Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.
Samsung ha brevettato degli ologrammi in stile Star Wars?
Hardware Samsung 2 min per leggere Nessun commento

Samsung ha brevettato degli ologrammi in stile Star Wars?

Un nuovo brevetto Samsung promette di consentire effetti olografici senza le limitazioni attualmente note. Una volta implementata, la nuova tecnologia potrebbe rappresentare un salto di qualità per i display 3D, in questo modo si aprirebbe anche una nuova era per i nuovi contenuti a tre dimensioni.

Come in alcune scene di Star Wars, possiamo aspettarci di vedere dei veri ologrammi 3D proiettati nell'aria nel prossimo futuro. Un brevetto Samsung depositato a questo scopo negli Stati Uniti rivela alcuni dettagli sulla struttura della tecnologia che sembra abbastanza promettente.

Gli schermi olografici precedenti, come quello del Nintendo 3DS o del Red Hydrogen One, sono afflitti da problemi di qualità visiva. Ciò è dovuto principalmente a motivi tecnici, in quanto tali pannelli lavorano con diversi strati diversi creando un effetto parallasse. Questa è anche la causa della seconda limitazione: gli spettatori devono guardare il display da una certa angolazione per percepire l'effetto di profondità e tridimensionalità.

samsung hologram displaz patent letsgodigital
Gli ologrammi di Samsung funzioneranno senza sfruttare diversi strati. / © LetsGoDigital

Grazie al brevetto di Samsung si è riaccesa la speranza che gli ologrammi che galleggiano liberamente sopra il display possano diventare realtà. Un'ingegnosa disposizione di alcune lenti dovrebbe trasformare il display olografico in un proiettore che non bisogna guardare direttamente per osservare l'effetto 3D.

Il brevetto stimola l'immaginazione

Si tratta ancora solo di un brevetto e non è chiaro quando Samsung potrà mostrarlo in azione o produrlo in serie ma già ora l'idea fa volare l'immaginazione.

Gli schermi olografici abbattono una barriera per i contenuti interattivi che in precedenza poteva essere superata solo con accessori VR o AR. I contenuti digitali stanno diventando sempre più tangibili e questi possono essere un grande arricchimento nel campo della medicina, nell'ingegneria, nell'istruzione, nel design o anche nell'industria dello spettacolo.

Gli ologrammi animati appaiono sempre più spesso nei film di fantascienza. Recentemente, in Bladerunner 2049, possiamo osservare ologrammi dominare il paesaggio urbano. Nella casa del protagonista, un ologramma dà un volto al suo assistente digitale.

Gli assistenti digitali sono già disponibili sotto forma di Alexa, Siri e Google Assistant (ok, se proprio insistete anche  Bixby). Il brevetto Samsung dimostra come anche essi possano presto avere un volto.

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica