HLG, Dolby Vision, 4K X-Reality Pro, Super Bit Mapping 4K HDR e Triluminos. In alcuni mercati (non in Italia) le smart TV supporteranno Alexa di Amazon.

Samsung: TV e nuova piattaforma per auto autonome

Smart TV e Bixby

Mentre è improbabile che il produttore sudcoreano presenti il suo Galaxy S9 (anche se potrebbe mostrare un primo teaser), Samsung svelerà durante la fiera molti dispositivi per la Smart Home tra cui alcuni televisori. Il più impressionante è sicuramente il nuovo TV 4K da ben 146 pollici chiamato dagli amici The wall. Il pannello è realizzato con una nuova tecnologia chiamata MicroLED che garantisce contrasti ancora migliori durante la fruizione di contenuti HDR10 o HDR10+.

Molto più interessante è la nuova tecnologia presentata dal gigante coreano integrata nelle nuove TV 8K. Grazie all'intelligenza artificiale il colosso afferma di essere in grado di fare un upscaling dei contenuti di qualità inferiore a quella nativa della televisione per permettere una visione migliore sulle sue TV. E' difficile valutare i risultati dai video che arrivano da Las Vegas ma chi ha visto la tecnologia in azione dal vivo è rimasto piacevolmente sorpreso. Anche Bixby verrà incluso nelle smart TV del 2018.

DRVLINE: nuova piattaforma per le auto autonome

Il colosso coreano ha presentato anche una nuova piattaforma hardware e software per lo sviluppo di veicoli a guida autonoma. La maggior parte delle soluzioni di questo tipo obbligano i produttori ad adottare il pacchetto in maniera completa senza dare la possibilità di personalizzazione in base alle esigenze, Samsung ha deciso di optare per un tipo di approccio modulare e aperto ad altri produttori per la personalizzazione dei vari moduli.

drvline samsung
E' ancora presto per parlare delle effettive potenzialità. / © Samsung

La piattaforma si chiama DRVLINE e farà il suo debutto durante il corso di quest'anno comprendendo una videocamera che permetterà il controllo del veicolo all'interno delle righe di delimitazione della carreggiata, un cruise control adattivo e una serie di avvertimenti in caso di probabile collizione con altri veicoli o pedoni.

Wearable

Samsung non dimentica anche il mondo dei wearable e promette di portare la sua app SmartThings per il controllo Smart Home sui suoi Gear Sport e Gear S3.

samsung gear sport app drawer
Presto controllerete la Smart Home dai vostri Gear! / © AndroidPIT

Qualcomm: sicurezza, IoT e codec audio

Meltdown e Spectre

Meltdown e Spectre sono tra gli argomenti più chiacchierati del momento. Le falle di sicurezza colpiscono in pratica ogni CPU costruita dal 1995 ad ora e anche Qualcomm come produttrice di SoC è stata chiamata in causa. Il presidente Cristian Amon al termine della sua conferenza al CES ha dichiarato che l'industria mobile è stata colpita solo marginalmente e le patch di sicurezza sono già state rilasciate da alcuni OEM collaboratori di Qualcomm in dicembre senza nessun impatto sulle prestazioni.

Nuovi SoM (System on a Module) per IoT e Android Things

Il produttore di chip californiano ha presentato due nuovi prodotti creati appositamente per la piattaforma IoT Android Things. I due chip si chiamano SDA624 e SDA212 e possiedono le caratteristiche adatte per essere integrati nei dispositivi Smart Home come lavatrici o smart speaker. I chip dispongono di sufficiente potenza per operare all'interno di dispositivi dotati di touchscreen e videocamere e integrano avanzate tecnologie di cancellazione del rumore in modo da facilitare l'integrazione dell'assistente vocale di Google.

AndroidPIT qualcomm snapdragon 835 benchmark event 115932
Alcuni chip Qualcomm a confronto con una monetina. / © AndroidPIT

I due Home Hub sono accoppiati al chip wireless QCA9379 capace di offrire connettività WIFI 802.11ac 2x2 MU-MIMO e Bluetooth 4.2. Oltre a questo dispongono di 1GB di RAM, 8GB di memoria flash eMMC e il codec audio WCD9326 dell'azienda. Una variante del SDA624 supporta le funzionalità di Google Cast per lo streaming video, Google Maps e videochiamate con Google Duo.

AptX e nuovi chip audio ad alta efficienza

All'apertura del discorso relativo al mondo dell'audio wireless Qualcomm ha pensato di farci un gentile promemoria: sempre più smartphone stanno eliminando il jack per le cuffie. Qualcomm è stata attiva fin da subito con i suoi codec audio ad alta qualità della famiglia aptX e l'ultimo arrivato di questi codec (chiamato aptX HD) è disponibile su più di 60 prodotti disponibili da vari produttori. La lista comprende i seguenti produttori ma non solo:

  • Audio-Technica
  • Bowers and Wilkins
  • Beyerdynamic
  • iRiver
  • LG
  • Google
  • Nura
  • Sony
  • OnePlus
  • Huawei
  • HTC
  • SHARP
  • NAIM
  • PSB Speakers

Se siete interessati a sapere se i vostri prodotti supportano lo streming ad alta qualità tramite tale codec potete farlo dalla pagina dedicata.

Passando alle vere e proprie novità l'azienda di San Francisco ha presentato un nuovo chip audio ad alta efficienza chiamato QCC5100. Tale chip è pensato per i sempre più presenti auricolari "truly wireless" ovvero completamente senza fili come le Apple AirPods o le Samsung Gear IconX e comprende una tecnologia di cancellazione del rumore ibrida (cVc e Fluence) già all'interno del pacchetto in modo da non dover ricorrere a soluzioni esterne. Il codec dispone anche di un supporto dedicato a Google Assistant e Alexa di Amazon.

Non solo, in quanto il chip è ottimizzato per un efficienza del 65% maggiore ai chip precedenti e un consumo di batteria del 25% minore rispetto alle più popolari cuffie truly wireless del momento (citando le parole dell'azienda) e supporterà il Bluetooth 5.0.

Vivo: smartphone con lettore d'impronte integrato nel display

Come promesso nelle settimane antecedenti alla fiera di Las Vegas, l'azienda cinese Vivo ha presentato uno smartphone dotato del lettore di impronte ottico integrato nel display. La tecnologia è proprietà di Synaptic e dovrà competere con la concorrenza di Qualcomm entro la fine dell'anno.

Per ora il risultato è per lo meno stupefacente e tale tecnologia permetterà (non solo a Vivo) di creare degli smartphone completamente privi di cornice riservata al lettore d'impronte digitali convenzionale nella parte frontale.

Vivo smartphone with in display fingerprint scanner CES 2018 1
Signori e signore, eccovi il futuro! / © Android Headlines

Google: un display in soccorso di Assistant

Smart display in collaborazione con Lenovo, Sony, LG, JBL

Le persone comuni devono ancora fare la conoscenza e l'abitudine agli smart speaker ma, si sa, il progresso non si può arrestare. Ecco dunque arrivare sul palco del CES di Las Vegas i primi display smart dotati di Google Assistant. Amazon aveva già provato una soluzione simile portando Alexa sul suo Echo View con poco successo. In collaborazione con Lenovo i primi speaker verranno lanciati già quest'estate e saranno dotati della piattaforma SDA624 di Qualcomm citata poco sopra.

lenovo smart display 2
Non sempre gli assistenti vocali riescono a spiegarsi, ecco dove vengono in supporto i display. / © Lenovo

Gli smart speaker saranno in grado di rispondere a qualsiasi domanda che Assistant già capisce e supporterà in aggiunta Google Foto, Youtube e funzionalità Chromecast. Lenovo si appresta a lanciare il primo display da 7" per 199 dollari e quello da 10" per 249 dollari (non conosciamo la possibile disponibilità nel nostro Paese). JBL, con il suo JBL Link View, LG e Sony non hanno ancora rivelato i prezzi dei propri prodotti.

Panasonic: TV 4K e nuova Lumix GH5S

La mirrorless più amata migliora ancora

La mirrorless Panasonic Lumix GH5 è stata una delle videocamere più apprezzate dell'ultimo anno. L'azienda per festeggiare i 100 anni di attività (accidenti, complimenti!) ha presentato una nuova iterazione di tale videocamera chiamata GH5S. La GH5S dispone di un sensore da 10,2 megapixel in micro quattro terzi (la metà della GH5) per aumentare la sensibilità a basse luminosità permettendo alla GH5S di raggiungere nativamente ISO 51200.

lumix gh5s ces 2018 7892 crop
All'esterno le differenze non sono molte. / © Panasonic

La fotocamera è in grado di registrare RAW a 14-bit. La nuova Lumix può registrare in Cinema 4K a 30fps e 60fps, codifica interna a 10-bit 4:2:2 30fps e 4:2:0 8-bit a 60p. A differenza della GH5, la GH5S può registrare in V-LogL e Rec.709 nativamente senza dover pagare un extra per il supporto.

OLED e HDR10+

Per quanto riguarda la gamma di TV, Panasonic ha rilasciato due nuove serie di OLED chiamate FZ950 e FZ800. Tali TV dispongono del processore HCX di Panasonic e il supporto ad HDR10+.

panasonic fz950 1 1500x1000
Le cornici fanno ormai parte del passato. / © Digital Trends

Dell: nuovi XPS 13 versione 2018

Dell ha annunciato che porterà con se al CES i nuovi reboot dei suoi XPS 13 rinnovati non solo nell'hardware ma anche nel design (finalmente N.d.R.). I laptop sono caratterizzati da una scocca in metallo, display 1080p o  4K con cornici ridotte e le nuove CPU Intel serie i5 e i7 di ottava generazione.

xps 13 silver rose gold 2
L'edizione 2018 di XPS 13 sarà disponibile in due colorazioni. / © TechAdvisor

Acer: nuovo Chromebook da 11 pollici

Acer è affezionata alla sua linea di Chromebook ed è stata anche una delle aziende che più hanno contribuito alla diffusione della piattaforma a livello globale. In occasione del CES l'azienda ha mostrato il suo nuovo Chromebook 11 dal costo di soli 249 dollari per puntare all'utenza low budget.

Il portatile dispone di un display 1366x768 pollici, una CPU Intel Celeron, 2/4 GB di RAM e 16/32GB di memoria interna. Il Chromebook dispone anche di una batteria dalla lunga durata che dovrebbe raggiungere le 10 ore di funzionamento.

acer chromebook 11
Un Chromebook economico e dalla grande autonomia per gli studenti! / © Acer

Nvidia: TV da gaming e nuovi chip AI

Monitor da 65" G-Sync a 120Hz e Android TV

Durante la sua conferenza, il colosso produttore di chip grafici e per l'intelligenza artificiale ha mostrato alcune novità proprie e di alcuni suoi partner. Per la prima volta dall'introduzione di G-Sync (tecnologia che sincronizza la frequenza di aggiornamento dello schermo ai frame in uscita dalla GPU per ridurre il tearing) l'azienda ha annunciato che verranno svelate alcune TV da 65 pollici ad alta frequenza per i videogiocatori dotate di questa tecnologia.

nexus2cee BFGD KV 728x546 bspline
Se vi piacciono i display ad alte prestazioni non sarete più limitati dalle dimensioni. / © Android Police

I monitor/TV avranno una frequenza di aggiornamento pari a 120Hz e disporranno anche di funzioni smart grazie ad Android TV. In poche parole l'azienda ha creato una piattaforma per i produttori in grado di utilizzare le funzioni di Nvidia Shield (Android TV), Nvidia G-Sync e la qualità 4K HDR a 120Hz su un pannello dalle dimensioni importanti da piazzare di fronte al divano. Se siete dei gamer a cui piace collegare il proprio PC ad alte prestazioni in salotto per delle sessioni di gioco aspettatevi l'arrivo di questi televisori nel prossimo futuro!

nvidia ces 2018 0460
Nvidia è molto impegnata nello sviluppo di chip per il mercato automotive! / © TechCrunch

Xavier e la guida autonoma

Non di solo gaming vive Nvidia. La società ha svelato che la sua piattaforma hardware per il mondo dell'automobile (chiamata Xavier) sta arrivando ai suoi primi clienti per il miglioramento dell'esperienza di guida autonoma grazie all'uso dell'AI. L'azienda ha anche dichiarato che nuove varianti della sua DRIVE AI basate su SoC Xavier sono in arrivo.

nvidia ces 2018 0459
Una piattaforma nuova e dalle grandi potenzialità! / © TechCrunch

Danny Shapiro ha dichiarato che parte del futuro dell'esperienza di guida riguarderà la realtà aumentata come già accaduto per gli smartphone. Ecco perché l'azienda ha rilasciato un nuovo SDK chiamato DRIVE AR agli sviluppatori. DRIVE IX aiuterà invece nello sviluppo di assistenti digitali intelligenti per la guida e la piattaforma Pegasus (già presentata in occasioni precedenti) utilizzata sui taxi a guida autonoma è stata migliorata e ridotta di dimensioni.

nvidia ces 2018 0445
Una riduzione di dimensioni non indifferente. / © TechCrunch

Asus: nuovo ZenFone?

Solitamente Asus presenta alcuni ZenFone durante la sua visita al salone americano. Tuttavia questo potrebbe cambiare quest'anno siccome Asus ha approfittato di un evento a Roma per presentare la sua nuova serie ZenFone 4.

Huawei: VR, nuovi router Mesh e il discorso di Richar Yu

Huawei VR2

A differenza dell'originale Huawei VR, la nuova iterazione del visore per la realtà virtuale dell'azienda è un dispositivo standalone (non richiede lo smartphone per funzionare). Per il suo funzionamento basterà collegare tramite USB Tipo-C uno smartphone, un tablet o un PC e potrete godere dell'esperienza data dai due display dalla risoluzione di 1600x1440 pixel.

La frequenza di aggiornamento è di 90Hz il che dovrebbe ridurre il cosiddetto motion sickness (la nausea causata dalle prime versioni delle tecnologie VR). Il visore dispone anche di un telecomando in stile Daydream o Gear VR.

00097.MTS.00 00 02 01.Still001 ed
A detta di chi l'ha provato, il nuovo visore Huawei è molto comodo da indossare! / © Engadget

Huawei WIFI Q2

L'azienda cinese ha presentato durante il CES 2018 la nuova soluzione router Mesh chiamata WIFI Q2. A prima vista il prodotto non differisce molto dalle già viste implementazioni Google WIFI e Netgear Orbi ma a detta di Huawei ci sono dei significativi miglioramenti.

nexus2cee HUAWEI WiFi Q2 1 Base 2 Satellites
Il dispositivo è composto da una base e due satelliti. / © Huawei

Utilizzando un sistema unico che sfrutta in contemporanea una powerline da 1Gbps e la tecnologia Mesh, Huawei punta a ridurre le aree morte senza connessione nella vostra casa. Utilizzando il protocollo 802.11v i router permettono il collegamento automatico al punto di accesso più vicino e più performante in base alla posizione dell'utente senza che esso muova un dito.

Il Q2 dispone di WIFI 5GHz, AC1200, la selezione automatica del miglior canale WIFI e la possibilità di creare un canale dedicato solamente ai vostri dispositivi IoT.

Richard Yu ha detto la sua sulla decisione degli operatori americani

Al termine del keynote Huawei durato quasi un'ora, il CEO della società ha deciso di spendere qualche minuto per dire la sua sugli avvenimenti degli ultimi giorni. L'azienda si era preparata a fare il suo ingresso trionfale negli States e sul palcoscenico del CES ma qualcosa è andato storto.

Poco prima dell'inizio della fiera uno dei più grandi operatori degli USA chiamato AT&T ha deciso di ritirarsi dalla vendita tramite contratto degli smartphone Huawei. Non solo, ma sembrerebbe che anche Verizon stia pensando di ritirarsi dall'affare a causa di alcune pressioni politiche. Ecco perché Richard Yu ha deciso di concludere il suo keynote con una semplice slide intitolata "Something I want to share" (qualcosa che voglio condividere) e un discorso improvvisato ma estremamente ben riuscito.

IMG 20180109 151257 2
Richar Yu sul palco di Las Vegas. / © The Verge - Vlad Savov

Il CEO si è dichiarato amareggiato per quanto successo ed ha affermato di essere a conoscenza del fatto che circa il 90% degli smartphone in America vengano venduti tramite gli operatori telefonici. Secondo le sue affermazioni la società ha perso una grande opportunità ma anche gli operatori stanno perdendo una grande occasione. La perdita più grande è, però, quella dei consumatori che non potranno scegliere tra alcuni dei migliori dispositivi in commercio.

"Ci siamo guadagnati la fiducia degli operatori cinesi" - continua poi il CEO indicando come negli ultimi 6 anni l'azienda abbia lottato per provare la propria correttezza - "Ci siamo guadagnati la fiducia dei mercati emergenti e di molti operatori globali tra cui quelli europei e giapponesi". "Stiamo servendo più di 70 milioni di persone in tutto il mondo. Abbiamo dimostrato la nostra qualità, abbiamo dimostrato la nostra sicurezza e la correttezza delle nostre policy per la privacy".

Non sappiamo come la questione andrà a finire ma c'è la certezza che Huawei stia conquistando sempre più il cuore dell'utenza (almeno qui in Europa) e di certo non si farà scoraggiare da un passo falso del genere.

Motorola: due interessanti Moto Mods in arrivo entro fine anno

Lenovo Vital Moto Mod

I lettori di battito cardiaco e di ossigenazione del sangue presenti sugli smartphone sono migliorati negli anni ma di certo non hanno ancora raggiunto un'accuratezza clinica. Ecco dove entra in gioco il nuovo (permettetemi il termine) ingombrante Moto Mod di Lenovo.

vital moto mod
Non una delle Mod più tascabili... / © Lenovo

Il Mod dispone di un alloggiamento dove infilare l'indice della mano sinistra che si gonfierà (in maniera simile agli strumenti che solitamente vengono infilati sul braccio) per la misurazione dei dati in maniera molto accurata. Dispone anche di un termometro ad infrarossi da utilizzare sulla fronte. Non è molto chiaro a chi sia destinato il modulo ma lo vedremo in commercio, se tutto va secondo i piani, ad aprile 2018 al prezzo di 395 dollari.

Livermorium Slider Keyboard Moto Mod

Molto meno costoso, invece, sarà il Mod di Livermorium che punta a riportare in auge gli smartphone dalla tastiera qwerty fisica a scorrimento. Dopo aver aperto la tastiera a scorrimento dovremo manualmente inclinare il dispositivo ed i magneti che collegano il modulo sembrano non essere sufficientemente forti ad adempiere al compito senza che il Mod si stacchi. Secondo il produttore il meccanismo a magneti verrà migliorato prima del rilascio definitivo che dovrebbe avvenire nei primi mesi del 2018.

Il ritorno degli smartphone con tastiera fisica? / © Android Central

HTC: nuovo visore Vive Pro e adattatore wireless

La divisione Vive di HTC ha presentato al CES il suo nuovo Vive Pro. Il nuovo visore VR integra dei nuovi display dalla risoluzione combinata di 2880x1600 pixel portando la densità di pixel da 448 a 615ppi. Il visore ora integra anche un sistema di audio 3D, due fotocamere sulla parte frontale (presumibilmente per funzionalità AR) e due microfoni. Il visore Vive Pro è compatibile con i sistemi VR HTC esistenti.

img 0806 1
Il visore possiede una migliore distribuzione del peso modificabile grazie alle bande regolabili. / © Engadget

Non solo, ora è disponibile anche un adattatore wireless per permettervi di godere dell'esperienza VR in completa libertà.

img 0844 1
Niente più file ad intralciare il nostro cammino. / © Engadget

LG: robot come lo scorso anno?

LG ha partecipato al CES fin dall'inizio, quindi il produttore sudcoreano è naturalmente presente alla fiera. Oltre all'introduzione di LG V30 in colorazione Raspberry Rose e a nuove smart TV 4K e 8K, la società ha presentato i suoi nuovi robot dotati di AI.

raspberry red v30 2 1008x1024
Giusto in tempo per San Valentino. / © LG

Si tratta di robot di nuova concezione sviluppati appositamente per l'uso commerciale in alberghi, aeroporti e supermercati.

I robot fanno parte del nuovo marchio di robot LG CLOi (pronunciato KLOH-ee) e sono costituiti dai seguenti membri:

  • Serving Robot: ideato per il lavoro in hotel e sale d'attesa aeroportuali, questo robot è dotato di un vassoio scorrevole integrato e può fornire e servire cibo o rinfreschi ai clienti 24 ore su 24.
  • Porter Robot: l'esperienza dell'hotel potrebbe essere resa più veloce e comoda con il Porter Robot per trasportare i bagagli e gestire il servizio di check-in e check-out.
  • Shopping Chart Robot: questo robot porta un lettore di codici a barre che i clienti possono utilizzare per scansionare i prezzi dei prodotti e vedere la loro lista della spesa completa sul display frontale. Funziona anche con un'applicazione smartphone per aiutare gli acquirenti a trovare quello che stanno cercando nel supermercato.

Questi robot si uniranno agli altri membri della famiglia LG CLOi già in funzione in un aeroporto coreano ed in un istituto finanziario.

lgrobots
Il maggiordomo robot è sempre più vicino! / © LG

Hisense: Alexa trova il suo spazio in TV

La società cinese ha dichiarato che le sue nuove TV 4K del 2018 includeranno l'assistente vocale Amazon nei mercati supportati. Grazie a questo potrete utilizzare la vostra televisione come controllo smart home per tutti i vostri dispositivi connessi. Hisense non ha detto molto di più se non che anche la sua TV laser da 100 pollici sarà aggiornata per supportare la funzionalità.

dims
Il soggiorno diventerà il centro della vostra smart home grazie ad Hisense ed Alexa! / © Hisense

Xiaomi: Android TV? Nuovi router?

L'anno scorso, Xiaomi ha presentato dispositivi destinati al mercato cinese: l'Android TV, la Mi TV 4 da 65 pollici, il Mi Router HD e il Mi Mix bianco.

Wang Xiang, VP di Xiaomi, ha spiegato che il CES è stata un'ottima occasione per far conoscere e che è importante "tenere presente che il CES non sia una conferenza sul mercato statunitense, ma una conferenza internazionale in cui ha senso presentare prodotti per il mercato cinese e per altri Paesi". Anche quest'anno il produttore potrebbe avere qualche sorpresa in serbo per noi. 

TCL: un nuovo BlackBerry?

BlackBerry ha certamente abbandonato la produzione di smartphone, preferendo passare al software piuttosto che all'hardware, ma questo non significa che non vedremo più i telefoni con questo marchio. Il suo partner TCL subentra nella produzione e potrebbe cogliere l'occasione per presentare un nuovo modello, o almeno un prototipo di sostituzione al KeyOne.

Energous: ricarica wireless a distanza

La società ha annunciato da poco la sua tecnologia chiamata Wattup per la ricarica wireless di dispositivi senza contatto fisico tra emettitore e ricevitore (come accade ora con le basi di ricarica ad induzione). Grazie a questa tecnologia tutti i dispositivi compatibili nel raggio di tre piedi dall'emettitore potranno essere ricaricati in maniera continua.

Uno dei possibili scenari d'uso per questa tecnologia è all'interno delle vostre abitazioni: rimanendo seduti comodamente in salotto con lo smartphone in mano e con l'emettitore sotto la TV, il nostro dispositivo riceverà energia in maniera completamente wireless. Una vera rivoluzione! Aspettiamo l'inizio del CES per vedere questa tecnologia in azione!

Produttori di automobili

Mentre gli show automobilistici stanno diventando sempre più incentrati sull'high-tech (come abbiamo visto a Francoforte quest'anno, per esempio), è vero anche il contrario. Il CES sarà certamente un'occasione per scoprire nuovi sviluppi nel campo delle automobili o almeno delle auto connesse. Gli assistenti digitali, come Alexa o Assistant, dovrebbero diffondersi maggiormente nelle vetture stradali. I cruscotti dovrebbero diventare sempre più high-tech.

CES 2018: Presentazioni da seguire

 
  Data e ora (italiana)
Nvidia Domenica 7, ore 20:00
LG Lunedì 8, ore 17:00
Vive Lunedì 8, ore 22:00
Samsung Lunedì 8, ore 23:00
Sony Martedì 9, ore 2:00
Huawei Martedì 9, ore 23:00
Lenovo Martedì 9, ore 20:00

Cosa sperate di vedere al CES 2018?

145 Condivisioni

I commenti preferiti dei lettori

  • Daria Lombardi 2-ott-2015

    È ancora troppo presto per dirlo, ma aggiorneremo l'articolo appena ci saranno più dettagli sull'evento! :)

  • Dommy Dsd 2-ott-2015

    L'idea di una televisione arrotolabile è davvero bella e penso che effettivamente per vedere un prodotto così passeranno davvero alcuni anni. Se Dio vorrà vedremo. Sono belle anche le intenzioni di Samsung ma per il discorso dei tablet devo dire una cosa. Da sempre io preferisco Android perché è un sistema modulare e non monolitico. Ora questo ha i suoi vantaggi e svantaggi ma parlarne qui richiederebbe troppo tempo. La cosa che però voglio dire è che davvero serve un tablet android in grado di competere con l'ipad air. Ho provato uno di quei dispositivi di un mio amico e devo dire che la loro velocità fa talmente paura che se ci fosse un limite, sicuramente chi li usa avrebbe la patente ritirata :). Naturalmente scherzo ma sul mercato dei tablet le case che usano Android dovrebbero fare più innovazione

15 Commenti

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica