Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

Sponsorizzato 7 min per leggere Nessun commento

Come proteggere il vostro PC dal ransomware

Ransomware è un tipo di malware particolarmente pericoloso che crittografa i file e li tiene in ostaggio fino a quando non si effettua un pagamento. In questo articolo vi spieghiamo che cos'è il ransomware, come funziona e quale software può aiutarvi a proteggervi da questo pericolo.

Cos'è ransomware e perché proteggersi?

Ransomware è un tipo di malware che blocca il dispositivo o crittografa i file al suo interno impedendone l'accesso fino a quando non viene pagata una determinata somma di denaro. Questo fastidioso malware può essere trasmesso tramite un Trojan, che può essere scaricato accidentalmente al posto di un altro file, o può diffondersi senza alcuna azione da parte dell'utente, come nel caso di WannaCry.

WannaCry si è diffuso molto rapidamente ed è stato forse l'esempio più recente di ransomware di una certa portata. Ha colpito 300 mila computer in oltre 150 Paesi sfruttando una vulnerabilità di Windows trapelata dall'NSA. Un altro esempio di ransomware è Cerber, che infetta il sistema tramite un Trojan e che crittografa i file chiedendo poi un pagamento. 

È possibile imbattersi in questo tipo di malware scaricando software pirata o film e solo gli hacker hanno la possibilità di decrittografare i file. Altri esempi di ransomware di questo genere sono CryptoLocker, Petya, Bad Rabbit, AES-NI e Osiris, e la lista continua.

Wanna cry
Il pagamento medio richiesto nel 2017 è stato di 1100 dollari. Evitate succeda anche a voi. / © Shutterstock

Individui e aziende dovrebbero proteggere i propri dati da questa minaccia con software anti-ransomware, poiché ogni anno questo fenomeno diventa sempre più diffuso e costoso. Quest'anno si è registrato un aumento del 400% di nuovi ceppi di ransomware. Ciò significa che proteggersi contro le minacce già note non è sufficiente. È necessario proteggersi anche dalle nuove minacce e dagli attacchi zero-day.

Il riscatto medio richiesto nel 2017 è stato di 1100 dollari. Anche se disponete già di un software antivirus, avere un ulteriore livello di protezione contro questo tipo specifico di malware, perché in caso contrario, potreste ritrovarvi a dover pagare un riscatto di migliaia di euro o dovrete fare i conti con i vostri file e sistemi danneggiati. Per fortuna esistono parecchie soluzioni economiche e gratuite per prevenire gli attacchi di ransomware e proteggere i vostri dati. Nella prossima sezione, vi diremo quale è il nostro preferito e perché è il migliore.

Qual è il miglior software per proteggesi contro il ransomware?

Sono disponibili numerose opzioni per proteggere il PC dagli attacchi ransomware ma vi consigliamo di utilizzare Acronis Ransomware Protection. Si tratta di un'applicazione gratuita con diversi vantaggi tra cui non solo una prevenzione attiva, ma anche il backup ed il ripristino dei file.

Monitorando il comportamento del sistema in tempo reale, è in grado di bloccare gli attacchi provenienti da ransomware noti (come WannaCry, Osiris e Petya) e da nuovi ransomware mai visti prima conosciuti anche come attacchi zero-day. Ecco come funziona: se un processo sospetto inizia a crittografare i file o ad infettare il sistema, Acronis interrompe l'attività ed informa subito l'utente. Potrete poi decidere se bloccare l'attività in modo permanente o lasciare che l'attività sospetta continui in caso di falso allarme nel caso in cui, ad esempio, stiate crittografando deliberatamente i vostri file.

Ma non si ferma qui. Se il malware riesce a danneggiare o crittografare i file, è possibile ripristinarli da una cache locale del vostro computer. Inoltre Acronis offre 5GB di storage gratuito nel cloud, che si aggiornano regolarmente, in modo da poter mantenere i vostri file più critici in modo sicuro anche nel cloud.

Perché scegliere Acronis?

Esistono altre soluzioni per la protezione contro il ransomware, come la versione gratuita Anti-Ransomware Tool di Bitdefender, RansomFree di Cybereason, Trend Micro RansomBuster o Avast Free, che offrono protezione contro il ransomware ed un antivirus gratuito. Ma Acronis è unico.

Oltre alla prevenzione attiva, la soluzione Acronis si concentra sulla protezione e sul recupero dei dati. Offrendo una cache dei dati a livello locale sul computer ed un backup nel cloud, otterrete una doppia protezione non solo contro il ransomware, ma anche contro qualsiasi altra minaccia si presenti ai vostri dati, voi compresi. Se rompete accidentalmente il vostro laptop, eliminate la vostra cartella Dropbox più importante, scaricate un virus o vi imbattente in una simile ed infelice situazione, Acronis manterrà al sicuro i vostri dati. Questo è il vantaggio della protezione dei dati e Acronis offre gratuitamente il suo software di protezione dal ransomware per mostrare agli utenti quanto sia importante.

Acronis Ransomware Protection non vuole competere con  gli antivirus quindi non dovrete preoccuparvi di scegliere tra queste due soluzioni: si tratta di ottenere un ulteriore livello di protezione, non c'è motivo di non scaricarlo. È pensato per essere utilizzato insieme ad un antivirus, quindi dovreste già avere in esecuzione sul PC Windows Defender, e qualche altro software antivirus di Bitdefender, ZoneAlarm o simili. Acronis effettua dei test interni per verificare che la propria soluzione sia compatibile con tutte le principali soluzioni di antivirus.

Come avere gratuitamente Acronis Ransomware Protection

Ecco la nostra guida passo-passo per scaricare, installare e configurare il software Ransomware Protection di Acronis. Il primo passo è scaricare il programma di installazione, di soli 20MB, dal sito ufficiale. L'applicazione è compatibile con i PC con Windows 7 SP1, 8, 8.1 o 10, non rallenta le prestazioni del computer e può essere utilizzata agli altri vostri programmi di antivirus o backup senza alcun problema.

1. Dopo il download, è sufficiente eseguire il programma per installare il software. Dovrete creare un account, ma non dovrete fornire altre informazioni legate a nome e indirizzo email. Dopo l'installazione e la creazione dell'account, prima di ritrovarvi nella schermata principale mostrata sotto, troverete un veloce tutorial che mostra due sezioni: Active Protection e Cloud backup.

acronis active protection cloud backup
La schermata principale di Acronis Ransomware Protection Free. / © AndroidPIT

2. Nella sezione Active Protection vengono mostrati i processi monitorati che devono essere tenuti sotto controllo come potenziali minacce ed i processi sicuri che non è necessario esaminare troppo attentamente. I processi monitorati appaiono in blu nella timeline a destra, mentre i processi sicuri sono in verde. Il rosso indica che è stato rilevato un processo dannoso. Cliccando su Manage processes potrete accedere a un elenco di processi sospetti che potrete decidere di bloccare o meno.

acronis blocked process
Da questa sezione potrete gestire i processi e bloccare in un attimo le minacce. / © AndroidPIT

3. Nella sezione Cloud backup potrete cliccare sull'icona delle impostazioni per selezionare i file e le cartelle di cui desiderate eseguire il backup continuo sui 5GB gratuiti di spazio di archiviazione nel cloud. L'utilizzo del backup in cloud è totalmente facoltativo. Se siete fan del servizio ed avete utilizzato tutti i 5 GB gratuiti potrete ottenere 250GB di storage per 9,99$ all'anno, 500GB per 19,99$ o 1TB per 39,99$. Per visualizzare i file di backup cliccate su Browse per accedere al sito di Acronis Cloud.

Per concludere

Ransomware è qualcosa da cui dovreste assolutamente proteggere il vostro PC da in modo proattivo con un ulteriore livello di protezione che va ad affiancarsi al vostro antivirus. Quando si sceglie il giusto software anti-ransomware occorre tenere diversi aspetti a mente compreso il costo e la presenza di opzioni di backup dei dati e di ripristino dei dati offline e nel cloud. Acronis Ransomware Protection offre prevenzione ed un monitoraggio attivo, oltre a 5GB di storage di backup nel cloud in caso di eventuali problemi, il tutto a costo zero.

Fateci sapere nei commenti cosa ne pensate della sicurezza su PC e sul miglior modo per difendersi dal ransomware.


Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Acronis. 

3 Condivisioni

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica