Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

Recensione 6 min per leggere Nessun commento

Google Pixel 3 hands-on: compatto e ancora più smart

Google Pixel 3 è uno dei pochi smartphone Android dotati di un hardware aggiornato in un formato pratico. La domanda è: offre tutto ciò di cui avete bisogno? Come si riesce a distinguere dalla concorrenza? Ecco le nostre prime impressioni.

Due varianti, due prezzi

Il Pixel 3, come il suo predecessore, arriva in due versioni: per 899 euro potrete acquistare il modello con 64GB di memoria interna mentre ve ne serviranno 999 per la variante dotata di 128GB. Potrete scegliere tra tre diverse colorazioni: Just Black (Nero), Clearly White (Bianco) e Not Pink (Pink). Disponibili al pre-ordine già da oggi, saranno ufficialmente disponibili all'acquisto successivamente.

Un comodo formato

Esternamente il Pixel 3 si presenta come una Pixel 2 XL rimpicciolito, a prima vista . I bordi sopra e sotto il display da 5,5 pollici si sono ristretti in modo significativo ma forniscono ancora un po' di spazio per i due altoparlanti stereo frontali. Il design non è stato aggiornato ma risulta meno obsoleto rispetto al Pixel 2. Invece di un corpo in metallo con un vetro incassato, tuttavia, l'intera scocca è realizzata in vetro. 

Pixel3
Niente notch per il Pixel 3! / © AndroidPIT

Google separa otticamente la parte superiore del retro dal resto, una caratteristica propria dei telefoni Pixel. Tutto funziona bene, il dispositivo si adatta comodamente alla mano e quando lo si prova per la prima volta, risulta davvero divertente tenere in mano un telefono che può essere utilizzato con una sola mano senza problemi. 

Pixel3 4
Il Pixel 3 nella colorazione bianca. / © AndroidPIT

Un display senza notch

Il Pixel 3 integra un ampio display 18:9 da 5,5 pollici con risoluzione di 2160x1080 pixel (FHD+). Niente notch! I colori sono a dispetto del pannello OLED ma non così sgargianti come, ad esempio, quelli offerti dai dispositivi Samsung. Oltre a SRGB, il display copre anche lo spazio colore DCI-P3 utilizzato nell'area cinema.

Il display lascia una prima buona impressione e la luminosità che abbiamo potuto rilevare è tale da rendere i contenuti ben leggibili all'evento. Ovviamente il Pixel 3 supporta anche la riproduzione di contenuti HDR.

Active Edge per chiamare in causa Assistant

A bordo è presente anche la funzionalità chiamata Active Edge  che può essere attivata premendo la cornice per chiamare in causa Assistant o silenziare una chiamata in arrivo. La sensibilità può essere regolata manualmente, ma non è possibile assegnare altre operazioni a questa feature.

Software aggiornato senza troppe sorprese

Ovviamente Google offre un'esperienza pura. La navigazione con i gesti è attiva di default ma, al di là di ciò, non si nota alcuna differenza con Android Pie presente su Pixel 2.

Ovviamente, ciò significa anche che funzionalità come Always Listening for Now Playing, il riconoscimento automatico della musica e Google Lens sono profondamente integrate nel sistema. Presenti poi i nuovi sfondi live, che già nel precedente Pixel mi hanno conquistato!

AndroidPIT google pixel 3 android
Android Pie ed un'esperienza pura. / © AndroidPIT

Fascia alta sì, ma per i dati la soluzione è il cloud

Il chip Snapdragon 845 di fascia alta di Qualcomm funziona bene in combinazione con Android puro . Ma non potevamo aspettarci nulla di diverso. Tuttavia il SoC avrebbe potuto essere accoppiato a più di 4GB di RAM, che, secondo la mia esperienza, sono sufficienti ad andare incontro alla maggior parte delle esigenze ma che potrebbero essere un po' limitanti se si pensa alle app sempre più esigenti in arrivo. 

Nessuna sorpresa per quanto riguarda la memoria interna. Potrete scegliere tra 64 o 128GB ma non vi è alcuna possibilità di espandere la memoria via microSD. Per i vostri dati dovrete ricorrere ad un altro smartphone o affidarvi al cloud. Quest'ultimo, ovviamente, a firma Google che offre agli acquirenti del Pixel 3 spazio di archiviazione online illimitato per foto e video per poco più di tre anni. 

Incluso nel Pixel 3 anche un nuovo chip chiamato Titan M responsabile della sicurezza dei vostri dati personali sullo smartphone.

Il Pixel 3 supporta inoltre: Bluetooth 5.0 + LE, NFC, WLAN a / b / g / n / ac (2,4 e 5 GHz), GPS, Glonass, Galileo e Beidou. Il connettore USB di Tipo C supporta anche USB 3.1 per un rapido trasferimento dei dati.

Suono stereo e niente jack

Nonostante gli ampi bordi del display di Pixel 3 siano ancora un po' antiquati, portano con loro un vantaggio importante: forniscono lo spazio per i due altoparlanti . Il nostro breve test conferma un buon suono decente e medi e alti ben bilanciati. Non abbiamo però potuto testarlo al massimo volume,

Come il predecessore, il Pixel 3 non integra un jack per le cuffie. Per utilizzare le vostre cuffie accoppiate allo smartphone dovrete utilizzare un adattatore USB-C o affidarvi agli auricolari in stile di Pixel Buds in dotazione con lo smartphone. Meglio affidarsi alle cuffie Bluetooth!

Tre fotocamere in tutto

Lo scorso anno Google è riuscito a battere la concorrenza, armata di due o tre fotocamere principali, utilizzando un unico sensore. Con il Pixel 3 fa lo stesso e affida ad un solo sensore principale da 12,2MP con un'apertura di f/1.8. È la parte software la carta vincente.

In realtà Google non rinuncia completamente ad una doppia fotocamera ma piuttosto la piazza sul davanti dove troverete due sensori da 8,1MP con apertura di f/1,8 e f/2,2). Google ha anche migliorato la modalità verticale e vuole ottenere di più dalle immagini HDR grazie all'utilizzo di algoritmi migliori.

Tuttavia i video in 4K possono ancora essere registrati solo ad un massimo di 30 fotogrammi al secondo. Inoltre è possibile scattare in Full HD a 30, 60 o 120 fotogrammi al secondo e girare video in HD a 240 fotogrammi al secondo. Manca il time-lapse. 

Pixel3 3
Una solo fotocamera sulla scocca, due sul davanti. / © AndroidPIT

Nuova app fotocamera con più funzionalità

Google ha anche modificato l'app della fotocamera che ora permette con uno swipe orizzontale di passare attraverso le diverse modalità. Risulta un po' più comodo ma occorre più tempo per raggiungere le modalità speciali raccolte in un punto.

Una di queste nuove modalità è Top Shot, in  cui viene scattata una ripresa continua e le immagini vengono quindi assemblate in modo tale che alla fine tutti i soggetti inquadrati guardino realmente nella fotocamera senza chiudere gli occhi. Inoltre, tramite la fotocamera frontale grandangolare. i selfie di gruppo sono finalmente realtà.

AndroidPIT google pixel 3 camera app
L'app fotocamera introduce delle novità. / © AndroidPIT

La batteria può essere caricata in modalità wireless

Con 2915 mAh, la batteria del Pixel 3 supera leggermente quella del suo predecessore . Tuttavia deve mantenere in vita un display leggermente più grande quindi, alla fine, l'autonomia offerta potrebbe essere simile a quella del Pixel 2.

La batteria del Pixel 3 viene caricata tramite la porta USB-C sul bordo inferiore; la ricarica rapida è supportata. Lo smartphone di Google può ora essere caricato in modalità wireless grazie al retro in vetro. Finalmente! Dopo avere offerto questa feature tempo fa sui dispositivi Nexus ed averla omessa per generazioni, Google si è deciso a riproporla.

Google Pixel 3 – Specifiche tecniche

Dimensioni: 145,6 x 68,2 x 7,9 mm
Peso: 148 g
Capacità della batteria: 2915 mAh
Dimensioni del display: 5,5 pollici
Tecnologia display: AMOLED
Schermo: 2160 x 1080 pixel (439 ppi)
Fotocamera frontale: 8 megapixel
Fotocamera posteriore: 12,2 megapixel
Flash: LED
Versione Android: 9 - Pie
RAM: 4 GB
Memoria interna: 128 GB
64 GB
Memoria removibile: Non disponibile
Chipset: Qualcomm Snapdragon 845
Numero di core: 8
Velocità di clock: 2,5 GHz
Connettività: HSPA, LTE, NFC, Bluetooth 5.0

Giudizio iniziale

Il Pixel 3 è uno dei pochi smartphone Android a portata di mano con le recenti funzionalità high-end presenti sul mercato. Non offre un design unico e neppure una feature speciale ma integra tutto ciò che ci si aspetta da uno smartphone di questa fascia di prezzo. 

Se state cercando un dispositivo di questo tipo, ben equipaggiato e gestibile con una mano sola, il Pixel 3 potrebbe far parte della vostra lista dei preferiti. Ma si tratta per ora di prime impressioni. Nel nostro test finale verificheremo se tutto gira a dovere e se Google ha effettivamente fatto un buon lavoro sul nuovo arrivato!

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

Articoli consigliati