Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.
Libratus, il bot AI che gioca a poker, è stato scelto per l'esercito americano
Huawei P Smart (2019) AI 3 min per leggere Nessun commento

Libratus, il bot AI che gioca a poker, è stato scelto per l'esercito americano

Libratus, il bot AI che nel 2017 ha fatto notizia per aver ripulito quattro giocatori di poker professionisti in una partita di Texas Hold'em senza limiti, è stato chiamato a lavorare per il Pentagono. La nuova startup di Tuomas Sandholm, chiamata Strategy Robot, utilizza oggi la stessa tecnologia per uso governativo e ha siglato un contratto da 10 milioni di dollari con l'esercito americano.

I registri pubblici hanno rivelato il contratto che viene descritto come "a sostegno" di un'agenzia del Pentagono nota come Defense Innovation Unit. La tecnologia di AI che Sandholm ha sviluppato (è stato responsabile del progetto Libratus) è in fase di ri-progettazione per l'uso in simulazioni e giochi di guerra che aiuteranno l'esercito americano con la strategia e la pianificazione.

pentagon 80394 1920
Il Pentagono sta già investendo in AI per uso militare. / © Pixabay

L'AI è costruita sulla teoria dei giochi computazionali, a volte chiamata teoria algoritmica dei giochi, che combina elementi della teoria dei giochi e dell'informatica. Il suo obiettivo è quello di comprendere e progettare algoritmi in ambienti strategici. Quando Libratus è stato messo in campo contro i migliori giocatori di poker, ha vinto più di 1,8 milioni di dollari in denaro di gioco. Il software è stato in grado di superare i giocatori umani, imparando a prevedere il comportamento e persino i bluff.

Sandholm è comprensibilmente riluttante ad entrare nei dettagli su ciò che l'esercito americano sta facendo con questa tecnologia AI, ma ha detto ai nostri amici di Wired che Strategy Robot ha almeno un altro contratto militare in aggiunta all'accordo da 10 milioni di dollari già menzionato. Anche la Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA) sta esaminando la possibilità di utilizzare l'AI nel complesso processo decisionale militare.

Abbiamo anche visto l'AI prevalere sui campioni di scacchi e il gioco di strategia cinese da tavolo, Go. L'obiettivo di Go è quello di circondare più territorio del tuo avversario, con evidenti sovrapposizioni militari.

Strategy Robot non è l'unica compagnia impegnata nello sviluppo della AI con cui il Pentagono sta stringendo accordi. Proprio questa settimana, la BGR ha riferito che l'esercito americano sta lavorando su armi autonome. Secondo il rapporto, l'assistente segretario dell'esercito per le acquisizioni, la logistica e la tecnologia Bruce Jette, ha detto ad una colazione del gruppo di scrittori della difesa a Washington DC che sarebbe pericoloso per gli Stati Uniti fare affidamento sugli esseri umani se i nemici utilizzano armi controllate dall'AI. Fondamentalmente, non saremmo in grado di competere con le macchine.

ptr supercompute04 012017
Hardware al Pittsburgh Supercomputing Center. Non esattamente compatto. / © Andrew Russell / TribLive

La sfida principale per Sandholm e Strategy Robot in questo momento è la portabilità. Quando Libratus ha schiacciato quei giocatori di poker, stava lavorando sull'hardware che si trova al Pittsburgh Supercomputing Center's Bridges (nella foto qui sopra). Come sottolinea Sandholm, alcune "piattaforme" non possono trasportare computer di grandi dimensioni.

Cosa ne pensate dell'AI usata nell'esercito? Rischiamo di vedere i robot assassini diventare una realtà?

Fonte: Wired

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica