Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

Come usare l'eq su Spotify per un'esperienza audio ottimizzata

Come usare l'eq su Spotify per un'esperienza audio ottimizzata

Ricordate i vecchi stereo con quegli equalizzatori integrati nel sistema? Le moderne piattaforme di streaming musicale non rinunciano a questa feature e potete sfruttarla anche con Spotify. In questo articolo vi spieghiamo come fare!

Scorciatoie:

Cos'è l'equalizzazione?

L'equalizzazione (EQ) è il processo di regolazione di alcune frequenze nella produzione musicale. I produttori utilizzano l'equalizzazione in studio per ottenere il suono che stanno cercando e alcuni generi musicali suonano con impostazioni di equalizzazione ottimizzate che consentono di sfruttare le bande di frequenza che guidano il suono. Con un buon equalizzatore è possibile modificare non solo le basse, medie e alte frequenze, ma anche le bande intermedie.

Gli equalizzatori utilizzano una serie di filtri lineari per aumentare o ridurre determinate frequenze. Se il suono è troppo metallico o tagliente è possibile immergere le frequenze degli alti per rendere il suono più caldo mentre per rendere il suono più potente basta aumentare le basse frequenze.

ai music songwriting 01
Regolando l'EQ potete dare una svolta alla vostra musica.  / © AndroidPIT

La regolazione dell'equalizzazione è una forma d'arte, a mio parere, ma non deve essere troppo complicata. Utilizzando i preset, come quelli disponibili su smartphone, è possibile ottimizzare rapidamente l'equalizzazione in base allo stile musicale che più si ascolta. Fidatevi di me, la differenza quando lo si utilizza è notevole, specialmente se si utilizzano delle buone cuffie. 

Come usare l'equalizzatore su Spotify

Spotify non offre un proprio equalizzatore (EQ) ma gli sviluppatori hanno trovato un modo semplice ed efficace per sfruttare l'equalizzatore integrato nelle impostazioni audio dello smartphone. Da qui è possibile modificare le impostazioni a proprio piacimento (consigliato per gli esperti) o scegliere tra una serie di preset per vari generi musicali (consigliato per chi mette mano per la prima volta all'EQ tweaking).

Per modificare le impostazioni EQ su Spotify dovrete:

  1. Aprire l'applicazione Spotify
  2. Selezionare l'icona dell'ingranaggio in alto a destra per accedere al menu Impostazioni
  3. Scorrere verso il basso fino all'opzione Equalizzatore
  4. Cliccate OK sulla finestra pop-up
  5. Attivate l'interrutore dedicato all'equalizzatore
spotify eq
Regolate le impostazioni dell'EQ per trovare un profilo sonoro più soddisfacente. / © AndroidPIT

In questa sezione potrete modificare l'equalizzazione a sei bande fino a trovare il suono che più vi piace (lo slider a destra altera gli alti, quello a sinistra i bassi, mentre quelli centrali sono dedicati ai medi). È possibile passare alle impostazioni EQ preimpostate per i generi musicali più popolari selezionando il menu a tendina sul lato sinistro.

Dovrebbe essere impostato su "normale". Il genere hip hop aumenta il basso e le basse frequenze, mentre il folk e il pop porteranno le performance vocali in primo piano. Dovrete giocarci un po' finché non troverete il suono adatto alle vostre orecchie.

Considerate che poiché state essenzialmente cambiando l'intero EQ del vostro smartphone, le modifiche influiranno su l'audio del vostro dispositivo e non solo sull'app Spotify. Ciò significa che le impostazioni dell'EQ continueranno ad essere modificate se, ad esempio, guardate un video su YouTube.

Avete provato ad usare l'eq su Spotify? Cosa ve ne pare?

Articoli consigliati

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica
Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica