Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
4 min per leggere 12 Condivisioni 1 Commento

In che modo il Made in India influenzerà il mondo mobile

Da qualche anno a questa parte gli smartphone cinesi si sono fatti strada sull mercato Android grazie all'ottimo rapporto qualità/prezzo offerto. Mentre dispositivi firmati Huawei, OnePlus e Xiaomi si infilano sempre più spesso nelle nostre tasche, anche il mercato indiano inizia a farsi notare grazie alla combinazione di diversi fattori. Scopriamo insieme quali sono ed in che modo potrebbero influenzare il mercato cinese ed europeo!

mumbai
Mumbai: uno dei centri di innovazione tecnologica in India!  / © Roshan Nikam, flickr

L'interessante crescita del mercato indiano

Al momento sono circa 204 milioni gli utilizzatori di smartphone in India e ci si aspetta che nel 2018 arriveranno a 317 milioni, superando così i possessori di smartphone statunitensi che dovrebbero arrivare a 236 milioni nello stesso anno. 

La crescita che sta vivendo il mercato indiano nasce dallo sviluppo dell'economia locale, dall'incremento del reddito pro-capite e dagli incentivi forniti dal governo stesso per la produzione locale di telefoni cellulari. Lo sviluppo delle infrastrutture e del sistema educativo hanno incentivato gli investimenti nazionali ed internazionali, portando ad una crescita della forza lavoro. Questo è senza dubbio uno dei fattori, ma non l'unico, che nel corso degli ultimi anni ha portato sempre più aziende a guardare con estremo interesse al mercato indiano.

L'India si prefigura come un'ottima soluzione per brand produttori provenienti da qualsiasi Paese

Mentre i mercati più sviluppati mostrano i primi segni di cedimento (o meglio di saturazione), l'India si prefigura come un'ottima soluzione per brand produttori provenienti da qualsiasi Paese. Anche i brand cinesi, come ad esempio Xiaomi, puntano all'espansione sul mercato indiano prima di mettere piede in quello americano o in quello europeo ad esempio. Per le aziende cinesi spostarsi sul mercato indiano è piuttosto semplice non solo per la relativa vicinanza geografica ma anche per il semplice fatto che alcuni componenti ed interi dispositivi vengono già realizzati in India. 

Anche lenovo e Motorola, pochi giorni fa, hanno del resto deciso di presentare i nuovi Moto G4 e Moto G4 Plus proprio in India, un mercato ricco di potenzialità!

AndroidPIT xiaomi mi5 1591
Anche Lenovo e Motorola hanno deciso di presentare i nuovi Moto G4 e Moto G4 Plus in India! / © ANDROIDPIT

I vantaggi del mercato indiano

Gli smartphone indiani utilizzano le stesse componenti che troviamo già sui dispositivi cinesi e non sono quindi, da un punto di vista tecnologico, più appetibili rispetto a quelli dei vicini asiatici. Ciò che potrebbe far decollare il mercato indiano degli smartphone anche in Europa e negli Stati Uniti potrebbe essere l'utilizzo della lingua inglese, che rende più facile la comunicazione e quindi la diffusione dei prodotti stessi, e le interfacce molto simili a quella stock di Android piuttosto che caratterizzate da una personalizzazione in stile iOS come quella offerta dalla maggior parte dei brand cinesi. 

Nel frattempo nel continente indiano sempre più sviluppatori lavorano su nuovi programmi ed applicazioni che raggiungono il Play Store e che sono il chiaro segno di un vivace e lungimirante movimento di innovazione locale. In India sono al momento presenti più di dieci importanti produttori di smartphone che propongono prezzi piuttosto bassi. Prendendo in considerazione il crescente consumo di smartphone e lo sviluppo del mercato locale, è facile capire come tutto ciò influenzerà anche il mercato internazionale.

AndroidPIT best smartphones 11
È in arrivo la rivoluzione degli smartphone indiani? © ANDROIDPIT

In che modo influenzerà il mercato internazionale?

Se l'elefante asiatico riuscirà a proporre sul mercato dei buoni dispositivi a prezzi competitivi anche il dragone cinese, e gli altri brand occidentali, dovranno probabilmente abbassare i prezzi o comunque trovare un modo per rendere i propri prodotti più appetibili rispetto a quelli indiani. Nel frattempo però a giovarne saremo noi utenti, che ci ritroveremo davanti un'offerta sempre maggiore di dispositivi, app e giochi grazie al lavoro degli sviluppatori. Nuove idee in circolo non possono che migliorare i prodotti ed i servizi finali offerti agli utenti.

Bisogna solo capire se i brand indiani decideranno di puntare solo ed esclusivamente sulla produzione di dispositivi di fascia bassa o se, pian piano, decideranno anch'essi di entrare in diretta competizione con i grand brand produttori come Samsung ed Apple.

Voi come vedete lo sviluppo del mercato indiano e la sua apertura a produttori di tutto il mondo?

12 Condivisioni

1 Commento

Commenta la notizia:
  • Più si allarga la concorrenza più i prodotti migliorano e i prezzi scendono. Quando comprai uno Huawei nessuno li conosceva mentre oggi sono in tanti a comprarli. Se oggi decidessi di acquistare un nuovo telefono ne sceglierei probabilmente uno cinese.

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK