Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.
Il CEO di Telegram afferma: "WhatsApp non sarà mai sicuro"
Applicazioni 2 min per leggere 3 Commenti

Il CEO di Telegram afferma: "WhatsApp non sarà mai sicuro"

Pavel Durov, fondatore e direttore del servizio di messaggistica Telegram, ha messo seriamente in discussione la sicurezza del servizio rivale. WhatsApp è usato da milioni di persone in più rispetto a Telegram ma gli scandali stanno facendo sì che molti utenti decidano di passare al servizio alternativo.

Questa settimana WhatsApp è stato vittima di una gigantesca violazione della sicurezza che ha messo a rischio la privacy di 1,5 miliardi di utenti. Secondo Durov, questo incidente è soggetto a ripetersi e con una portata ancora maggiore. L'uomo d'affari russo ha fortemente criticato il fatto che i dati che gli utenti di WhatsApp memorizzano sul loro telefono (incluse foto, video, documenti e testi) potrebbero essere ottenuti dagli hacker. In un post nel proprio blog intitolato "Why WhatsApp Will Never Be Safe", Durov spiega perché l'ultimo incidente sulla privacy non l'ha sorpreso affatto.

Secondo l'imprenditore "WhatsApp ha una storia coerente, dall'assenza di cifratura al momento della sua creazione, alle falle di sicurezza, curiosamente favorevoli alla sorveglianza segreta. In retrospettiva, nei 10 anni di esistenza di WhatsApp, non c'è stato un solo giorno in cui l'applicazione è stata sicura".

Whasapp 07
WhatsApp: le falle di sicurezza sembrano essere all'ordine del giorno. / © AndroidPIT

Poiché l'applicazione non è open source, per gli ispettori di sicurezza è più difficile trovare vulnerabilità nella struttura del software. Questo potrebbe consentire agli hacker e alle organizzazioni governative di creare backdoor nell'app per evitare qualsiasi misura preventiva.

Nel 2016, la società ha introdotto la crittografia end-to-end per "qualsiasi forma di comunicazione" che avviene attraverso l'applicazione, in modo che solo le persone che inviano e ricevono un messaggio possano leggerlo ma gli esperti di sicurezza hanno convenuto che questo tipo di crittografia non è sufficiente per proteggere la privacy degli utenti.

Telegram non è l'unica alternativa a WhatsApp: ad esempio, Signal è un'applicazione supportata da Edward Snowden, che protegge la privacy dei suoi utenti con particolare attenzione.

Fonte: Independent

3 Commenti

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

  • Alto dirigente di Nike rivela: "le scarpe Adidas sono scomode!"
    CEO Volkswagen confessa: "non guiderei mai una Peugeot, non sono abbastanza sicure."


    • Luca Zaninello
      • Admin
      • Staff
      2 giorni fa Link al commento

      Beh immagino tu abbia proprio letto l'articolo con le motivazioni fino in fondo e anche le recenti news sugli scandali di Facebook :)


      • Sicuramente Durov argomenta a dovere, mi fa solo ridere che debba essere il CEO della diretta rivale di WhatsApp a "rivelarci" tale verità!