Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
5 min per leggere 30 Condivisioni 2 Commenti

5 motivi per desiderare uno smartphone con Snapdragon 820 integrato!

Avrete probabilmente sentito parlare dello Snapdragon 820, il nuovo processore che dovrà risollevare il prestigio della Qualcomm dopo il difficile anno trascorso con il bollente Snapdragon 810. Se anche processori e dettagli tecnici non vi interessano particolarmente, scoprite perchè vale la pena puntare su un nuovo smartphone animato dal nuovo chip.

Migliorato sotto diversi aspetti, lo Snapdragon 820 si prepara a far girare a gran velocità i top di gamma in arrivo nel 2016, potenziandone le prestazioni. Scoprite in che modo il promettente processore riuscirà a cambiare, in meglio, la vostra esperienza su Android!

qualcomms snapdragon 820
Tutte le novità più interessanti introdotte dallo Snapdragon 820! / © Qualcomm

1. Addio bollenti spiriti 

Che abbiate o meno messo in tasca uno smartphone dotato di Snapdragon 810, avrete sicuramente sentito parlare dei problemi di surriscaldamento riscontrati ad un determinato voltaggio. Il G Flex 2 è stato il primo, ma non l'unico, a rivelare un eccessivo surriscaldamento percepile al tatto che, oltre a mandare il ebollizione la scocca, ha causato crash improvvisi ed un maggior consumo di batteria.

Bisogna ammettere che, se alcuni brand sono corsi ai ripari dotando i propri flagship di diversi chip (Samsung ha preferito un processore Exynos 7420 per i Galaxy S6, mentre LG ha optato per uno Snapdragon 808 per il G4), tanti utenti con in tasca un dispositivo dotato di Smapdragon 810 non hanno (per fortuna) riscontrato problemi di surriscaldamento, almeno non tali da compromettere le prestazioni dei propri smartphone. In ogni caso scegliendo uno smartphone con Snapdragon 820 potrete dormire sonni tranquilli perchè la gestione delle temperature è stata migliorata in modo significativo.

lggflex2 banana2
Lo Snapdragon 820 non si surriscalderà! / © ANDROIDPIT

2. Maggiore autonomia della batteria

Una delle richieste più diffuse tra gli utenti Android (ed Apple) è una maggiore autonomia della batteria. Con uno smartphone è ormai possibile fare di tutto, programmare la giornata, acquistare i biglietti del cinema ed i regali di Natale, prenotare un tavolo al vostro ristorante preferito, trovare parcheggio, inviare file di lavoro, videochiamare gli amici sparsi in giro per il mondo, accendere la TV, riprodurre video e giochi di alta qualità...il tutto fino a quando la batteria non muore lì, davanti ai vostri occhi, proprio sul più bello.

Qualcomm si impegna ormai da anni a migliorare l'autonomia dei nostri dispositivi ed ha ora integrato una nuova tecnologia, Hexagon 680 DSP affiancata alla CPU Kryo, che gestisce i nuclei in funzione disabilitando quelli non necessari e limitando così i consumi. E quando, ad un certo punto della giornata, avrete bisogno di ricaricare il vostro smartphone potrete sfruttare la Quick Charge 3.0, del 38% più efficiente rispetto alla versione 2.0 e 4 volte più rapida rispetto alla carica normale (questo è ciò che afferma Qualcomm). 

ANDROIDPIT battery 1
Una maggiore autonomia grazie allo Snapdragon 820! / © ANDROIDPIT

3. Velocità di download e upload potenziata

Potrete forse non essere degli smanettoni incalliti, ma sono certa che non vi dispiacerà avere a disposizione una velocità di download ancora più rapida sul vostro Android. File musicali, film, applicazioni, giochi: grazie al nuovo Modem X12 LTE integrato nello Snapdragon 820 potrete teoricamente usufruire di una velocità di download fino a 600Mbps.

Non dovrete più stare immobili a sbuffare mentre osservate il livello di download del vostro gioco preferito, perchè con lo Snapdragon 820 i tempi si riduranno notevolmente. Preparatevi quindi ad una velocità di upload e download potenziata del 33% rispetto a quella garantita dal X10LTE, integrato nello Snapdragon 810. Ovviamente va considerato che ad influire sulla velocità di download/upload vi sono anche altri fattori come la rete a cui ci si appoggia. 

androidpit Nexus 6P speed up
Uno smartphone con il turbo! / © ANDROIDPIT

4. Esperienza fotografica ottimizzata

Quanto conta per voi l'esperienza fotografica su Android? Se siete soliti utilizzate il vostro dispositivo per scattare foto, girare video e riprodurre giochi, sappiate allora che la nuova GPU Adreno 530 promette una potenza ed efficienza grafica del 40% superiore rispetto a quella offerta dalla GPU Adreno 430. Grazie all'Advance Camera Spectra ISP (Image Signal Processor) potrete scattare foto ancora migliori, caratterizzate da una più vasta gamma di colori.

Il nuovo processore permetterà di catturare video in 4K ed immagini fino a 25MP in modo rapido, oltre a migliorare la qualità delle immagini scattate in scarse condizioni di luminosità (Qualcomm promette l'assenza di rumore fotografico e colori più naturali e luminosi). Anche in questo caso il processore non potrà certo far tutto da solo: il sensore ed il software implementati dal produttore sullo smartphone giocheranno senza dubbio un ruolo importante.

sony xperia z5 camera mode 3
Una qualità grafica migliore grazie allo Snapdragon 820! / © ANDROIDPIT

5. Uno smartphone più sicuro grazie a Smart Protect

Quello della sicurezza su Android è stato un tema molto dibattuto quest'anno, soprattutto dopo l'avvistamento di alcuni malware abilmente nascosti all'interno di app fasulle. Lo Snapdragon 820 integra però una nuova tecnologia capace di proteggere in modo più completo i dispositivi.

Per farlo si appoggia a Smart Potect, uno strumento capace di rilevare i malware prima che riescano a penetrare nel sistema. Smart Protect è stato progettato per studiare il comportamento in tempo reale delle app presenti nel dispositivo e per rilevare comportamenti anomali. Le app sospette verranno poi classificate a seconda della loro pericolosità e starà poi a Smart Protect, o a voi stessi, rimuoverle o agire di conseguenza.

AndroidPIT Nexus 6 security malware
Dormite sonni tranquilli con il nuovo chip Qualcomm! / © ANDROIDPIT

Sarà probabilmente il Mi5 di Xiaomi il primo smartphone ad integrare il tanto atteso Snapdragon 820. Non vediamo quindi l'ora di poterlo testare per verificare le reali prestazioni di questo nuovo processore, che promette di migliorare autonomia della batteria, esperienza fotografica, velocità di download/upload, sicurezza oltre a risolvere il tanto chiacchierato problema di surriscaldamento tirato fuori dal suo predecessore.

 Riuscirà secondo voi nell'impresa? Cosa vi aspettate dallo Snapdragon 820?

30 Condivisioni

2 Commenti

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK