Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

4 min per leggere Nessun commento

Huawei Mate 20 Pro: prestazioni a tutto gas con singhiozzo

Con Mate 20 Pro, Huawei attacca il trono degli smartphone, e infatti lo smartphone cinese ha una piattaforma estremamente potente da offrire. Sarà sufficiente ad ottenere i migliori punteggi nel test delle prestazioni?

Sulla carta, l'equipaggiamento del Huawei Mate 20 Pro è piuttosto impressionante. Il Kirin 980 è il primo processore a 7 nanometri per smartphone e porta non una, ma due unità NPU dedicate ai compiti AI. Sono disponibili 6 GB di RAM e la GPU Mali-G76 MP10 fornisce la potenza grafica. Ecco come deve presentarsi un flagship Android nel 2018.

In primo luogo, sfideremo Huawei Mate 20 Pro con i soliti parametri di riferimento. Anche se non riflettono necessariamente le prestazioni nella vita quotidiana, offrono una buona comparabilità sotto vari aspetti. I test di 3DMark richiedono principalmente le prestazioni grafiche, con Geekbench è possibile testare i singoli core e la loro interazione e con PassMark è possibile valutare la memoria.

Benchmark di Huawei Mate 20 Pro

  3DMark Sling Shot Extreme 3DMark Sling Shot Vulkan 3DMark Sling Shot 3DMark Ice Storm Extreme Geekbench 4 (Single/Multi) PassMark Memory PassMark Disk
Huawei Mate 20 Pro 3564 3335 2648 37330 3326/9726 31071 75478
OnePlus 6T 4702 3861 6388 64753 2396/8981 12364 75065
Samsung Galaxy S9+ 3304 3021 3966 38701 3771/8923 24164 67765

Le fluttuazioni nel test Sling Shot Vulkan sono notevoli: i punteggi totalizzati in diversi round variano da oltre 4000 a poco meno di 2200 punti. Anche il test della memoria non è stato uniforme dopo diversi tentativi, e il risultato del terzo test Sling Shot è stato sorprendentemente basso.

Kirin 980 3
L'Hisilicon Kirin 980 è il cuore del Mate 20 Pro. / © Huawei

I migliori valori in entrambi i punteggi di PassMark mostrano che la memoria LPDDR4X a 2133 MHz è molto veloce (il Kirin 980 è il primo a supportarla). Un effetto positivo, perché nessuno smartphone è mai stato così veloce nei nostri test. Il Mate 20 Pro è anche in testa a tutti gli altri smartphone nel rating multi-core.

Ma più importante dei benchmark è la performance quotidiana, e non c'è nulla di cui lamentarsi con questo smartphone. Le applicazioni si avviano molto più velocemente della maggior parte degli altri smartphone e anche molto più velocemente del Huawei P20 Pro. Tutti i giochi che abbiamo provato hanno funzionato senza problemi, e anche con molte applicazioni in background il Mate 20 Pro non ha avuto alcun problema, a differenza di Google Pixel 3 XL. Inoltre, le fluttuazioni viste nei benchmark non sembrano avere un effetto negativo nella pratica.

Nessuno si brucerà le dita

Lo sviluppo di calore è stato un problema con il Huawei P20 Pro: lo smartphone scaldava così tanto che diventava sgradevole averlo tra le dita. Il Mate 20 Pro invece è molto più rilassato. Riscalda un po' ma non diventa eccessivamente caldo anche dopo lunghe sessioni di gioco.

huawei mate 20 pro 01
Chic all'esterno, forte all'interno. Questo è Huawei Mate 20 Pro / © AndroidPIT

Cosa comporta la seconda NPU del Kirin 980?

Le prestazioni AI del Kirin 980 meritano un occhio di riguardo perché il nuovo chip possiede una seconda NPU a bordo che dovrebbe fornire molta più potenza alle applicazioni di machine learning. È difficile da realizzare nell'uso quotidiano, ma nel benchmark AI di Ignatov Andrey il Mate 20 Pro ha totalizzato un punteggio superiore a quasi il 50% rispetto al P20 Pro con il Kirin 970. Un netto miglioramento!

Il P20 Pro da noi testato gira già con Android 9 Pie e la EMUI 9 e con il nuovo software ottiene ben 1000 punti in più nel benchmark rispetto alla media di questo modello. Anche il software gioca un ruolo importante, l'aggiornamento migliora anche le prestazioni dell'AI sul P20 Pro.

huawei mate 20 pro ai benchmark
Nel benchmark AI, il Mate 20 Pro segna un punteggio significativamente maggiore del P20 Pro. / © AndroidPIT

Huawei deve lavorare sul software

Riguardo gli aggiornamenti, Huawei deve naturalmente continuare a migliorare le prestazioni del Mate 20 Pro con costanti update del software. Anche se non riscontriamo anomalie durante il normale funzionamento, le forti fluttuazioni in alcuni test e le frequenti interruzioni di 3DMark sono irritanti. Per quanto riguarda il software, Mate 20 Pro non è comunque partito molto bene, e ancora oggi mancano alcune funzioni come lo scanner 3D. Tuttavia, lo smartphone con il Kirin 980 è sicuramente uno dei modelli più veloci sul mercato.

Pensate che il Huawei Mate 20 Pro possa competere con gli altri smartphone di punta in termini di prestazioni?

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

Articoli consigliati