Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

8 min per leggere 1 Commento

La data è decisa: Google Pixel 3 sta arrivando

Nel 2017 Google ha finalmente deciso di rilasciare in Italia il Pixel 2XL. Per il 2018 ci auguriamo di poter mettere mano anche al modello più compatto della nuova generazione. Il Pixel 3 è in corso d'opera e, grazie ad una piattaforma di content marketing canadese, possiamo finalmente segnare la data di lancio sul calendario!

Scorciatoie

La data di presentazione è ormai decisa

Ebbene sì, habemus data! Per questa interessante notizia dobbiamo ringraziare FameBit, una piattaforma di marketing canadese. Per chi non lo sapesse, FameBit è una piattaforma che mette in comunicazione content creators e aziende per facilitare la produzione di contenuti e pubblicizzare vari prodotti. 

In una campagna pubblicata sul sito vengono infatti ricercati degli YouTuber canadesi per la creazione di contenuti video riguardo al nuovo Google Pixel 3 che dovrebbe essere svelato il 4 ottobre. Ovviamente assieme al Pixel 3 dovrebbe arrivare anche il fratello maggiore Pixel 3 XL oltre ad altro hardware Made by Google durante l'evento dedicato. Google non ha mai lanciato i prodotti subito dopo la presentazione quindi probabilmente dovremo aspettare fine ottobre per mettere le mani sui nuovi Pixel, la data di presentazione non è però più un mistero.

AndroidPIT google pixel buds 7987
Non sono attesi solo smartphone all'evento Made by Google! / © AndroidPIT

L'evento Made by Google potrebbe dare alla luce anche dei nuovi Google Home, un nuovo Pixelbook, la seconda generazione di Pixelbuds e magari un nuovo hardware per la realtà virtuale Daydream. Ovviamente si tratta solamente di speculazioni quindi non rimanete delusi se uno o più di questi prodotti mancheranno all'appello.

Siete in attesa di cosa verrà mostrato all'evento Google? Seguirete l'evento in streaming?


Commenti


Un nome da pesce, come da tradizione

I dispositivi Google vengono classificati utilizzando dei nomi in codice di pesci. Anche per la nuova generazione di Pixel la ricetta non cambia: albacore, blueline e crosshatch sono quelli trapelati in rete. In italiano si tratta probabilmente del tonno pinna gialla, pesce persico sole blu e pesce balestra.

I nomi in inglese iniziano rispettivamente per a, b e c, il che potrebbe suggerire una sorta di gerarchia dei dispositivi. Secondo quanto riportato qualche mese fa da Droidlife, due dei dispositivi Google saranno premium mentre il terzo sarà di fascia alta. Cosa significhi esattamente non ci è dato saperlo, ma si parla di Pixel.

Cambio di display per entrambi i Pixel

Nonostante non riusciate a farvene una ragione, il cosiddetto notch è la moda dell'anno e secondo alcuni produttori l'unica soluzione per aumentare il rapporto schermo superficie frontale dei dispositivi in attesa di nuove tecnologie. Ci ha stupito su Essential Phone, ci ha preoccupato su iPhone X ed è poi giunto sulla maggior parte dei flagship (e non solo) del 2018 come il Huawei P20 Pro e sul LG G7 ThinQ: il notch sta per arrivare anche su uno dei nuovi dispositivi Made by Google.

a064e803gy1fqtmvvgd41j20qo0qodmm
Speriamo le prossime foto trapelate ci rivelino qualcosa in più. / © SlashLeaks

Secondo una foto dei pannelli in vetro caricata sul portale SlashLeaks, il Pixel 3 dovrebbe continuare ad utilizzare un display in formato 18:9 in una forma simile a quella usata su Pixel 2 XL. Il Pixel 3 XL, al contrario, sembra essere la raccolta di tutti i vostri incubi peggiori: notch nella parte alta, un bordo pronunciato nella parte bassa e una dimensione di certo non contenuta.

Dalle foto possiamo anche dedurre che gli smartphone potrebbero utilizzare una doppia fotocamera frontale. Sembra confermata anche la presenza di una coppia di speaker stereo frontali, una magra consolazione.

Più che una rivoluzione, un'evoluzione

L'utente meraz9000 del forum Xda-Developers ha condiviso con la community di sviluppatori alcuni scatti del prossimo smartphone di casa Google. Dalle foto possiamo intravvedere alcune novità e molte conferme come il notch e gli speaker stereo. Grazie alla modalità fastboot mostrata sullo smartphone ci viene svelata anche la configurazione delle memorie: 4GB di RAM LPDDR4X e 128GB di memoria interna, entrambe realizzate da Micron.

Pixel 3 xl leak
Solo 4GB di RAM? Si, sono sufficienti. / © Xda Developers

Possiamo osservare un design familiare anche se concettualmente molto diverso da quello di Pixel 2 XL. È stato infatti confermato dall'utente un retro completamente in vetro con una verniciatura opaca per migliorarne la presa. Da notare il logo anomalo stampato sul retro per mascherare la provenienza del dispositivo.

Dall'immagine del retro possiamo anche notare come Google manterrà un linguaggio di design simile a quello del modello precedente con un lettore di impronte sulla scocca ed una singola fotocamera. Un nuovo sensore si è fatto strada tra la lente ed il flash LED, possiamo scommettere sul fatto che questo nuovo Pixel sarà ancora una volta un campione nel comparto fotografico.

Google Pixel 3 XL Leak Photo 3 top
Niente di nuovo da vedere qui. / © Xda Developers

Le ultime foto dei lati dello smartphone ci confermano ancora una volta l'assenza del jack da 3,5mm e lo spostamento dello slot della SIM nella parte inferiore del dispositivo. Google Pixel 3 XL avrà anche dei bordi con finitura lucida, un'ulteriore piccola differenza di design rispetto al modello 2017.

Le novità sia lato design, sia lato caratteristiche che possiamo intuire non sono molte, qualcuno potrebbe chiamare questo smartphone Pixel 2S... 

Pixel 3 XL si mostra di bianco vestito

Un nuovo leak è apparso sul portale Xda Developers a opera dell'utente dr.guru che mostra il Pixel 3 XL in colorazione Clear White in tutto il suo splendore.

Queste foto, da ritenersi attendibili, mostrano il retro dello smartphone realizzato in vetro completamente bianco, a differenza del modello nero trapelato in precedenza che dovrebbe possedere una verniciatura opaca. Dobbiamo prepararci all'addio definitivo alla colorazione panda/stormtrooper?

pixel 3 xl clear white
Questo si che è un notch! / © Xda Developers

Le foto ci confermano anche la presenza di 64GB di memoria interna e nuovamente 4GB di RAM. Google probabilmente ha ritenuto superfluo utilizzare un maggiore quantitativo di RAM, anche perché è stato più volte dimostrato che Android non ha bisogno di più memoria di sistema per funzionare senza problemi (tranne su qualche versione personalizzata dell'OS, coff coff Samsung Experience coff).

I render ci aiutano ad immaginare le varie colorazioni

Phone designer ci viene in aiuto e grazie ai suoi render possiamo dare una prima occhiata a come il prodotto finale potrebbe apparire. Bisogna dire fin da subito che questi render sono basati sulle informazioni precedentemente trapelate e non aggiungono nulla di nuovo a ciò che già sappiamo.

Il ritorno della ricarica wireless avverrà in grande stile

Il retro realizzato completamente in vetro porta la mente alla ricarica wireless, funzione che nessun Pixel ha ancora sfruttato a causa delle scocche realizzate in metallo. La terza generazione degli smartphone Google dovrebbe reintrodurre la compatibilità con la ricarica induttiva (già utilizzata su molti dei Nexus) e dovrebbe farlo in grande stile grazie alla dock Pixel Stand.

Pixel Stand fa la sua prima apparizione nel codice dell'applicazione Google, anche se ancora non è chiaro al 100% se si tratti di una dock per la ricarica wireless oppure una dock cablata di altro tipo. Ciò che è però chiara è l'integrazione di questa dock con Google Assistant.

Leggendo tra le righe del codice sembra infatti che venga lanciata una versione particolare dell'assistente non appena si connette lo smartphone a tale dock. Facendo volare un po' la fantasia potrebbe essere che Google voglia trasformare lo smartphone in uno smart display simile a quello presentato da Lenovo al CES e lanciato da poco quando collegato al Pixel Stand, trasformando lo smartphone di fatto in un Google Home extra da utilizzare in casa!

Android P nativo con alcune novità

Il Pixel 3 non potrà che girare nativamente Android P. Il nome della futura versione software è ancora un mistero ma l'ultima beta è stata già rilasciata e la versione definitiva non è lontana. Le novità sono molte, vi invito a dare un'occhiata alla nostra anteprima:

AndroidPIT android p 1091
Android 9.0 P non potrà mancare sui nuovi Pixel! / © AndroidPIT by Irina Efremova

Il team di XDA ha messo mano all'AOSP dove ha trovato un elemento di configurazione che mostrerebbe come il nuovo HAL (Hardware Abstraction Layer) HAL V_1_2 , uno strato di interfaccia che funge da ponte tra framework e hardware, sarebbe compatibile solo con il Pixel 3. La nuova selezione automatica della rete si basa su HAL V_1_2 quindi, per andare dritti al punto, il futuro Pixel 3 potrebbe scansionare la rete in modo più rapido o offrire delle feature per la radio esclusive.

Questo HAL, abbinato alla nuova API dedicata alla scansione della rete e menzionata più volte nel codice, potrebbe far sì che il dispositivo riduca il consumo energetico durante la scansione della rete, uno dei fattori che pesa maggiormente sulla batteria. Ma si tratta di supposizioni per ora.

Google Pixel 3: le specifiche tecniche

Google Pixel 3 / 3 XL Specifiche tecniche
Display Formato 18:9 (Pixel 3) / Notch (Pixel 3 XL)
Processore Snapdragon 845
RAM 4GB LPDDR4X
Memoria interna 64GB/128GB
Fotocamera -
Batteria -
OS Android P 9.0

Cosa vi aspettate dal Pixel 3? Avrà secondo voi il notch?

2 Condivisioni

1 Commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

  • Molto brutto il Pixel 3 xl! Quel notch così pronunciato avrebbe un senso solo riducendo la cornice inferiore. Carino il Pixel 3, ma io non farò l'upgrade perché ho comprato il Pixel 2 xI appena due mesi fa e mi piace tantissimo 😍

Articoli consigliati