Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
24 Condivisioni 6 Commenti

Come installare le app di Google / GAPPS su smartphone non compatibili e custom ROM!

Se chiedessimo a chiunque quale sia l’app Android per eccellenza, senza esitazione la risposta sarebbe: il Google Play Store. Dopotutto il Play Store non è solo un’app, bensì il ponte che ci collega all’universo in continua espansione di applicazioni e giochi Android, il negozio virtuale ove tutto è possibile.

Ciononostante si possono trovare dispositivi in cui non è presente il Play Store, una mancanza che accomuna inoltre la stragrande maggioranza delle custom ROM Android. Perché questo succede, e soprattutto come è possibile installare le app di Google e dunque il Play Store? Lo scopriremo in questo articolo!

androidpit google play store hero 1
ll Play Store e le altre app di Google ti mancano? Ecco come rimediare! / © ANDROIDPIT

Attenzione: nonostante le procedure che vi indichiamo vengano sempre controllate per garantirvi la massima sicurezza, qualsiasi operazione che abbia a che fare con il root può potenzialmente causare problemi. Se sfortunatamente doveste riscontrare un malfunzionamento, faremo di tutto per cercare di risolvere nel migliore dei modi, tuttavia non ci riterremo responsabili.

Perché non trovo il Play Store?

Se vi siete posti questa domanda vuol dire che il vostro dispositivo non supporta il Play Store oppure che avete appena installato una custom ROM. Sebbene queste due circostanze possano differire leggermente nel metodo di installazione delle app di Google, entrambe derivano dallo stesso motivo.

Come ormai saprete, Android è un sistema operativo Open Source e questo vuol dire che chiunque è libero di prenderlo, modificarlo ed installarlo sui propri dispositivi. Un discorso valido per i produttori di dispositivi come Samsung, HTC, etc, ma anche per gli sviluppatori/team come Cyanogen.

Per usare le GAPPS (Google apps), invece, è necessario ottenere una licenza da parte di Google. È normale quindi che i produttori di dispositivi estremamente low-cost (tablet cinesi in primis) non richiedano tale licenza, in modo da poter limitare i costi e mantenersi in quella fascia di mercato tanto ghiotta. Sempre per motivi economici, o almeno principalmente, anche gli sviluppatori di custom ROM non prendono accordi con Google.

Senza licenza, niente GAPPS. Niente GAPPS, addio Play Store. Nonostante ciò, è possibile installare manualmente le applicazioni di Google, grazie ad utenti che sono riusciti ad estrarle da Android e condividerle con chiunque. Vediamo quindi come installare il Play Store e le altre app di Google su qualunque dispositivo!

google play2
Android e app Google: l'accoppiata perfetta! / © ANDROIDPIT

Come installare le Google apps su dispositivi non supportati

Se il vostro dispositivo Android non contiene il Play Store e le altre app di Google, vuol dire che il produttore di tale dispositivo non ha ottenuto la licenza di cui parlavamo prima. Per rimediare alla mancanza potremo seguire due metodi.

Metodo 1 – solo root

Seguendo questo metodo, tutto ciò che dovremo fare è ottenere i permessi di root ed installare manualmente le fondamenta delle app di Google: Google Play Service e Google Play Store.

  1. Ottenete i permessi di root usando uno dei metodi universali di root proposti nel nostro articolo. Se nessuna app o programma funziona col vostro dispositivo, cercate un metodo specifico sul web verificando il codice modello (Impostazioni > Info sul dispositivo).
  2. Scaricate l’ultima versione disponibile di Play Services e Play Store. Ad oggi: Google Play Services 7.5.74 e Google Play Store 5.6.8. Copiate gli apk sul dispositivo, senza installarli.
  3. Adesso installate un file manager con permessi di root da un market alternativo o scaricando l’apk da Internet (consiglio ES Gestore File). Se avete scaricato l’apk, copiatelo sul dispositivo ed apritelo per avviarne l’installazione.
  4. Aprite il file manager e concedetegli i permessi di root (con ES Gestore File, attivate la voce Root Explorer nel menu). Andate nella cartella in cui avete copiato precedentemente i due apk e spostateli nella cartella (dispositivo) "system/app".
  5. Una volta spostati gli apk, dovrete modificare i loro permessi in “rw-r—r—“. Con Es Gestore File dovrete tenere a lungo premuti gli apk, toccare Altro > Proprietà > Modifica (permessi) e mettere la spunta su tutta la colonna “Lettura” e sulla prima casella (proprietario) di “Scrittura”, il resto deve rimanere senza spunta.
  6. Adesso non vi resta che riavviare il dispositivo!

Se questo non dovesse funzionare, provate ad installare con la stessa procedura (copiando in system/app, modificando i permessi e riavviando) l’apk di Google Login Service.

AndroidPIT Nexus 6 TWRP recovery install
Installate il Play Store e le app Google tramite custom recovery. / © ANDROIDPIT

Metodo 2 – root + custom recovery

Nel caso in cui il primo metodo non dovesse funzionare, questa procedura è la migliore e relativamente più semplice da seguire. Il problema è che oltre ai permessi di root dovremo disporre di una custom recovery con la quale installare il pacchetto GAPPS e potrebbero non esserci custom recovery compatibili con i dispositivi meno diffusi.

I pacchetti GAPPS contengono in un solo file installabile da recovery una serie di applicazioni Google a seconda della dimensione. Alcuni comprendono il Play Store e pochi altri servizi essenziali, altri invece installeranno tutte le app Google più famose.

Ogni pacchetto GAPPS è specifico per una versione di Android, quindi assicuratevi di scaricare dal link precedente un pacchetto GAPPS compatibile con la versione di Android presente sul vostro dispositivo.

  1. Installate una custom recovery sul vostro dispositivo. Se siete riusciti ad ottenere i permessi di root, il modo più semplice per farlo è usare un installatore automatico tra quelli presenti sul Play Store; i principali sono mostrati in questo articolo. Se nessuno degli installatori dovesse funzionare, non vi resta che cercare un metodo specifico sul web specificando il codice modello (alcuni metodi di root specifici comprendono l’installazione di custom recovery).
  2. Copiate il pacchetto GAPPS sul vostro dispositivo e riavviatelo in Recovery Mode. Nel precedente articolo troverete tutte le combinazioni di tasti più diffuse da premere a dispositivo spento.
  3. Andate su Install o Install zip from sdcard e selezionate il pacchetto GAPPS, poi confermate per procedere con l’installazione.
  4. Al termine della procedura, riavviate il dispositivo.

Come installare Play Store / GAPPS su custom ROM

Se avete installato una custom ROM sul vostro dispositivo e volete riottenere le applicazioni di Google, vi basterà installare un pacchetto GAPPS compatibile con la vostra versione di Android tramite custom recovery. La procedura è identica a quella precedentemente esposta.

Se non doveste trovare l’app di Google che vi interessa, basterà aprire il Play Store e cercarla al suo interno. Siete riusciti ad installare il Play Store e le altre app di Google?

24 Condivisioni

6 Commenti

Commenta la notizia:

  • Un alternative Sarebbe anche aptoide, infatti quando il mio tablet aveva problemi con play store ho messo aptoide


  • Ho installato la dirty unicorns suo mio nexus 5 e quando installo le Gapps tramite TWRP mi fa error 70 e mi dice che non c'è abbastanza spazio quando in realtà ho 12GB di memoria. Cosa psso fare ?


  • ho seguito questa guida sul mio huawei ascend mate mt1-uo6 rootato , bootloader BLOCCATO , EMUI 3.0 con android kitkat ma quando apro l'app google play che mi compare questa si apre con una schermata bianca e si chiude , come è possibile ?


  • Mattia Mercato
    • Mod
    • Blogger
    4-lug-2015 Link al commento

    Se uno smartphone o un tablet non è nella lista di compatibilità del Play Store e delle restanti app di Google, l'unica cosa possibile da fare è seguire la procedura illustrata in questo articolo.
    Anzi, alcuni dispositivi potrebbero continuare ad avere problemi nonostante aver seguito scrupolosamente la procedura!
    Il Play Store, infatti, non è una "normale app", ma un'app di sistema. Oltre a questo, è necessaria la presenza del framework di Google per poter funzionare correttamente.
    Installare l'apk del Play Store o seguire procedure più "semplici" potrebbe essere efficace solo nel caso in cui il framework di Google fosse già presente sul dispositivo (inserito in precedenza dal produttore o insito in una custom rom).


  • Ma non si fa prima a scaricare ed installare l'apk del Play Store? Funzionerebbe anche su custom rom?


  •   27
    Mauro 3-lug-2015 Link al commento

    .

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK