Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

Opinion 8 min per leggere 3 Commenti

Cara HTC smettila di essere così silenziosamente brillante

Da anni HTC definisce in silenzio le tendenze nel settore degli smartphone e lo fa troppo silenziosamente, a mio avviso. Non solo ha prodotto il primo smartphone Android di sempre,l'HTC Dream, ma è stata leader nell'innovazione per molti anni. Ora sull'orlo del fallimento, ha rilasciato l'HTC Exodus, uno smartphone che mira agli appassionati di moneta criptata e che sembra un espediente disperato arrivato in ritardo alla festa.

Il 2018 è stato difficile per il produttore taiwanese. HTC ha licenziato circa 1500 dipendenti e i profitti sono diminuiti dell'80%. Inoltre l'azienda non produce più gli smartphone di Google: i Pixel 3 e 3XL sono prodotti direttamente da Foxconn.

Allora, cosa c'è alla base della caduta di HTC? Idee mal eseguite? Hardware di bassa qualità? Da fan di lunga data, direi che la cosa principale che ostacola il successo dell'azienda è la mancanza di fiducia nei propri prodotti e nelle innovazioni.

htc one m8 colors
L'HTC One M8 è uno dei dispositivi più popolari e di maggior successo dell'azienda. / © HTC

I primi giorni: quiet brilliance

Potrei essere di parte, dato che l'HTC Desire HD è stato il mio primo smartphone vero e proprio e sento un po' nostalgia per esso, ma nel 2010 è stato uno dei migliori dispositivi sul mercato. Concorrenti come Samsung utilizzavano ancora la plastica all'epoca, mentre l'HTC Desire HD sfoggiava un corpo in alluminio che conferisce al telefono un aspetto e una sensazione di qualità superiore. Ha anche reso il dispositivo molto resistente. E questo era solo uno dei suoi numerosi punti di forza: offriva un ottimo suono alimentato da Dolbi Audio e suono surround, una buona fotocamera da 8MP e quasi nessun bloatware preinstallato.

Il Desire HD aveva anche uno schermo più grande e di più alta risoluzione anche rispetto all'iPhone del momento (in un momento in cui gli smartphone Android non erano ancora così popolari, diciamo). È stato un solido tuttofare che ha colpito sia i critici che i consumatori. 

La pubblicità del dispositivo è stata minimalista e diretta, in linea con lo slogan quietly brilliant (silenziosamente brillante) dell'azienda.

Tuttavia ciò che è seguito è stato piuttosto deludente. Il sito web di HTC Sense menzionato nel video sopra è stato abbandonato rapidamente e improvvisamente quasi a preannunciare la riluttanza dell'azienda a supportare servizi e dispositivi per un periodo di tempo prolungato.

Il produttore taiwanese ha fatto un passo indietro sulle sue eccellenti scelte di design con i flagship successivi a Desire HD. Il One X 2012, per esempio, è stato una grande delusione per i fan di HTC. Un corpo in policarbonato (diciamoci la verità, questo è solo un nome di fantasia per la plastica), un singolo flash (rispetto al doppio presente su Desire HD) e una qualità sonora molto poco convincente sono solo alcune delle mie lamentele. Anche il mio One X si è graffiato alla prima caduta. Non ho mai avuto problemi simili con il Desire HD.

Allora perché HTC ha cambiato improvvisamente la sua strategia? La mia unica ipotesi è che volesse seguire le tendenze popolari, praticamente tutti gli altri telefoni all'epoca erano di plastica. Questo li ha resi più leggeri e sottili, ma fragili e poco resistenti. Il marchio taiwanese non avrebbe dovuto cedere perché il problema non erano certo  i corpi in alluminio. Quando si compete con giganti come Apple e Samsung è importante distinguerti, non omologarsi.

Trucchi ed errori di marketing

Eppure non era raro che HTC si distinguesse per i motivi sbagliati. Il produttore ha preso concetti interessanti come l'integrazione dei social media e li ha portati troppo lontano nel tentativo di attrarre un pubblico di nicchia. Ricordate i telefoni Facebook di HTC (chiamati ChaCha, Salsa e First)? Me ne ero dimenticata beatamente fino a quando è comparso l'Exodus. Credo che la decisione di creare sia l'uno che l'altro sia stata presa alla stessa maniera:

"Cosa c'è nei notiziari di recente? Valuta di crittografia (o Facebook); tutti stanno investendo in questo campo, dovremmo saltare su questo treno, realizzare un telefono a tema e integrare un sacco di funzioni correlate e parole d'ordine con il marketing".

htc chacha first
HTC ChaCha e HTC First: sono sicura che l'Exodus sarà ricordato con lo stesso affetto. / © HTC

HTC Evo 3D è un altro simile esempio nonostante si trattasse di un solido top di gamma, a parte la fotocamera 3D. Con gli HTC One M7 e One M8, sembrava che HTC avesse finalmente trovato la giusta nicchia di mercato: l'esperienza audio. I due altoparlanti anteriori di entrambi i telefoni non avevano rivali in termini di qualità del suono e potenza.

L'HTC One M8 è stato anche uno dei primi dispositivi mainstream ad avere una doppia fotocamera sul retro consentendo effetti di profondità nelle foto. La tecnologia Ultra Pixel sperimentata dal produttore taiwanese, tuttavia, è meglio non menzionarla.

All'epoca della serie One M, HTC aveva abbandonato lo slogan quietly brilliant  ma percepivo come questi eccellenti dispositivi (One M9 non incluso) fossero stati abbandonati a se stessi sul mercato. Rispetto alle campagne aggressive condotte da altri produttori, l'azienda taiwanese non riusciva (e non riesce ora) a competere.

Per farsi notare occorre impegnarsi nella pubblicità e nel marketing. Il concorrente coreano di HTC, Samsung, suonava familiare già prima della diffusione degli smartphone. Ciononostante da anni pubblicano annunci spensierati dove, ad esempio, si prendono gioco di Apple mentre presentano i propri dispositivi:

Quindi sì, l'idea di HTC di lasciare che i dispositivi parlino da soli è nobile, ma ingenua. Non è sufficiente soprattutto nel 2018 quando il mercato è inondato di nuovi smartphone e produttori. Huawei, Honor e altri marchi cinesi non esistevano o erano praticamente sconosciuti un decennio fa in Europa. Ora sono leader di mercato sotto molti punti di vista, mentre HTC è stata lasciata indietro.

La situazione attuale

Oltre ad Exodus l'ultima ammiraglia HTC è l'U12+. Ho passato 2 settimane con il dispositivo, usandolo insieme al mio HTC 10, che ho ostinatamente rifiutato di aggiornare fino ad ora. La prima cosa che ho notato è che l'U12+ non gira ancora Android 9 Pie.

Parlando del nuovo sistema operativo di Google, una delle sue caratteristiche pubblicizzate, capovolgere il telefono che squilla per metterlo a tacere, è stato un punto fermo di HTC fin dal Desire HD. Sì, il produttore taiwanese era all'avanguardia non solo in termini di design e hardware, ma anche di software.

AndroidPIT htc u12 plus 7989
L'U12 + è un dispositivo solido ma noioso. / © AndroidPIT di Irina Efremova

È frustrante che HTC trascuri di aggiornare le sue ammiraglie per così tanto tempo. Questo era un suo punto di forza. La mancanza di aggiornamenti è probabilmente il motivo per cui molti clienti hanno abbandonato il marchio. Il mio HTC 10 ha recentemente ricevuto un aggiornamento ad Oreo per il quale sono grata ma non mi aspetto ulteriori aggiornamenti o supporto.

Tuttavia questa non è la mia unica lamentela nei confronti di HTC o dell'U12+. Dal punto di vista del design, l'ultimo dispositivo del brand ha lo stesso aspetto di qualsiasi altro smartphone. Non c'è un elemento caratteristico. La finitura lucida sul retro è piuttosto fastidiosa e si sporca costantemente di impronte digitali. Credo anche che HTC avrebbe potuto fare un passo più audace nel rendere il retro del dispositivo completamente trasparente, come il Gameboy trasparente. Gli avrebbe dato più risalto.

E poi c'è la rimozione del jack per le cuffie. Dopo l'enfasi posta per anni nella qualità del suono veder rimuovere il jack per le cuffie per nessun motivo apparente è davvero triste. E non ditemi che la causa è un corpo più snello perché l'U12+ non sembra molto più sottile del mio buon vecchio HTC 10. Certo, le cuffie USB-C sono incluse nella confezione, ma la differenza di qualità è notevole.

L'unica cosa su cui inizialmente ero scettica, ma che alla fine mi ha convinta, sono i pulsanti sensibili alla pressione e Edge Sense. Entrambi sono innovativi e intriganti, nel vero spirito HTC.

Per quanto riguarda Exodus, potrebbe offrire alcune caratteristiche interessanti ma penso che il consumatore medio non se ne preoccuperà. Inoltre la maggior parte degli utenti non potrà acquistarlo perché necessita di valuta criptata. Questo è il motivo per cui penso che sia importante per HTC trovare una via di mezzo tra l'assunzione di troppi rischi e il semplice andare avanti con la produzione. Gli smartphone mediocri e i dispositivi di nicchia non la terrà a galla per molto ancora.

Non fraintendetemi, amo HTC, uso i dispositivi del brand da 8 anni orma ed è proprio per questo che potrei rimanere delusa molto più di altri. È frustrante vedere il brand sprecare il proprio potenziale: per me HTC è stato uno dei marchi più interessanti e innovativi degli anni '50.

Cara HTC, smettila di essere silenziosamente brillante, dovresti piuttosto gridare a squarcia gola quando hai qualcosa di straordinario tra le mani. 

Cosa ne pensate di HTC? La compagnia taiwanese può rimettersi in carreggiata?

3 Commenti

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

  • Un tempo stavo per comprare un HTC U11 ma ho desistito perchè era fragile e non aveva il jack. Un vero peccato, secondo me...


  • Purtroppo appena acquistato mi è caduto e si è disintegrato.... Aveva la custodia compresa nell scatola di acquisto. Troppo rigida e per questo, secondo me anziché attutire l urto l ha amplificato... Ormai sono quasi due mesi che l ho portato per farlo riparare in un centro HTC. Già pagati 305 euro per la riparazione ed ancora il telefono non si vede..... Sono anch'io cliente HTC da un 6_7.anni....per il prossimo telefono ho dubbi sul quale andrò a comprare, ma non ne ho di sicuro sul quale non comprare più. Mai più HTC.


  • Io attualmente ho un U12+, e il mio telefono precedente era un HTC 10, dopo ormai quasi 6 mesi di utilizzo mi trovo di fronte a due esperienze sostanzialmente identiche, quando cambierò telefono non credo prenderò più in considerazione HTC, ormai ha rinunciato a tutti i suoi punti di forza in nome del risparmio.
    Davvero un peccato, l'esperienza di M7 (che tra l'altro funziona ancora) è attualmente inarrivabile per HTC stessa.