Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

È davvero necessario passare a Windows 10? I dubbi degli utenti

È davvero necessario passare a Windows 10? I dubbi degli utenti

Microsoft è uno dei grandi nomi del panorama tecnologico, ma per il grande pubblico è meglio conosciuta per il suo sistema operativo: Windows. Tuttavia, nonostante sia arrivato dal diverso tempo, Windows 10 non sembra essere la scelta di moltissimi utenti, i quali non sarebbero affatto motivati ad effettuare l'aggiornamento da Windows 7.

In un mercato in cui Windows 10 possiede una quota del 44,1% e Windows 7 del 36,43% e dove la tendenza al cambiamento è relativamente stabile, Microsoft non è realmente preoccupata riguardo alle voci negative di alcuni utenti, i quali sostengono di non voler passare a Windows 10. Microsoft, d'altra parte, le fa entrare da un orecchio e uscire dall'altro.

Il gigante di Redmond ha dunque deciso di non supportare più Windows 7 a partire dal prossimo 14 gennaio e gli utenti non potranno fare assolutamente nulla per evitare tale situazione. Le aziende potranno comunque continuare ad avere un sistema operativo sicuro ricevendo aggiornamenti regolari, ma dovranno sborsare 200 dollari l'anno. In altre parole, potranno lamentarsi quanto desiderano, ma se non desiderano pagare tale cifra, non avranno altra scelta.

windows 7 284992 full
Alcuni utenti si rifiutano di abbandonare Windows 7. Sembra di rivivere la stessa situazione di Windows XP. / ©  AndroidPIT

Molti degli utenti si rifiuterebbero di aggiornare per via del bug presente nell'ultimo sistema operativo di Microsoft che ha causato cali di prestazioni e problemi per quanto riguarda la sicurezza. D'altra parte, Google ha scoperto diversi problemi presenti su Windows 7 e invita gli utenti a passare immediatamente a Windows 10.

Questi casi dimostrano che non tenere conto della sicurezza renderebbe tutti i computer vulnerabili. Tuttavia, Microsoft sta già pensando al futuro con Windows Lite, un sistema operativo molto diverso da quello attuale e che avrebbe apparentemente lo scopo di competere con Chrome OS. Detto questo, bisognerà aspettare al 2020.

Alla fine, tutta questa storia solleva due questioni. La prima è capire se è importante o meno passare a Windows 10 (lasciando da parte l'odio nei suoi confronti) una volta che Windows 7 non sarà più supportato. Se la sicurezza per voi è importante (e siamo sicuri che lo è), Windows 7 sarà molto presto un problema. La seconda questione riguarda sapere quali alternative avrà l'utente se non desidera aggiornare il proprio sistema operativo. È infatti importante ricordare che esistono altri OS e che non è necessario acquistare un nuovo dispositivo per poterli sfruttare.

Fonte: Forbes

Articoli consigliati

1 Commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica
Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

  • Che Windows 7 abbia problemi di sicurezza (in ambito home) mentre 10 no, sono tutte balle galattiche. I problemi che ha 10, 7 non li ha mai avuti nemmeno nei momenti peggiori .... passare a 10 è un patema che lascio ad altri almeno per i prossimi 5 anni. Poi quando il software e l'hardware non supporteranno più 7 vedremo ....