Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

Gli e-scooter Lime vengono ritirati dalle strade per alcuni problemi tecnici

Gli e-scooter Lime vengono ritirati dalle strade per alcuni problemi tecnici

Avete mai frenato di colpo col freno anteriore della bicicletta? Non è esattamente una cosa giusta da fare, ma se succedesse senza che voi lo sapeste? Questo è ciò che è successo in Svizzera. L'azienda californiana Lime è stata costretta a dover ritirare i propri scooter elettrici dalle strade di Zurigo dopo che un pericoloso guasto ha causato una brusca frenata improvvisa.

L'improvvisa frenata ha causato la caduta degli utilizzatori, causando in alcuni casi gravi lesioni. Secondo quanto riportato dai media svizzeri, tra le lesioni si annoverano una spalla lussata e diverse abrasioni. Ricordiamo che gli scooter Lime sono in grado di viaggiare a velocità fino a 25 km/h.

Gli e-scooter sono stati rimossi anche dalle strade di Basilea, dove il dottor Matthias Meier si è rotto il gomito quando il freno anteriore si è improvvisamente attivato, lanciandolo letteralmente in avanti. L'uomo ha dovuto subire un'operazione, diversi giorni in ospedale ed è in terapia fisica.

Lime S Gen 3 Rider2 electrek
I freni si attivano automaticamente quando gli scooter non vengono utilizzati. / © Electrek

Lime ha dichiarato che ha già intrapreso un'indagine su quello che sembra essere un malfunzionamento del software. L'azienda ha anche promesso 15 minuti gratuiti sui propri mezzi per tutti i clienti attraverso un coupon che potrà essere riscattato nella sua applicazione.

In un'e-mail diretta a tutti gli utenti, Lime ha dichiarato: "Dopo i primi accertamenti, stiamo attualmente esaminando se un precedente aggiornamento software abbia causato un riavvio durante la corsa, innescando la protezione antifurto. Abbiamo già adottato misure per garantire che ciò non si ripeta mai più. Tuttavia, stiamo testando a fondo ogni dispositivo per assicurarci che non si verifichino problemi di natura software o hardware".

ARCHOS Citee Power Lifestyle 44 1
Diversi produttori di e-scooter si contendono quote di mercato in Europa. / © Archos

La tempistica non potrebbe essere delle peggiori per un'azienda come Lime che conduce un'aggressiva espansione europea. L'anno scorso, i suoi e-scooter sono atterrati in diverse città, tra cui Parigi, Praga, Vienna, Bruxelles, Berlino, Stoccolma e Varsavia. Lime aveva inizialmente previsto di essere operativa in 25 città europee entro la fine del 2018, ma è riuscita nell'impresa in sole 18 città europee.

Alcuni paesi, come il Regno Unito, sono stati più difficili da infrangere a causa delle severe leggi che impongono agli e-scooter di superare un test dettato dal Ministero dei Trasporti (MOT).

Lime afferma di avere 100 milioni di riders in più di 130 mercati, merito anche degli investimenti da parte di Uber.

Cosa ne pensate di questo problema? Siete meno stimolati dall'utilizzare un e-scooter?

Fonte: TechCrunch

Articoli consigliati

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica
Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica