Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
4 min per leggere 9 Condivisioni 11 Commenti

5 ragioni per non comprare uno smartphone con Android KitKat

La storia di Android 4.4 KitKat è piuttosto peculiare e si distingue da quella delle versioni precedenti e successive del sistema operativo di Google. Innanzitutto è l'unico aggiornamento recente ad aver cambiato nome senza aver cambiato numero di versione (da 4.0 Jelly Bean a 4.4 KitKat), ed è anche l'unico nome proprio di dolcetto (Nestlè ha ricevuto dei bei soldoni). KitKat è stato molto apprezzato per vari motivi, ma i tempi cambiano ed è arrivato il momento di evitare questa versione di Android come la peste.

Insieme a Jelly Bean, KitKat è il firmware più diffuso di Android (39% KitKat, 29% Jelly Bean e 25% Lollipop al netto di tutti i dispositivi Andriod in circolazione). Questo perchè Android 4.4 è particolarmente moderato nei consumi di RAM e anche i dispositivi di fascia medio bassa lo “digeriscono” senza problemi. Nel mondo della tecnologia però, si sa, il tempo è tiranno ed una versione così apprezzata di Android, fa presto a mostrare svantaggi e difetti degni di nota. Ecco perchè è preferibile acquistare un dispositivo, se non con Marshmallow, almeno con Lollipop!

androidpit Kitkat vs Marshmallow
Qual è più goloso tra KitKat e Marshmallow? / © ANDROIDPIT

1. Poca protezione della privacy

Ecco la solita premessa: sappiamo bene che tra i nostri lettori ci sono pochi 007, ma che i nostri dati siano vulnerabili e le foto delle nostre vacanze finiscano in giro per la rete è comunque qualcosa di poco gradevole. Esiste un documento del dipartimento fiscale dello stato di New York che, per eventuali controlli, costringe Google a prendere tutte le informazioni disponibili sul nostro dispositivo mobile.

Con l'avvento di Lollipop è molto più difficile e complicato che Google (lo stesso creatore dell'OS) possa entrare in tutti gli Android sparsi per il mondo, ma KitKat e tutte le versioni precedenti (il 74% del totale) dispongono di questa porticina sul retro che viola completamente la nostra privacy.

AndroidPIT privacy 1
Lo stesso Android non può accedere ai nostri file privati. / © ANDROIDPIT

2. Nessun patch per la correzione dello Stagefright

Stage che? Stagefright, che si potrebbe tradurre come ansia da palcoscenico, è un archivio presente in tutte le versioni di Android da Froyo a Lollipop 5.1. Stagefright gestisce il comparto multimediale del sistema operativo ed è il bersaglio preferito degli hacker, dato che è lì che si trova una notevole falla di sicurezza.

Questo archivio contiene un bug per cui è possibile controllare l'intero sistema operativo da remoto tramite l'invio di un particolare MMS. Google è corso subito ai ripari ed ha eliminato questo bug da tutti i suoi Nexus, seguito da tutte le altre case costruttrici che hanno fatto lo stesso, ma non per tutti gli smartphone presenti sul mercato. Proprio molti KitKat sono rimasti fuori e sono tutt'ora vulnerabili.

AndroidPIT Sony Xperia Z3 Android KitKat
KitKat è tutt'ora il firmware più diffuso di Android, ma anche quello più vulnerabile! / © ANDROIDPIT

3. Poca probabilità che il dispositivo si aggiorni a Marshmallow

Anzi, quasi nessuna. Se il vostro smartphone o tablet sta ancora girando KitKat e in tutto questo tempo non avete ricevuto alcun aggiornamento a Lollipop, beh, scordatevi pure le novità di Marshmallow!

Android 5.0 Lollipop fu introdotto sui Nexus nel lontano Novembre del 2014 e se il vostro dispositivo animato da KitKat è stato acquistato in quella data siete sul limite. Google non garantisce gli aggiornamenti ai dispositivi più vecchi di 18 mesi. Se non avete un flagship (o un ex flagship) allora è praticamente impossibile che Android 6.0 compaia sul vostro display.

androidpit android marshmallow wallpapers 4
O Marshmallow o muerte! / © ANDROIDPIT

4. Niente Material Design

Eh sì, anche l'occhio vuole la sua parte ed il Material Design ha definito lo stile di Android Lollipop influenzando gli sviluppatori di app e anche l'attuale Marshmallow. L'aspetto dell'intefaccia è stato rivoluzionato con Lollipop e la versione precedente, KitKat per l'appunto, è diventata imporvvisamente antiquata.

Purtroppo o per fortuna, l'aspetto grafico di qualsiasi gadget abbia come output un display è fondamentale e d'impatto. Basta avere a che fare con un aggiornamento che sfoggi il material design per qualche ora che, da quel momento in poi, KitKat o Jelly Bean sembreranno gli Android dei Flintstones.

Android m android lollipop teaser
Marshmallow migliora chiaramente il Material Design di Lollipop. / © ANDROIDPIT

5. Assenza di funzioni come Doze o notifiche Heads Up

Inevitabilmente un aggiornamento porta con sé nuove funzioni e nuove caratteristiche e ora, da KitKat, ne è passata di acqua sotto i ponti e le funzioni non disponibili cominciano a farsi sentire. Marshmallow ha introdotto un nuovo ed efficiente sistema per il risparmio energetico, quel Doze che va a migliorare nettamente il sistema di risparmio della batteria integrato con Lollipop.

Anche le comode notifiche Heads up sono off limits per i vecchi KitKat. Vero è che esistono app che possono ovviare a queste mancanze, ma spesso si devono accettare banner pubblicitari o si devono avere permessi di root.

androidpit battery low 1
Doze manda in letargo le app quando non sono necessarie! / © ANDROIDPIT

E voi usate ancora KitKat?

Originariamente di Flavio Prado su Androidpit.es

11 Commenti

Commenta la notizia:
  • Mi chiedo solo che senso abbia una impostazione delle versioni Android come quella attuale. Certo non deve essere facile organizzare e gestire aggiornamenti su così ampia scala, su una miriade di dispositivi sparpagliati per il pianeta; ma assicurare patch solo entro i 18 mesi mi sembra un'assurdità. Più leggo notizie riguardanti il mondo Android più mi sembra che (se non si è capaci di mantenere il giusto distacco e la giusta lucidità) si possa finire in una situazione grottesca o baratro senza terminazione, in cui un utente non possa mai veder esaudito il desiderio di veder raggiunto un sano punto d'equilibrio (almeno animalmente, questa tensione dovrebbe far sentire il proprio richiamo :-): falle continue che smitizzano quello che era il mito decantato e celebrato appena nell'arco delle 24 ore precedenti, migliorie che a volte non hanno neanche una parvenza di riscontro oggettivo sul campo oppure si tratta di velleità del marketing o addirittura insinuano nuove problematiche. Insomma, secondo questa filosofia, il consumatore finale dovrebbe compiacersi di acquisire con 'trasporto' un prodotto nella consapevolezza che poi, nel brevissimo termine, quell'entusiasmo dovrà essere rimpiazzato da un sentimento di repulsione per l'oggetto prima ambito e ora affossato dai fuochi artificiali del successore (sicuramente migliore fino all'arrivo della prossima patch, che comunque non si vedrà mai perché il proprio gingillo risulterà obsoleto di ben 12 mesi, oppure perché il carrier ritarderà, quando non se ne infischierà direttamente). Forse non si verifica che proprio per via di questa apertura del sistema, di questo divario tra passaggio di una versione Android e implementazione da parte del produttore, con tutti i tempi che ciò richiede, si abbiano in vetrina dispositivi, anche di fascia alta, con su non esattamente il rilascio attuale?
    Queste le conclusioni a cui sono arrivato, ciascuno è libero di fare i propri apprezzamenti in merito, ma mi si consenta questa piccola esternazione.

  • ce gente che ancora oggi non sa che significa aggiornamento e figurati se si preoccupano se il cellulare ha kitkat lollipop ecc ecc parliamoci chiaro questi articoli contano poco perche' vuoi la crisi,vuoi l'ignoranza della gente frega poco e guardano solo il prezzo!!!!

  • Io non comprerei oggi un telefono senza almeno Lollipop. Ma quale è la percentuale di coloro che sanno cosa sia? E quale quella di coloro che per motivi vari acquistano sotto i 100€? Pertanto credo che le caratteristiche sopra elencate interessino, bene o male che sia, non troppe persone ed in ogni caso solo chi può e vuole spendere, ma in questo caso la loro scelta ricadrebbe gioco forza su un almeno Lollipop

  • Comunque android 4.0 si chiamava android ice cream sandwich

  • Ti dico la verità: Lollipop, per quel che mi riguarda, potrebbe essere il sistema operativo definitivo, talmente mi trovo bene. Poi, ovviamente, sono anche incuriosito da Marshmallow, che pare vada ad aggiornare il mio Note 4 (pare, ripeto, che io sono un po' san Tommaso), anche se c'è sempre il timore che vada a peggiorare quello che ora trovo perfetto. In ogni caso staremo a vedere, ma se Samsung si dimenticare di aggiornare non ne farei sicuramente un dramma.

    • La serie note è sempre stata ben ottimizzata in qualsiasi versioni di android
      Pero per gli altri smartphone samsung e non il cambio da kitkat a lollipop è stato fatale, batteria diminuita e sono comparsi vari bug e lag, l'aggiornamento alla 5.1.1 ha migliorato qualcosina ma c'è ancora lavoro da fare, su molti l'aggiornamento ha mandato il telefono in bootloop, quindi dire che lollipop va bene devi parlare solo per alcuni smartphone singoli

      • Infatti, se noti, ad inizio commento ho specificato "per quel che mi riguarda". Poi so benissimo che per qualcuno ci sono dei problemi, con Lollipop. Vivo anch'io sul pianeta Terra. :-)

    • Capisco bene il tuo ragiornamento, io sto resistendo strenuamente a Microsoft che vuole appiopparmi Win 10!

  • Probabilmente KitKat è il più diffuso perché a tutti piace fare un break e tutti spezzano con KitKat come diceva lo slogan :). Ad ogni modo devo dire la verità, hai fatto un'ottima osservazione sulla privacy nel senso che è importante ma non bisogna pensare che i servizi segreti di tutto il mondo stiano li a spiare noi. Certo adesso è possibile che per la sicurezza dei cittadini si sacrifichi qualcosa della loro privacy e quindi, almeno a campione potremmo diventare importanti anche noi comuni mortali per i servizi segreti. Devo poi aggiungere, che discorso della privacy a parte, mi è piaciuta la considerazione riguardante i 18 mesi, effettivamente la legge di Moore riguarda proprio un periodo di 18 mesi, ed adesso vuoi che le case lo fanno a posta, o vuoi che Gordon Moore ci aveva visto giusto e sicuramente era lungimirante, davvero uno smartphone con più di 18, al massimo in rari casi 24 mesi, non riceve più aggiornamenti da Android. Certo poi si possono avere opinioni a riguardo, io ad esempio non sempre vedo l'assenza di aggiornamenti come una cosa sbagliata anche se è uno strumento per stare a passo con i tempi e con le nuove tecnologie che di volta in volta, si affiancano o collaborano con lo smartphone. Infine voglio aggiungere che io ho usato ICS, JB e K, ed ho trovato che ICS è molto comodo, almeno per me, ha un'interfaccia utente molto amichevole e familiare, penso che non riuscirei a passare a Lollipop senza un po' di diffidenza

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK