Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

3 min per leggere Nessun commento

Bixby 2.0: Samsung preme sul tasto reset

Samsung ha dovuto ricominciare da capo con Bixby, almeno in alcuni punti centrali. Bixby 2.0 è attualmente in versione beta, ma è pronto per il lancio in pochi mesi con il Galaxy Note 9. L'influenza di Siri su Bixby è indiscutibile!

Prima le cattiva notizia: il pulsante Bixby rimane. Quella buona? L'assistente verrà presto rilasciato nella versione 2.0. Con Bixby 1.0 Samsung si è occupata principalmente di implementare l'assistente sul maggior numero possibile di dispositivi. Missione completata, anche se non al 100%.

Ora la seconda generazione di Bixby è pronta ad arrivare concentrandosi su maggior funzioni oltre che ottimizzate. Samsung ha dovuto ricostruire alcune parti fondamentali del framework di Bixby utilizzando l'assistente Siri di Apple come modello. In termini di architettura, Samsung si è soffermata sui dettagli per poter rendere Bixby più funzionale.

Tra le particolarità di Bixby vi è la sua capacità di interagire più a fondo nel sistema rispetto a Google Assistant. Samsung dà poi grande importanza alla capacità di Bixby di riuscire a comprendere un linguaggio naturale piuttosto che limitarsi all'ascolto di specifici comandi. 

Parte delle sintesi vocali sono sviluppati direttamente da Samsung, solo una parte fa affidamento a fonti esterne come Nuance. Ciò non velocizza necessariamente lo sviluppo ma Bixby 2.0 dovrebbe riuscire a comunicare meglio riuscendo a distinguere diversi interlocutori.

samsung galaxy s9 s9p bixby c2vx
Le traduzioni con Bixby sono davvero buone. / © AndroidPIT

L'apprendimento delle lingue da parte di Bixby richiede più tempo

Il fatto che Samsung attribuisca così tanta importanza al linguaggio naturale e alla sua comprensione rende più lungo il processo di apprendimento di nuove lingue da parte di Bixby. Già nell'aprile dello scorso anno il produttore sudcoreano aveva annunciato che Bixby avrebbe parlato nuove lingue entro la fine del 2017, ma sappiamo come non sia stato possibile. Per il supporto all'italiano occorrerà aspettare ancora, ma arriverà.

Per ora Bixby continua a parlare solo inglese e coreano. Google ha annunciato all'MWC 2018 che l'Assistente parlerà 30 lingue entro la fine dell'anno e riuscirà perfino a parlare e capire tre lingue contemporaneamente.


Scoprite di più su Samsung al Mobile World Congress 2018


Con Bixby 2.0 l'assistente di Samsung si lascerà alle spalle anche i limiti dello smartphone. Bixby sarà onnipresente: nelle tv, negli smart speaker o negli indossabili. Per televisori e indossabili Samsung si affida al sistema operativo Tizen e Bixby non potrà che adattarsi. L'SDK verrà aperto per consentire anche a partner e sviluppatori di terze parti di mettere le mani nel sistema.

Nuovi dettagli su Bixby 2.0 arriveranno durante l'estate, probabilmente al lancio del Note 9 o poco prima. All'IFA 2018 Bixby 2.0 potrebbe celebrare il suo debutto sull'S9.

Voi pensate che Samsung abbia bisogno del proprio assistente vocale o Assistant di Google è più che sufficiente per ora?

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

Articoli consigliati