Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

7 min per leggere Nessun commento

Come trovare le migliori applicazioni sul Play Store

Google riferisce orgogliosamente che ancora una volta ha rimosso una serie di app dannose o fuorvianti dal Play Store lo scorso anno, ma siamo ancora lontani da un'offensiva efficacie. La ricerca dell'app giusta nel Play Store è un argomento spinoso. Cerchiamo dunque di definire le regole di base e di fornirvi una sorta di guida per la ricerca delle app.

Il Play Store è diventato un brutto posto. Un tempo era considerato un luogo di risposta. Il mio telefono ha bisogno di una nuova funzione? Va bene, andiamo sul Play Store, proviamo alcune app e alla fine risolviamo il nostro problema iniziale. Ora non è così facile. I truffatori falsificano i giudizi positivi, acquistano posizioni elevate in classifica e talvolta copiano altre app in realtà buone con cloni di dubbia qualità.

Come gestore del Play Store, Google si affida ancora per lo più a metodi puramente meccanici di assicurazione della qualità. Gli algoritmi analizzano nuove applicazioni e aggiornamenti a frammenti di codice o modelli comportamentali conosciuti, proprio come fa uno scanner antivirus nei computer Windows. Se suona l'allarme automatico, l'applicazione sarà probabilmente rispedita allo sviluppatore.

Il sistema assicura che il 99% delle app dannose non raggiunga gli utenti tramite Play Store. Questo è quello che afferma Google nel post più recente del suo blog. Gli algoritmi sono diventati un po' più intelligenti grazie al Machine Learning. Nel frattempo dovrebbero anche essere diventati in grado di rilevare identità false, contenuti inappropriati e nuovi tipi di malware.

Gli autori di malware sono meglio organizzati

Esempi come SonicSpy hanno dimostrato nel 2017 che gli autori di malware stanno comunicando e bombardando letteralmente il Play Store con malware. Google ora vuole anche affrontare queste interrelazioni. Il rapporto continua dicendo che Google riconosce la presenza di "trasgressori recidivi e reti di sviluppatori abusivi" e afferma di averne già bannati 100,000 rendendo la creazione di un nuovo account sviluppatore più complicato.

Come fare a riconoscere le app pericolose?

Le app per la torcia sono obsolete

Alcune categorie di app o giochi sono particolarmente vulnerabili agli abusi. Le app della torcia elettrica, in particolare, hanno beneficiato della superficialità degli utenti. Di solito l'utente viene informato prima dell'installazione (dal 2015 anche durante l'uso) delle autorizzazioni richieste da un'applicazione.

Qualche mese fa vi era un gran numero di app torcia che cercavano di inviare SMS. Parecchi utenti hanno accettato questa autorizzazione fraudolenta in ogni caso e si sono ritrovati detratti dei costi aggiuntivi dal proprio credito. L'app torcia è stata in grado di inviare messaggi SMS premium e far guadagnare dei soldi al proprio autore.

play store bad apps 2
Alcune categorie di app sono particolarmente sensibili alle frodi. / © AndroidPIT

La maggior parte di app torcia richiedono solo l'autorizzazione alla fotocamera. Ciò ha senso perché il LED collegato alla fotocamera viene controllato tramite tale autorizzazione. Tuttavia non tutti gli utenti sanno che ora tali app possono essere evitate completamente. La torcia è probabilmente già presente nelle impostazioni rapide dello smartphone. Basta abbassare la parte superiore dello schermo e cercare l'icona corrispondente.

P9 quick settings
La torcia è già integrata nelle impostazioni rapide della maggior parte degli smartphone Android. Questo rende inutili le app dedicate. / © AndroidPIT

Installando queste app verrete probabilmente interrotti con diverse pubblicità. La pubblicità nelle app è tollerabile in una certa misura, ma il valore aggiunto da questa applicazione deve essere commisurato al livello di interruzioni pubblicitarie. Con un'applicazione completamente superflua, la tolleranza alla pubblicità dovrebbe essere zero.

Le app "booster" e di pulizia sono intrinsecamente inutili

Esistono soluzioni sensate ai problemi di memoria è piena, se il telefono è lento o la WLAN è troppo debole. Probabilmente nessuna di esse è nel Play Store. Abbiamo un articolo su ciascuno di questi argomenti, in quanto sono tra i problemi più popolari con gli smartphone. Gli autori di app, tuttavia, hanno generato profitti e commercializzato applicazioni di successo per lo più completamente inutili e talvolta dannose nel Play Store.

play store bad apps 1
Le applicazioni per il risparmio di batteria solitamente hanno l'effetto opposto. / © AndroidPIT

Le app di ottimizzazione creano un profitto basato sulla vostra speranza. La stessa speranza che fa vendere i libri sul come essere felici fa vendere le app per l'ottimizzazione della batteria. Cheetah Mobile è stata in grado di registrare diverse centinaia di milioni di download. Lo stesso capo della società ha riferito che l'app non è buona. Due volte.

La ragione è che le app non possono fare miracoli. Android utilizza un cosiddetto principio di sandboxing. Ogni app funziona nella propria capsula e non può interferire con il sistema in alcun modo che possa prolungare la durata della batteria. A questo proposito abbiamo a disposizione le ottimizzazioni di Android e del produttore del nostro smartphone.

Tuttavia le scarse prestazioni sono spesso dovute al fatto che un'app consuma molta energia. In questo caso è necessario identificarla e disinstallarla. Probabilmente troverete un'alternativa più valida. E questo ci guida al problema seguente...

Cloni e copie contraffatte fingono di essere valide alternative

Andando alla ricerca di giochi popolari come Solitario, Tetris o Bubble Pop ho recentemente notato come sia impossibile cercare applicazioni con gli strumenti di ricerca del Play Store, perché:

  • Non possiamo nascondere applicazioni con pubblicità o acquisti in-app.
  • Il punteggio medio è inutile perché può essere generato dalle click farm.
  • Raramente viene spiegato perché l'app richiede determinati permessi.
  • Non sappiamo se gli acquisti in-app siano una tantum o ricorrenti ed a cosa servano.

Inoltre le app raramente offrono ciò che vi aspettate. La maggior parte dei Bubble Pop finisce con un sistema Lootbox che spinge ad acquisti in-app inutili.

bubble witch saga 2
In Bubble Witch 3 Saga il cottage della strega virtuale costa extra. / © AndroidPIT

La maggior parte dei giochi sono ottimi per i primi minuti o addirittura ore e sono facili da giocare. Improvvisamente in seguito chiedono denaro contante. Se fosse presente un unico acquisto in app che sblocchi tutti i livelli rimanenti come Super Mario Run e non chiedesse mai più soldi, andrebbe bene. Ma un sacco di giochi ti guidano verso un fallimento virtuale, che potrebbe costare parecchio nella vita reale.

Il fatto che Google sia neutrale su questo punto è dimostrato dal Play Store Rating 2017, dove diversi titoli con questo sistema fallimentare sono stati inclusi nella lista top dell'anno.

Cos'è che rende un'app migliore delle altre?

Un'app ragionevole spiega all'inizio cosa si sta pagando. Google ha posto un piccolo riferimento agli acquisti in app accanto al tasto download che mostra la fascia di prezzo di questi acquisti.

in app purchases
Sfortunatamente, Google non elenca ciò che è possibile acquistare come acquisto in-app. / © AndroidPIT

Lo sviluppatore dovrebbe idealmente giustificare le autorizzazioni nella descrizione della sua app (come ad esempio fa Threema). Devono essere giustificabili dalle funzioni dell'app. Una torcia non ha bisogno di essere in grado di inviare SMS proprio come Bubble Shooter non dovrebbe essere in grado di accedere alla fotocamera o al microfono, per non parlare del vostro elenco contatti.

Gli annunci dovrebbero essere identificati da Google con maggiore precisione: sono solo piccoli striscioni sul bordo o annunci a schermo intero? Ci sono video o solo contenuti statici? Nel peggiore dei casi, le pubblicità oscurano lo schermo per alcuni secondi o si insinuano sullo schermo in modo tale da essere toccati accidentalmente e incrementare il consumo di dati. L'app incoraggia attivamente a pubblicizzare i bonus? Non lasciatevi strumentalizzare!

Conclusione: la ricerca delle app è una questione di informazioni

Negli ultimi anni l'elenco dei punti da prendere in considerazione non è più molto breve. Gli autori di app a scopo di lucro scorretto stanno diventando più intelligenti allo stesso ritmo del team anti-malware di Google. L'utente deve quindi essere incredibilmente attento durante attività banali come cercare un solitario per Android.

Qual è la vostra storia? Siete mai caduti in una trappola pubblicitaria? A cosa prestate attenzione quando cercate nuove applicazioni?

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

Articoli consigliati