Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.
Samsung Unpacked 2019: un evento che non dovete assolutamente perdere
Samsung Galaxy Note 9 Hardware Opinion 9 min per leggere Nessun commento

Samsung Unpacked 2019: un evento che non dovete assolutamente perdere

Nuovo anno, nuovo evento Unpacked! Sì, anche il 2019 inizierà con uno degli annunci più importanti del settore: l'arrivo della nuova linea Galaxy S di Samsung. Ma questo non è un anno qualsiasi, bensì quello in cui il gigante sudcoreano festeggerà il decimo anniversario dell'amata serie. Il protagonista del palco sarà il Galaxy S10 e le sue probabili molteplici varianti, ma fate attenzione perché le sorprese sono dietro l'angolo!

Mobile World Congress? No, grazie!

La fiera di Barcellona è famosa per ospitare la presentazione di numerosi smartphone importanti, tanto che numerosi brand non aspettano altro che l'arrivo di febbraio per deliziare i fan con le proprie novità. È il caso di Asus e la sua gamma Zenfone, LG e la linea G, Huawei e la serie P . Talvolta si presenta anche Samsung all'appuntamento catalano.

E sì perché la società sudcoreana ha quasi sempre annunciato il suo dispositivo top di gamma al Mobile World Congress, salvo alcune occasioni, come il 2017, in cui ha invece preferito aspettare un ulteriore mese prima di togliere i veli sulla coppia Galaxy S8 e Galaxy S8+, offrendo un evento di presentazione dedicato. Quello non fu un anno facile, eh Sammy? I due smartphone hanno infatti avuto l'ingrato compito di restituire all'azienda il riconoscimento che merita dopo il disastro di Note 7 e, fortunatamente, ci sono riusciti (a mio avviso).

samsung galaxy s8 s8 plus
Galaxy S8 e S8+ hanno dovuto ricostruire la fiducia dei clienti Samsung. / © AndroidPIT

Arriviamo allo scorso anno, un altro non proprio semplice per Samsung: la concorrenza è sempre più agguerrita e sorgono nuove minacce sempre pronte a mettere il bastone tra le ruote alla regina delle vendite di smartphone. Tra queste, Xiaomi e Huawei, due aziende che meritano tutto il mio rispetto per la loro strategia vincente. Nonostante questo, Samsung torna in scena durante il Mobile World Congress e tira fuori dal cilindro Galaxy S9 e S9+, un miglioramento della precedente generazione e che ancora oggi riesce a regalarmi incredibili soddisfazioni.

E quest'anno? No signore e signori, quest'anno Samsung vuole ancora una volta tutti gli occhi su di sé e non ha alcuna intenzione di trovare un posticino in mezzo a tutti gli eventi pre-fiera degli altri produttori. Il primo Samsung Unpacked si svolgerà una settimana prima del Mobile World Congress, precisamente il 20 febbraio a San Francisco. Inoltre, prendendo spunto dal passato, è abbastanza prevedibile che la società possa tenere un evento in contemporanea anche a Londra.

samsung unpacked 2019
Il primo evento Unpacked dell'anno si svolgerà una settimana prima dell'inizio del MWC. / © Samsung

La strategia di volere un evento dedicato a distanza di una settimana dalla fiera non è sbagliata. Samsung ha tutte le ragioni per farlo e appoggio in pieno la scelta dell'azienda. Le novità che presenterà quest'anno saranno così stupefacenti che meritano di sicuro una particolare attenzione da parte di tutti: clienti e non, partner e, soprattutto, i media. Questo non significa assolutamente che Samsung si presenterà alla fiera di Barcellona a mani vuote. Chi avrà il piacere di visitare la fiera di quest'anno troverà senza ombra di dubbio lo stand del produttore sudcoreano dove potrà ammirare le novità annunciate durante il primo evento Unpacked del 2019.

Benvenuto Galaxy S10!

Il numero presente nell'invito spedito da Samsung alla stampa è abbastanza chiaro, il 10. Non solo si riferisce al fatto che, come abbiamo detto prima, l'azienda intende festeggiare il decennale della linea Galaxy S, ma soprattutto è un chiaro invito a scoprire l'arrivo della prossima ondata di Galaxy S10. Non penserete che verrà presentato un solo smartphone?

Ma quando mai!  Siamo abituati ormai dal 2015 a vedere annunciata una coppia di flagship (Galaxy S6 e S6 Edge), ma pare che quest'anno parleremo di un bel trio. Non solo, gira voce che Samsung voglia far tornare la dicitura Edge sui suoi smartphone! Ma andiamo con ordine...

Come dicevo, quest'anno ci aspettiamo l'arrivo di tre varianti: Galaxy S10 Lite (SM-G970F), detto anche Galaxy S10 E, Galaxy S10 (SM-G973F) e Galaxy S10+ (SM-G975F), rispettivamente con display di dimensioni da 5,8, 6,1 e 6,4 pollici. Tutti e tre, o almeno due di essi, monteranno sicuramente il nuovo Infinity-O Display (meglio conosciuto come "il display col buco"). Questo permetterà a Samsung di limare ulteriormente le cornici superiore e inferiore, cercando di raggiungere il più possibile il 100% nel rapporto schermo/corpo. Secondo le ultime indiscrezioni, la variante Plus di S10 potrebbe addirittura avere due buchi per far posto ad una seconda fotocamera anteriore.

Tale display non è più una novità: abbiamo visto un chiaro esempio di come verrà applicato sul Galaxy A8s, presentato di recente, ma quello dedicato ad S10 sarà decisamente migliore e merita sicuramente un'attenzione più particolare.

gxls10vsheadphone
Questi sono i probabili render mockup della prossima famiglia Galaxy S10. / © Evan Blass

Tra le specifiche da considerare vi è la presenza sotto il cofano di un SoC Snapdragon 855 di Qualcomm per la variante americana e una CPU Exynos 9820 per quella europea, entrambe accompagnate da almeno 6GB di RAM, anche se possiamo immaginare versioni con 8 o addirittura 10GB di RAM. Sul lato fotocamera è probabile che verranno integrati tre sensori, di cui uno principale, uno grandangolare e, infine, uno teleobiettivo.

Inoltre, per rispondere alla concorrenza, mi aspetto che anche Samsung abbia studiato una modalità notturna dedicata da inserire all'interno della propria app fotocamera. Gli sviluppatori di XDA, hanno trovato alcuni indizi al riguardo all'interno dell'app fotocamera di Samsung che si trova a bordo della nuova One UI, basata su Android 9 Pie. La funzionalità viene nominata come Bright Night, un chiaro riferimento.

Una delle novità di cui si è parlato ultimamente è il fatto che Samsung potrebbe definitivamente rimuovere il mai utilizzato scanner dell'iride, migliorando tuttavia lo sblocco facciale donando alla nuova linea Galaxy S10 uno scanner 3D, nato dalla collaborazione tra Samsung, Mantis Vision e Woodgate.

È poi probabile che per la prima volta (e finalmente, aggiungerei) Samsung riuscirà a integrare un sensore di impronte digitali nello schermo dei suoi smartphone. I disperati tentativi del gigante sudcoreano di arrivare per primo in questi anni sono miseramente falliti, ma forse questa è la volta buona!

oppo r17 press oppo 02
Il sensore di impronte integrato nel display non è più una novità ormai. / © Oppo

Dopotutto ci sono riusciti praticamente tutti: Vivo, Oppo, Huawei e OnePlus lo hanno già ospitato sui loro ultimi dispositivi, ma pare che Samsung non abbia voluto utilizzare quelli attualmente in produzione per poter giocare una carta vincente, ovvero il sensore di impronte ad ultrasuoni, ben più efficace di quello a tecnologia ottica, che sarà in grado di supportare gesture, rilevare il battito cardiaco e flusso sanguigno e, inoltre, potrà essere sbloccato anche sott'acqua.

La sorpresa che tutti si aspettano

Sì, l’era degli smartphone pieghevoli è finalmente arrivata, anche se piuttosto lentamente. Nonostante i primi discutibili tentativi da parte di varie aziende e l’arrivo del primo sul mercato, Royole FlexPai, l’arrivo di quello di Samsung servirà sicuramente a smuovere il mercato. Nonostante il Galaxy S10 sia sicuramente molto intrigante, per non dire più pratico, il Galaxy Fold (se così si chiamerà) è certamente più curioso per via della sua novità.

Non vediamo l’ora di saperne di più e speriamo davvero che Samsung possa portarlo ancora una volta sul palco per parlarcene più specificatamente stavolta. Ci sono ancora molte cose di cui non abbiamo idea su questo telefono pieghevole, soprattutto per quanto riguarda le specifiche.

SDC18 Keynote Speech 14 F
Samsung ha mostrato il primo prototipo durante l'SDC 2018. / © Samsung

Lo stiamo aspettando da tanto e Samsung lo ha rimandato fin troppo. Ma stavolta ci siamo sul serio e, se i rapporti del WSJ dovessero essere veritieri, Samsung lo annuncerà a San Francisco. Secondo la fonte del giornale americano, Samsung avrebbe riferito ai propri partner di volere lo smartphone pieghevole sugli scaffali dei negozi entro aprile. Il prezzo, ancora sconosciuto, pare che si aggirerà intorno ai 1500 euro. Staremo a vedere!

Galaxy Home: sarà la volta buona?

Samsung potrebbe anche dedicare qualche minuto della sua presentazione al Galaxy Home, il suo primo smart speaker. Questo altoparlante, alimentato dall'assistente vocale Bixby, potrebbe essere lanciato sul mercato proprio il 20 febbraio in diretta concorrenza contro Google Home, Amazon Echo e Apple HomePod. Samsung ha annunciato Galaxy Home durante l'evento Unpacked di Galaxy Note 9 ad agosto dello scorso anno, ma la società non ha mai annunciato né il prezzo né la data di uscita.

samsung galaxy home smart speaker bixby
Lo vogliamo lanciare sul mercato questo Galaxy Home? / © Samsung

Dunque è abbastanza prevedibile che Samsung possa sfruttare la vastità di questo evento Unpacked per dire la sua anche nel mercato degli smart speaker rilasciando il Galaxy Home. Ricordiamo, infine che il prezzo ipotizzato per questo dispositivo è di circa 350 euro.

La One UI potrebbe nascondere qualcosa

Siamo proprio sicuri che Samsung ci abbia detto tutto riguardo la One UI? Annunciata durante l'SDC 2018, la nuova versione dell'interfaccia grafica basata su Android 9 Pie è appena uscita dalla fase beta ed è disponibile in via ufficiale per Galaxy S9 e S9+, mentre in questi giorni è iniziata anche la fase di roll-out su Note 9.

Tuttavia, nonostante sia già disponibile in versione stabile, ho sempre l'impressione che Samsung possa stupirci durante la presentazione di S10 anche riguardo questo punto di vista, magari rivelando alcune features disponibili in esclusiva sui nuovi flagship.

samsung one ui hero samsung 01
Samsung ha progettato la One UI insieme a Google per adattarsi agli smartphone pieghevoli. / © Samsung

Come dimenticare poi lo smartphone pieghevole! Una delle cose che Samsung ha dichiarato in maniera chiara è che la One UI è stata studiata ad-hoc per questo genere di dispositivi grazie alla partnership con Google. Dunque preparatevi a vedere la One UI dare il massimo delle sue potenzialità sul Galaxy Fold.

Samsung invita anche voi!

Anche se non sarete presenti fisicamente all'evento, Samsung vi invita comunque a farne parte. Come sempre, gli eventi di questa portata possono essere seguiti in streaming e Samsung non è da meno. Sarà possibile seguire la diretta streaming dal sito ufficiale di Samsung Global.

L'appuntamento è fissato per mercoledì 20 febbraio alle ore 20 (ora Italiana). Non mancate!

E voi, come immaginate il prossimo evento Samsung Unpacked? Fatecelo sapere qui sotto nei commenti!

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica