Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
2 min per leggere 3 Commenti

Google prende il controllo sui Nexus per un futuro in stile Apple?

Android stock, la versione pura del sistema operativo, quella di norma offerta dai dispositivi Nexus, è destinata a cambiare faccia e trasformarsi in un software con più carattere. Questo almeno è trapelato direttamente dalle labbra di Sundar Pichiai in un'intervista tenuta in occasione della Code Conference poche ore fa. L'era delle custom ROM è giunta al termine, preparatevi ad un futuro ricco di funzioni sempre nuove e personalizzate. 

AndroidPIT Nexus 5X 8908
Preparatevi a dire addio ad Android stock! / © ANDROIDPIT

Calmi, prima di entrare in uno stato di panico, analizziamo bene quello che è stato detto, o meglio accennato in pochi secondi, da Sundar Pichiai in occasione della Code Conference. Il CEO di Google ha spiegato che la loro intenzione è quella di porre maggiore attenzione sui dispositivi Nexus, continuando a collaborare con diversi brand produttori ma offrendo un maggiore input per quanto riguarda design e software. "Avremo più voce in capitolo, quando necessario, in modo tale da valorizzare il prodotto", ha spiegato Pichai. Sembra dunque che Google abbia le idee chiare e voglia prendere il pieno controllo sulla linea Nexus. 

L'intervista però è andata avanti e l'attenzione si è spostata sul software. Anche in questo caso il CEO di Google non si è dilungato troppo e non ha voluto rivelare dettagli aggiuntivi, ha solamente dichiarato che "in futuro verranno aggiunte diverse funzioni alla versione stock di Android sui dispositivi Nexus". È bastata questa frase all'apparenza innocua a generare un'infinità di domande nella nostra testa: sarà Google stesso ad introdurre queste funzioni o verrà lasciata carta bianca ai produttori? Il sistema operativo diventerà sempre più chiuso e difficile da personalizzare con custom ROM? 

Arrivate al minuto 20:30 per ascoltare voi stessi le dichiarazioni di Sundar Pichai riguardo al futuro dei Nexus!

Lo scopo finale di Google sembra essere quello di offrire agli utenti un prodotto unico, dotato di più carattere, senza rinunciare alla collaborazione con i diversi OEM, che probabilmente si vedranno costretti a rispettare più regole. In che modo questo cambiamento cambierà l'esperienza utente non possiamo ancora saperlo, ma la direzione sembra essere quella che va verso un sistema operativo più chiuso in stile Apple. 

3 Commenti

Commenta la notizia:

  • Marketing per far diventare sempre più esclusivi i nexsus a discapito degli utenti finali, il prezzo sarà simile agli apple, un peccato dato che volevo passare al nexusus 6p


  • Spero proprio che Android non diventi come Apple. Certo che se i nostri dispositivi targati robottino verde riuscissero ad avere gli aggiornamenti come quelli di Apple....allora si che sarebbe una buona notizia.


  • Ovviamente l'ipotesi di un OS meno aperto non sembra essere una buona notizia, almeno questa è la prima sensazione. Ma se questo maggiore controllo sui Brand si risolvesse anche in una facilitazione degli aggiornamenti (che è divenuta via via più fallimentare) beh, allora ben venga.

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK