Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
8 Condivisioni Nessun commento

Lenovo Moto G5 Plus recensione: il rinnovamento che aspettavamo?

La serie MotoG, da sempre, è un punto di riferimento del mercato. Dopo cinque anni dalla nascita Motorola, ora Lenovo, si è posta nuovi obiettivi che prescindono dalla sezione hardware. Comparto fotografico e design sono infatti tra gli elementi che più caratterizzano il Moto G5 Plus. Questo terminale sbarca sul mercato a un prezzo molto simile a quello del suo predecessore, il Moto G4 Plus. Ma ne vale la pena? Scopritelo in questa recensione completa.

Valutazione

Pro

  • Finiture
  • Software aggiornato
  • Batteria
  • Fotocamera posteriore

Contro

  • Tasto fisico per i gesti non intuitivo
  • Qualità del suono
  • Fotocamera frontale

Moto G5 Plus – Uscita e prezzo

Il device è stato presentato durante l'MWC insieme al Moto G5. Lo scorso anno il Moto G4 è stato presentato a metà maggio e poi lanciato sul mercato al prezzo di 270 euro. E questo nuovo modello?

Con 32GB di memoria interna e 3GB di RAM, il Moto G5 Plus presenta un'etichetta di 299 euro. Si può scegliere tra due colorazioni: grigio e oro. Per acquistarlo dovrete attendere la fine di marzo.

Moto G5 Plus – Design e assemblaggio

Lo scorso anno Lenovo ha osato introducendo alcune piccole novità nel design anche se la somiglianza con il predecessore era evidente. Quest'anno ha deciso di personalizzare in modo più incisivo il G5 Plus e l'aspetto che salta subito all'occhio è senza dubbio la scocca che potrebbe essere scambiata con quella di un dispositivo di fascia alta. Nella parte posteriore è presente il logo Moto ma ciò che colpisce di più è il comparto fotografico.

Il look del Moto G5, però, riceve pareri contrastanti. Personalmente penso che le nuove generazioni apprezzino le curve di questo modello Lenovo soprattutto per le linee del device che ricordano quelle del Vibe K5 e del Vibe K6 Plus.

Il Moto G5 Plus è un device compatto dalle linee morbide e con una presa ergonomica. La parte posteriore è realizzata in alluminio e gli angoli sono costruiti con un materiale che combina il metallo con la plastica per rendere il corpo più resistente. Questo materiale è utile anche per le antenne di ricezione del segnale ed evita l’aggiunta delle ormai classiche barre in plastica visibili sulla scocca.

moto g5 plus screen review
Il Moto G5 Plus offre un tasto fisico che riserva alcune sorprese. © AndroidPIT

Nella parte posteriore del Moto G5 Plus troviamo il logo Moto impresso nella texture in alluminio. Poco sopra è presente il comparto fotografico, racchiuso in una cornice circolare leggermente sporgente, che comprende un obiettivo e un flash LED dual-tone.

moto g5 plus review back
La scocca del Moto G5 Plus è sobria. © AndroidPIT

Ho pensato più volte che questa cornice sia una miniatura del Moto 360 che Motorola ha deciso di riproporre anche in questi nuovi device. Scherzi a parte, questa scelta rende la linea G più simile alla serie Z, che comprendeva i moduli. Sempre sulla scocca, in alto a sinistra troviamo il secondo microfono atto alla riduzione del rumore, utile nel caso si registrino dei video.

moto g5 plus review micro usb
Micro USB, microfono e mini-jack sono tutti posti nella parte bassa del device. © AndroidPIT

Nella parte superiore troviamo lo slot per le SIM che comprende due nanoSIM e una microSD. Nel bordo inferiore troviamo invece il port USB, purtroppo non di Tipo C, ed il jack per le cuffie. 

moto g4 plus micro sim
Il Moto G5 Plus permette di utilizzare due SIM. © AndroidPIT

La parte frontale del device presenta poche sorprese, eccetto che per la presenza di un nuovo tasto fisico dedicato all’accensione. Questo non è una novità perché anche il Moto G4 lo integra nella parte frontale ma vi anticipo che non lavora solamente come sensore biometrico.

Lo speaker è mono ed è allineato con la fotocamera frontale e con alcuni sensori.  

moto g5 plus box out
Nella scatola del G5 Plus troviamo anche gli auricolari. © AndroidPIT

Il look del Moto G5 Plus non mi fa impazzire, soprattutto per la versione che ho testato di color oro. Ma spezzo una lancia in suo favore dicendo che gli sforzi fatti da Lenovo in questo campo sono ben visibili.

Moto G5 Plus – Display

Lenovo ha ridotto le dimensioni dello schermo. La nuova diagonale è infatti di 5,2 pollici rispetto ai 5,5 pollici del G4 Plus. La differenza è impercettibile e vi confesso che non ho capito la ragione che c’è dietro. La risoluzione rimane in Full HD, ma non sono presenti miglioramenti evidenti in quanto a precisione, contrasti e colori.

È impossibile stabilire se il display del Moto G5 Plus sia migliore del suo fratellone grazie alla differenza di 0,3 pollici. Per avere dei colori più vivi basta andare sotto la voce Intensità nelle relative impostazioni. 

tela moto g5 plus screen review
Il Moto G5 Plus offre uno schermo IPS in definizione FullHD.  © AndroidPIT

Lo schermo risponde bene e non ho avuto problemi al contrario di quanto riscontrato da alcuni utenti con il Moto G4 Plus. Se la giornata è assolata le prestazioni solo le solite di un pannello LCD: i riflessi talvolta potrebbero disturbarvi.

Moto G5 Plus – Funzioni speciali

Tasto home

Il Moto G5 Plus arriva con un nuovo tasto fisico che funziona da sensore biometrico, tasto di accensione e risponde a dei controllo tramite gesti (la così chiamata navigazione per gesti).

L’uso del tasto è opzionale e potrete scegliere di usarlo tramite le impostazioni. Per ora gli usi di cui potrete farne sono ancora limitati, come per esempio scorrere da destra a sinistra per tornare indietro ed il contrario per aprire le ultime app e accedere al multitasking. Con un tocco sul sensore potrete anche scattare una foto.

moto g5 plus review moto actions
Potrete configurare il tasto tramite l'app Moto. © AndroidPIT

Il riconoscimento dell’impronta digitale è veloce e ha lavorato bene anche quando avevo le mie dita un po’ sudate. Durante il mio test con il Moto G5 Plus confesso di aver scelto di utilizzare i tasti capacitivi di navigazione presenti sullo schermo. Li ho trovati più comodi rispetto al controllo tramite gesti, forse per la posizione del pulsante che delle volte mi dava fastidio.

La stessa interfaccia Android è un invito a toccare lo schermo, come anche la visualizzazione dei menu e le opzioni per tornare indietro che troviamo nella parte superiore dello schermo. Credo che l'uso di questo tasto sia una scelta che varierà da utente a utente. Se stavate pensando di acquistare un Moto G5 solo per il nuovo tasto tanto millantato… bhé provatelo prima!

moto g5 plus sensor bio
Il tasto del Moto G5 Plus presenta diverse funzioni. © AndroidPIT

Prevediamo che anche la prossima generazione di Moto Z sarà accompagnata da un pulsante simile, per cui questo tipo di risorsa per l'interazione con il sistema dovrebbe diventare più comune. Oltre al rapido riconoscimento biometrico, il pulsante riconosce anche i gesti di navigazione senza alcun ritardo. 

Moto G5 Plus – Software

Come sempre Lenovo (ex Motorola) ha scelto l’interfaccia pure di Android per il proprio terminale. Purtroppo il device è uscito dalla fabbrica con Android 7.0 e non 7.1 e quindi se volete le scorciatoie bisogna che installiate un launcher. Sono presenti ,Moto Display, Moto Actions e Google Assistant (anche se come sappiamo non in italiano). Il menu delle app funziona in maniera simile al Pixel Launcher e potrete accedervi facendo uno swipe dall’alto verso il basso. Il brand ha personalizzato l’app drawer: è trasparente (e mi è piaciuto molto).

moto g5 plus android nougat
L'interfaccia del Moto G5 Plus somiglia a quella del Pixel. © AndroidPIT

Quando girate tra le varie schermate home è presente un’animazione che visualizzerete in maniera leggermente sfocata. Dalla schermata principale potrete accedere a Google e tenendo premuto per qualche secondo il tasto di accensione (virtuale o fisico) lancerete Now On Tap.  

moto g5 plus sistema android review
Android 7.0 Nougat gira sul Moto G5 Plus. © AndroidPIT

L’app Moto raggruppa tutte le funzione software sviluppate da Lenovo. Agitando il device potrete attivare la torcia ma avrete la possibilità anche di bloccare alcune app o di ridurre le dimensioni dello schermo. 

Moto G5 Plus – Prestazioni

Lo scorso anno il G4 Plus girava con uno Snapdragon 617. Lenovo, quest’anno, sotto la scocca ha incorporato uno Snapdragon 625, processore sufficiente per avere migliori performance nell’uso quotidiano. Lo stesso chip lo incontriamo nel Moto Z Play lasciandoci una buona impressione. In pratica, però,  le prestazioni sono simili a quelle del Moto G4 Plus nonostante questo abbia 1GB di RAM in meno. La potenza grafica è leggermente limitata quindi se siete dei patiti di sessioni di gioco ad alto livello è meglio scegliate un altro device.

In pratica le prestazioni sono simili a quelle del Moto G4 Plus

L’uso dei social network non mi ha mai dato problemi e anche giochi come Asphalt 8, Dungeon Hunter 5 e Vainglory, hanno girato in maniera fluida. Browser come Chrome non sono mai inciampati in lag o crash improvvisi.

moto g5 review box
Il Moto G5 Plus offre le classiche performance di uno smartphone di gamma media. © AndroidPIT

Se decidete di affidarvi a questo smartphone avrete a disposizione diverse feature proprie di Android Nougat, come la modalità multi finestra con cui potete visualizzare due app contemporaneamente. Nel primi giorni di test del Moto G5 Plus ho ricevuto un update che ha apportato delle migliorie al software della fotocamera.

Di seguito i risultati dei test di benchmark effettuati con il modello americano del Moto G5 Plus con 2GB di RAM.

  • Vellamo:
    • Metal: 1.428 - Multicore: 1.956 - Browser: 3.344
  • AnTuTu: 64.096
  • Geekbench 4:
    • Multi-core: 3.761 - Single-core: 801
AndroidPIT lenovo moto g5 plus 7140
Versione normale o Plus? © AndroidPIT

Moto G5 Plus – Audio

Non aspettatevi una qualità del suono ottimale perché sul Moto G5 Plus incontriamo uno speaker mono. Ormai è da un po’ di anni che Motorola non presta la dovuta attenzione al comparto audio per la serie G.

Il suono è quindi nella media con delle note “stridule” quando il volume viene aumentato al massimo. In alcuni giochi che presentano particolari effetti speciali potreste notare alcune distorsioni. Nel corso di una telefonata non ho mai avuto problemi, anche quando ho usato l’altoparlante.

Moto G5 Plus – Fotocamera

La grande novità di questo smartphone è la fotocamera. Come il Galaxy S7 anche qui troviamo la tecnologia Dual Pixel a supporto dell’obiettivo da 12MP con flash dual LED. Questa garantisce migliori risultati quando la luminosità non è buona ma anche una messa a fuoco più veloce. A chiudere il quadro l’apertura da f/1.7 che sulla carta promette bene.

Ora passiamo alla pratica. Gli scatti sono buoni ma i colori sembrano un po’ sbiaditi in alcune situazioni. La messa a fuoco è effettivamente rapida ma le foto scattate di notte mostrano un po’ di rumore dovuto all’ampia apertura dell’obiettivo. L’app della fotocamera è identica a quella del Moto G4 Plus e quindi potrete ricorrere anche alla modalità manuale, regolare l’ISO, l’esposizione eccetera.

moto camera moto g5 plus review
Il Moto G5 Plus offre naturalmente anche la modalità manuale. © AndroidPIT

Tuttavia devo ammettere che delle volte non ho potuto aggiustare a dovere focus ed esposizione pur impostando la modalità automatica. Per questo vi consiglio di usare sempre la modalità HDR, che sul Moto G5 Plus lavora molto bene.

È possibile registrare video in HD (30fps), Full HD (30/60 fps) e in 4K (30fps). Da notare che sul mercato non sono presenti molti modelli che, a questo prezzo, presentano la risoluzione in Ultra HD.

moto g5 plus camera flash
Fotocamera posteriore del Moto G5 Plus. / © AndroidPIT

La fotocamera frontale conta su 5MP, modalità manuale e altre feature per migliorare gli scatti. Non è presente il flash ma Lenovo ha pensato bene di integrare un effetto che dona più luce in condizioni sfavorevoli. L’ho provata e, in realtà, non aiuta un granché quindi usatela solo quando estremamente necessario.

Moto G5 Plus – Batteria

Nel corso del test la batteria del Moto G5 Plus si è comportata bene. A tenere in vita lo smartphone troviamo una batteria da 3000 mAh che resiste senza problemi per 18 ore facendo un uso moderato del dispositivo. Mi sono svegliato alle 7:30 con il 100% di batteria, ho ascoltato musica su Spotify in 3G, ho navigato su Chrome, usato Gmail e Instagram. All’imbrunire avevo ancora il 30% ma non ho usato una connessione 4G e non ho smanettato con nessun gioco.

Nei test di benchmark, impostando il display al massimo della luminosità e attivando sincronizzazione, geolocalizzazione e 4G, la batteria ha tirato avanti per 6 ore e mezzo. Ma nessun utente (medio) imposta il telefono in queste condizioni per tutte queste ore di seguito e quindi potrete stare tranquilli sul fatto che il G5 Plus vi accompagnerà per poco più di un giorno interno se ne fate un uso moderato.

ll device utilizza un carcabatteria da 12 watt e 1,2 amp in grado di caricare la batteria completamente in un’ora e mezzo. La ricarica è veloce ma nulla in confronto al Moto X Style che conta su 25 watt.

Moto G5 Plus – Specifiche tecniche

    • Tipo:
    • Smartphone
    • Produttore:
    • Lenovo
    • Dimensioni:
    • 150,2 x 74 x 7,7 mm
    • Peso:
    • 155 g
    • Capacità della batteria:
    • 3000 mAh
    • Dimensioni del display:
    • 5,2 pollici
    • Schermo:
    • 1920 x 1080 pixel (424 ppi)
    • Fotocamera frontale:
    • 5 megapixel
    • Fotocamera posteriore:
    • 12 megapixel
    • Flash:
    • Dual-LED
    • Versione Android:
    • 7.0 - Nougat
    • RAM:
    • 2 GB
      3 GB
    • Memoria interna:
    • 32 GB
    • Memoria removibile:
    • microSD
    • Chipset:
    • Qualcomm Snapdragon 625
    • Numero di core:
    • 8
    • Velocità di clock:
    • 2 GHz
    • Connettività:
    • HSPA, LTE, NFC, Bluetooth 4.2

Giudizio complessivo

Non c’è alcun dubbio sul fatto che la gamma Moto G si sia evoluta. I punti di forza del brand sono sempre stati l’hardware e il rapporto qualità/prezzo ma adesso Lenovo ha aggiunto un buon comparto fotografico e un bel design. Su quest’ultimo punto infatti il Moto G4 Plus non era il massimo.

Sempre più utenti sono alla ricerca di un device con una buona fotocamera che riesca a soddisfarli appieno e su questo Lenovo ha fatto un buon lavoro. Altri elementi, come per esempio la qualità del suono ed i 2GB di RAM, sono stati invece lasciati in secondo piano. Sicuramente l’assenza di queste feature non rendono il Moto G5 Plus un device da non consigliare, soprattutto considerata la qualità dei modelli delle scorse generazioni.

I punti di forza del Moto G5 Plus sono le finiture, il tasto Home e la fotocamera

Il salto in avanti c’è stato ed è visibile. Il sensore biometrico che funge anche da tasto di navigazione è una novità che potrebbe far venire l’acquolina in bocca a molti utenti. Come spiegato nella recensione servirà un po’ di tempo prima di abituarsi a questo nuovo tasto che, se usato con frequenza, diverrà sempre più intuitivo.

Il bello di questa nuova feature è che il display potrà farvi visualizzare più contenuti e che anche voi utenti avrete maggiore spazio a disposizione, nonostante la piccola riduzione della diagonale rispetto al Moto G4.

La versione software è rimasta quasi del tutto “pura” e quindi vicinissima alla stock di Android. Tuttavia il marchio di fabbrica è visibile in alcuni elementi come nelle sopra citate animazioni della schermata home e nell’app drawer.

Concludo dicendo che però, a mio avviso, se attualmente avessi in tasca un Moto G4 Plus e dovessi scegliere se acquistare il suo successore la mia decisione sarebbe conservatrice: terrei il vecchio modello. Delle buone alternative a questo device sono lo ZenFone 3 Max e l’Honor 6X, device con specifiche simili e appartenenti alla stessa fascia di prezzo.

 

 

Nessun commento

Commenta la notizia:
8 Condivisioni

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK