Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
3 min per leggere 23 Condivisioni 3 Commenti

Modalità aereo: non attivarla mette davvero a rischio la nostra vita?

Attivare la modalità aereo è diventata un'azione automatica non appena prendiamo posto in aereo, allacciamo le cinture di sicurezza ed il personale di bordo ci ricorda di disattivare tutti i dispositivi elettronici, smartphone compreso, al momento del decollo. Ma cosa succede se ci si dimentica di attivare la modalità aereo? Si rischia di causare un catastrofico incidente aereo? Assolutamente no!

Il timore di poter provocare un incidente aereo ci accompagna da quando gli smartphone sono comparsi nella nostra vita. Ci siamo convinti che dimenticare di attivare la modalità areo sul nostro dispositivo possa avere conseguenze catastrofiche. Ha davvero senso avere paura che un'evenienza simile possa verificarsi? Non molto...

androidpit samsung galaxy note 5 1
Avete dimenticato di attivare la mdoalità aereo? Ed ora?! / © ANDROIDPIT

L'utilizzo dello smartphone durante il volo

La Commissione Europea nel 2008 ha approvato l'utilizzo dei telefoni cellulari durante i voli che sorvolano lo spazio aereo europeo, una volta che questi raggiungono una quota di 3000 metri o superiore. Oggi non solo è possibile utilizzare il proprio dispositivo, ma è addirittura possibile, in alcuni veivoli, utilizzare le reti wireless durante il volo. Vi sono già compagnie, come la Norwegian ad esempio, che permettono ai passeggeri di connettersi ad internet mentre si è in volo. State tranquilli quindi perchè l'utilizzo dello smartphone non influenza i voli commerciali.

Come si può utilizzare lo smartphone in volo?

La risposta si trova nelle pico-cellule. Queste, presenti nei veivoli che supportano l'utilizzo della rete WIFI, consistono in delle speciali scatole radio capaci di raccogliere tutti i segnali provenienti dai telefoni cellulari presenti nell'aereo e di ridirigerli verso il collegamento satellitare. Queste antenne sono posizionate molto vicino alla testa del passeggero, in modo che il segnale tra lo smartphone e l'antenna non sia troppo intenso e non possa così interfire con il sistema di navigazione.

Le compagnie che utilizzano questo sistema non hanno subito alcun incidente aereo, il che supporta l'idea che l'utilizzo dello smartphone durante un volo non sia causa di incidenti aerei.

Cosa succede se il veivolo su cui ci troviamo non supporta il sistema delle pico-cellule?

State tranquilli, anche in questo caso non siete in pericolo di morte! Quando un aereo raggiunge una certa quota, lo smartphone non riesce più a connettersi a nessuna rete, è fisicamente impossibile. Il rischio qui è limitato alle fasi di decollo e atterraggio perchè si è più vicini alle antenne di telefonia mobile collocate a terra. In questo caso i segnali emanati dagli smartphone possono interferire con i sistemi di navigazione e di comunicazione degli aeromobili. In ogni caso, come detto sopra, le probabilità sono molto basse perchè le cabine degli aeromobili sono ben isolate.

La modalità aereo va attivata o no?

Tra il vedere e il non vedere...durante la procedura di decollo e atterraggio, a meno che l'equipaggio a bordo comunichi il contrario, è consigliabile disattivare lo smartphone o attivare la modalità aereo. Durante il volo seguite le indicazioni del personale di bordo, ma qualora foste degli sbadati cronici e doveste dimenticare di spengere il vostro dispositivo o di attivare la modalità aereo state tranquilli, le probabilità che si verifichi un incidente aereo a causa della vostra sbadataggine sono praticamente nulle!

Avete mai dimenticato di attivare la modalità aereo? Avete mai navigato sul web in volo? Condividete con noi le vostre esperienze lasciando un commento!

3 Commenti

Commenta la notizia:
  • Ciao Rosa ho una domanda che nn c'entra niente, ma che mi è venuta in mente riguardando l'articolo: sul Note 5 nelľ immagine c'è scritto Galaxy Note 5 (dietro), ma non su tutti i modelli
    Perché? Io ho perso una scommessa con un mio amico perché sul suo S7 non c'era scritto Galaxy S7.

  • finalmente qualcuno che ha scritto un articolo veritiero, infatti in una puntata dei mythbusters, facevano vedere su un aereo privato, che era impossibile disturbare le frequenze radio e i vari dispositivi del velivolo, con uno smartphone o cellulare, avevano provato anche ad alzare la soglia di disturbo con un apparecchio particolare, ma anche li, non causò alcun problema, semplicemente le compagnie hanno voluto lucrare sulle telefonate

  • Questa ľ avevo già letta nel briefing del mio samsung

23 Condivisioni

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK