Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione.

7 Condivisioni 10 Commenti

Google Pixel 2 XL ed i problemi al display: non esageriamo

Non passa giorno senza che le testate giornalistiche di tutto il mondo parlino dei problemi al display del Google Pixel 2 XL. Il nuovo top di gamma di Google prodotto da LG sembra soffrire di gravi problemi legati alla qualità degli OLED prodotti dalla casa coreana. Ma il problema è reale o si sta, come sempre, esagerando? Ho analizzato da vicino il mio sample e questo è quello che penso.

E' ormai passata una settimana da quando ho ricevuto il Pixel 2 XL e da subito qualcosa mi è sembrato strano. Premetto che sto adorando questo smartphone e la recensione arriverà presto, ma sin dalla prima accensione c'è stato qualcosa che non mi ha convinto: il display.

Modalità sRGB e colori reali

All'inizio pensavo fosse semplicemente attiva la modalità sRGB introdotta anche sui "vecchi" Google Pixel di prima generazione e ho controllato subito se potevo disattivarla in quanto i colori avevano il look slavato tipico di quell'impostazione. E qui la prima sorpresa: la modalità sRGB non è presente sul nuovo Pixel 2 XL, o meglio è presente ma nascosta.

Andando nelle impostazioni per sviluppatori non è possibile trovare il classico interruttore per la disattivazione di tale settaggio anche se eseguendo una ricerca tra le impostazioni il telefono restituisce comunque un risultato (che se cliccato non porta a nulla ovviamente). Questo mi ha portato a pensare che fosse un bug e che Google non avesse volutamente abilitato la voce e impedito agli utenti di disattivarla. Ho anche provato a disattivare la voce con comandi da terminale e applicazioni apposite scritte da un amico developer: anche in questo caso è stato un fallimento.

Nei giorni seguenti le notizie sui colori morti del display del Pixel 2 XL si sono susseguite in rete e dopo la risposta di Google che ha confermato che il tutto era voluto mi sono rassegnato. La società ha infatti affermato di aver calibrato il display per riprodurre l'intera gamma di colori DCI-P3 e per rendere le immagini a schermo il più naturali e reali possibili. E' presente anche un interruttore nelle impostazioni del display chiamato Vivid Colors che se attivato dovrebbe aumentare la saturazione dei colori del 10%. Dico dovrebbe perché in realtà ad occhio io non sono riuscito a notare alcuna differenza.

sRGB pixel 2 xl
Le impostazioni di questi Pixel sono un po' ambigue e di certo non aiutano. / © AndroidPIT

Google ha ragione, gli altri hanno torto

Il fatto è che Google ha ragione, non sono i colori del suo smartphone ad essere sbagliati, sono tutti gli altri smartphone ad avere display dai colori troppo saturi e Samsung ovviamente è la prima della lista. Paradossalmente questo potrebbe essere il display con i colori più naturali in assoluto ma i nostri occhi sono abituati ai colori brillanti e esagerati visti su altri display e per confronto il pannello OLED del Pixel 2 XL sembra slavato e dai colori spenti.

Non sono i colori del Pixel 2 XL ad essere sbagliati, sono tutti gli altri smartphone ad avere display dai colori troppo saturi

La prova di questo si può avere guardando un video HDR ad alta qualità come quello qui sotto, cosa possibile anche con l'applicazione YouTube. Durante la visione di questo tipo di contenuti i colori sono assolutamente strabilianti e rispettano le impostazioni fatte dai produttori nei propri video. I verdi sono saturi, gli azzurri brillanti ed i gialli sono davvero gialli (non color senape come sulla home dello smartphone). Basta cercare su Youtube "4K HDR 60fps" per avere davvero molti contenuti da provare per fare un test.

La realtà fa schifo, meglio essere ingannati

Veniamo al punto della situazione, a quanto pare non è il display il problema. Il display è in grado di mostrare un'ampia gamma di colori brillanti e saturi solo che dev'essere il contenuto in riproduzione a richiederlo. Google ha fatto un ottimo lavoro calibrando il display per mostrare dei colori molto naturali ma a quanto pare a nessuno piace la realtà e preferiamo le colorate bugie dei display di Samsung.

E questo è un problema. Io per primo trovo che gli smartphone Samsung abbiano display più attraenti e sinceramente su uno smartphone poco mi importa di avere una fedeltà dei colori assoluta se per la maggior parte del tempo devo osservare colori spenti e slavati. Il 99% dei contenuti video che ognuno di noi ha in tasca nel proprio smartphone non sono HDR e anche su YouTube è difficile (se non impossibile) trovare un canale che abbia l'attrezzature per registrare in HDR e quindi creare del contenuto valido per questo smartphone.

AndroidPIT pixel 2 xl display 1450
Confrontato con il mio S8+ il Pixel 2 XL sembra abbia un filtro vintage applicato al display. / © AndroidPIT

Persino Netflix non supporta i contenuti HDR su tutti gli smartphone che hanno un display HDR e ciò è un peccato e la stessa cosa vale per Amazon Prime Video. Non possiamo nemmeno registrare contenuti dotati di tale gamma di colori con la fotocamera dello smartphone il che significa che alla fine dei conti potremo goderci al massimo questo display forse una volta nella vita e per sbaglio.

La soluzione sta nel mezzo

Quello che personalmente apprezzerei da parte di Google è la possibilità di scegliere con un interruttore come accade sui due Pixel di prima generazione. Oppure apprezzerei l'introduzione di una soluzione intermedia che potrebbe essere avere dei colori generalmente più saturi nell'intero OS e durante la visione di contenuti multimediali la possibilità di scegliere se avere colori reali oppure mantenere la saturazione.

Una semplice notifica simile a quella che vediamo per il cambio di metodo di immissione (il cambio tastiera) potrebbe essere sufficiente. Uno swipe nelle notifiche e con un tap si potrebbe cambiare la calibrazione. Facile, ed eviterebbe le lamentele di chi, giustamente, ha speso 1000 euro per uno smartphone e si ritrova con un display dai colori sbiaditi.

Opinion by Luca Zaninello
Google dovrebbe offrire la possibilità di scegliere con un interruttore come accade sui Pixel di prima generazione
Cosa ne pensi?
50
50
22 votanti

Purtroppo i problemi non finiscono qui

Siamo quindi arrivati ad una conclusione vero? Il pannello OLED del Pixel 2 XL è ottimo ma è calibrato in maniera da avere colori reali e noiosi. Tutto qua, possiamo continuare con le nostre vite giusto?

Non proprio, il problema dei colori morti è solo la punta dell'iceberg. Il pannello OLED prodotto da LG sembra soffrire di alcuni problemi già visti anche su LG V30 e anche sui meno recenti LG G FlexG Flex 2. La società coreana non ha l'esperienza nella produzione di display OLED che ha la concorrente Samsung e questo si nota da dei piccoli ma fastidiosi problemi ancora insoluti da parte di LG.

Il display infatti tende a virare leggermente la tinta dei colori spostandosi dal centro del display. Questo significa che ruotando leggermente il display si passerà da una tinta giallognola ad una azzurrina e viceversa cambiando di molto i colori a display (tutta questa fatica a calibrare i colori in maniera naturale per cosa dunque? N.d.R.).

pixel 2 xl grainy
I colleghi americani sono riusciti a fotografare il problema. A sinistra un Pixel 2 e a destra un Pixel 2 XL con problemi di granulosità al display. / © Ars Technica

Un altro problema noto è la granulosità dei colori a tinta unita. Sembra infatti che a luminosità basse osservando dei colori a tinta unita (come delle pagine interamente bianche) si possa notare come i vari pixel non abbiano tutti la stessa luminosità risultando in un effetto granuloso davvero poco piacevole. C'è comunque da dire che questo si nota solo a luminosità minima e le volte in cui nella mia vita ho davvero dovuto usare lo smartphone abbassando la luminosità così in basso le posso contare sulle dita di una mano. Non per questo, però, significa che il problema non esista.

Anche la luminosità del display è più bassa se comparata ad altri pannelli, il che è un po' triste. Al sole lo smartphone è perfettamente leggibile ma non presenta i bianchi davvero brillanti, tranne in modalità HDR come spiegato sopra.

Ultimo ma non per importanza è il problema del burn in. Sembra che molte unità spedite ai giornalisti dopo solo una settimana d'uso soffrano già di problemi di burn in ovvero immagini fantasma rimaste impresse rovinando il pannello. Questo è un problema che Samsung conosce bene e che ha praticamente risolto nei pannelli AMOLED di ultima generazione, cosa che LG non è ancora riuscita ad affrontare a quanto pare. Anche l'unità in mio possesso mostra un leggerissimo burn in causato dalla navbar di sistema e, anche se leggero, è un problema che dopo una settimana non dovrebbe esistere.

Cosa fare quindi?

In realtà c'è poco da fare. Il problema dei colori potrebbe essere risolto con un aggiornamento software ma bisogna vedere se Google lo ritiene davvero opportuno. Per quanto riguarda gli altri difetti purtroppo sono difetti hardware e c'è poco che si possa fare.

LG potrebbe migliorare la catena produttiva dei suoi pannelli OLED ma sicuramente sarà difficile vedere miglioramenti sostanziali e non è nemmeno detto che lo sforzo economico valga la pena visto che questo smartphone non venderà le stesse unità di Samsung con Galaxy S8 o Apple con iPhone 8 e X. Con molta probabilità lo smartphone resterà esattamente come lo vediamo ora.

Opinion by Luca Zaninello
Con un prezzo di quasi 1000 euro il Pixel 2 XL non può permettersi di avere un display di bassa qualità
Cosa ne pensi?
50
50
30 votanti

Tutto ciò che potete fare voi come utenti è provare e prendere una decisione personale. Personalmente non trovo questi difetti troppo noiosi se comparati a tutti i pregi di questo smartphone e lo trovo comunque un display godibile. Se però la qualità del display rappresenta buona parte della vostra decisione finale e se preferite colori vivi e brillanti, forse per voi è meglio guardare altrove e gli smartphone Samsung potrebbero fare al caso vostro.

Voi cosa ne pensate? Preferite i colori falsati e saturi di Samsung o un display che rappresenti la realtà esattamente com'è?

7 Condivisioni

10 Commenti

Commenta la notizia:

  • Il problema del Burn In c'è anche sul mio LG G5 e a un anno e mezzo dalla sua uscita non l'hanno ancora sistemato


    • Luca Zaninello
      • Admin
      • Staff
      4 settimane fa Link al commento

      Il problema del burn in è un problema hardware non si può sistemare se non sostituendo il display. Strano che sul g5 che ha un pannello IPS si sia presentato però 🤔


      • guarda ho talmente tanti problemi a questo telefono che nemmeno immagini ahahah. Anzi, posso farti una domanda?

        In pratica qualche mese fa il telefono mi si è spento in automatico e non si è più acceso per un paio di ore, nonostante io abbia fatto di tutto per accenderlo. Allora dopo queste 7/8 ore senza poterlo accendere ho notato che ogni volta che apro la fotocamera mi dice "L'applicazione fotocamera si è fermata" e dunque da allora non riesco a usare la fotocamera. Hai qualche idea di cosa possa essere?


      • Luca Zaninello
        • Admin
        • Staff
        4 settimane fa Link al commento

        Qualche problema hardware molto serio. Prova con un reset dei dati e vedi se risolvi :) ma visto tutti i problemi che hai avuto un giretto in assistenza ie lo farei fare ;)


      • Ho già provato più volte l'hard reset e non è cambiato nulla purtroppo. Ho pensato più volte di portarlo in assistenza, ma con tutto il tempo che ci vorrà da loro penso che faccio prima a comprarmi un telefono nuovo ahahah


      • Luca Zaninello
        • Admin
        • Staff
        4 settimane fa Link al commento

        Beh solo tu puoi decidere se vale la pena :) Magari mandalo in assistenza dopo aver acquistato un nuovo smartphone così una volta aggiustato potrai venderlo ;)


      • Non avevo pensato a questa possibilità e mi sembra ottima sinceramente!

        Un'ultima domanda: secondo te si può sistemare il "bug" della fotocamera flashando il firmware o magari installando una Custom ROM diversa dalla UI di LG?


      • Luca Zaninello
        • Admin
        • Staff
        4 settimane fa Link al commento

        Puoi provare, nel caso non risolvessi si tratta di un problema hardware. Occhio però che con le custom ROM invalidi la garanzia ;)


      • mhh, allora lascio perdere finchè non comprerò un nuovo dispositivo (pensavo al Mate 10 Lite che mi sembra ottimo tbh) quando lo porterò in garanzia


  • Non mi aspettavo queste falle da un cellulare di 1000€...

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più