Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

Incendi boschivi: i droni ridaranno vita alle foreste distrutte

Incendi boschivi: i droni ridaranno vita alle foreste distrutte

L'impatto dell'uomo sulla natura è a volte catastrofico ma, a volte, può anche aiutare a migliorare le cose. La tecnologia, figlia dell'uomo, può aiutare a ripiantare le foreste dopo gli incendi grazie all'intervento dei droni.

Probabilmente avete letto o sentito che la California (Stati Uniti) è stata pesantemente colpita dagli incendi. Molti ettari sono stati bruciati ed è probabile che il riscaldamento globale e la deforestazione ne uccidano molti di più negli anni a venire. Mentre il concetto di rimboschimento è in parte dovuto a misure politiche ed economiche, uno dei problemi è ancora più semplice: la difficoltà del compito.

AndroidPIT IFA 2016 ehang drone 2166
Ci vogliono droni molto più grandi per poter rimboschire una foresta. / AndroidPIT

Non solo è necessario avere una visione globale della situazione, cioè analizzare l'entità del danno, ma anche coltivare gli alberi. In entrambi i casi, è un lavoro davvero impegnativo: più grande è la superficie, più è complicato. La tecnologia viene dunque in soccorso. Gli UAV mappano le aree per ottenere una visione 3D del terreno, rilevando piante già presenti e possibili minacce allo sviluppo di piante future. In questo modo è possibile ottenere rapidamente una visione molto precisa della situazione. Una volta analizzato il terreno, i droni possono intervenire e seminare.

È per voi un'idea interessante oppure è solo l'ennesima utopica idea che non vedremo mai?

Articoli consigliati

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica
Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica