Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.
5 app che vale la pena disinstallare dal vostro smartphone
Applicazioni Opinion 4 min per leggere 1 Commento

5 app che vale la pena disinstallare dal vostro smartphone

Anche voi installate le app sul vostro smartphone e poi vi dimenticate di averlo fatto? È arrivato il momento di fare pulizia e sbarazzarsi di quelle applicazioni che non servono più. Vediamo insieme quali sono le più comuni.

Clean Master

Non si tratta solo di Clean Master, ma di tutte le applicazioni che mirano a migliorare l'autonomia e/o le prestazioni del vostro dispositivo. Alcune di esse occupano solo spazio sul dispositivo e non fanno altro che svuotare la cache. Inoltre, è anche vero che tali applicazioni funzionano continuamente in background, agendo sull'autonomia dello smartphone.

Non solo il loro funzionamento in background è spesso necessario per il corretto funzionamento dell'applicazione stessa, ma causa un tempo di avvio delle altre app più lungo

AndroidPIT security 3870
È ora di fare un po' di pulizia sul vostro smartphone. / © AndroidPIT

Facebook

Ci sono talmente tante ragioni per disinstallare Facebook che non so proprio da dove iniziare. Vediamo un po': terribile concezione della privacy degli utenti con la sua preoccupante necessità di ottenere sempre più informazioni (compreso il vostro orientamento religioso o sessuale), la presenza di bug nel sistema, mancanza di etica, fusione e trasferimento di informazioni con altri servizi, grave mancanza di controllo sulla propria rete sociale, etc.

La preoccupazione è che mentre la maggior parte delle persone riconoscerà tutti questi motivi per disinstallare l'applicazione e smettere di usare il servizio, l'unico motivo per continuare ad usarlo prevale su tutti i motivi per abbandonarla.

Facebook 03
Facebook ha bisogno di voi, ma voi avete davvero bisogno di Facebook? / © Phunkod/Shutterstock

ES File Explorer

Questa applicazione non è più presente nemmeno sul Play Store (e questo già è un motivo per disinstallarla). Il motivo è semplice: l'app faceva sì che gli annunci pubblicitari al suo interno si cliccassero da soli senza il permesso degli utenti. La società che sta dietro l'applicazione, DO Global, ha confermato che si sono verificate "irregolarità nell'uso degli annunci AdMob in alcuni dei suoi prodotti" e si è scusata pubblicamente.

AndroidPIT es file explorer 9015
Addio ES File Explorer, non mi fido più! / © AndroidPIT

In ogni caso, il danno è fatto, la fiducia è rotta e l'applicazione non è più disponibile. Se la si utilizza ancora, sarebbe il momento giusto per eliminarla.

Tinder

Tinder è un'applicazione di incontri particolarmente popolare. Si basa sull'attrazione fisica, un approccio che non è il più romantico, ma qui il romanticismo non è chiaramente la priorità degli utenti. Al di là di questa concezione piuttosto particolare della ricerca dell'amore, si nasconde un'intera tecnologia...

Qualche mese fa, come tutti i grandi nomi della tecnologia, anche Tinder ha registrato ogni informazione dei suoi utenti, ma, soprattutto, ha attribuito un livello ad ognuno di essi. A seconda del livello raggiunto, l'algoritmo determinerebbe i profili che l'utente sarà in grado di visualizzare. Tinder ha poi riferito di aver cambiato il suo modo di agire, ma è infinitamente improbabile che l'azienda si concentri solo sull'età, la distanza e il sesso degli utenti.

AndroidPIT its a match tinder
Anche gli oranghi hanno una propria rete di appuntamenti. / © AndroidPIT

"Il nostro sistema attuale regola le potenziali corrispondenze. Ogni volta che viene fatto uno swipe a sinistra o a destra, l'ordine delle potenziali corrispondenze delle successive 24 ore si modifica". Non siete ancora convinti? Allora aggiungiamo il fatto che Tinder condividerà presto i dati dei suoi utenti con le autorità russe.

UC Browser

Il browser è l'elemento più importante per la navigazione su Internet, per cui è doveroso scegliere con cura quello da utilizzare. Se siete interessati alla vostra privacy, state lontani da UC Browser. Tutto è iniziato nel 2015, quando Edward Snowden ha riferito che UC Browser è in grado di trasferire moltissimi dati privati (IMEI dello smartphone, ID Android, indirizzo MAC del dispositivo, posizione, etc.). I problemi di sicurezza sono stati poi scoperti: si trattava di un metodo per infettare gli smartphone con degli spyware.

googlechromebetadarkmodet
Chrome è sicuramente una soluzione migliore. / © AndroidPIT

Nel 2016, il sistema di crittografia del browser si è rivelato inefficace e molti dati sono stati trasferiti senza cifratura e, talvolta, hanno permesso di identificare gli utenti. Il gruppo AliBaba, la società che stava dietro a tale applicazione, non è riuscita a convincere con i successivi aggiornamenti. La pena? Il ban dal Play Store!

E voi, quali applicazioni avete disinstallato. E perché?

1 Commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

  • Chi avrebbe mai detto che ES file Explorer fosse implicata in questa storia? Anni fa la utilizzai ed era un file manager fra i più gettonati, buono anche per dispositivi root. Chi immaginava che c'entrasse in questa recente faccenda dei clic virtuali e che addirittura venisse dismessa dallo store?