Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

La VR al primo posto: HTC presenta Vive Cosmos e migliora Vive Pro

La VR al primo posto: HTC presenta Vive Cosmos e migliora Vive Pro

L'evoluzione degli smartphone di HTC è probabilmente ormai acqua passata e sembra che l'azienda faccia completo affidamento sulla VR, presentando al CES 2019 di Las Vegas una gamma di nuovi prodotti hardware e software per il suo marchio Vive. Tra le novità troviamo un nuovo visore, un aggiornamento per il Vive Pro e nuove opzioni software.

HTC guarda alle stelle con Vive Cosmos

Il nuovo set per la realtà virtuale, chiamato Vive Cosmos, sembra collocato in un mercato consumer VR relativamente mainstream. Non necessita di sensori esterni, ma solo un controller che traccia i movimenti. Stranamente, è possibile collegare questo visore ad un PC ma funzionerà anche con dispositivi mobili, secondo il misterioso teaser mostrato dalla società taiwanese.

Una visiera ribaltabile, controller di movimento rielaborati che sembrano in qualche modo simili a quelli del prossimo Oculus Quest, con joystick e pulsanti in stile gamer piuttosto che trackpad. Se Vive dovesse imparare qualcosa da Oculus, probabilmente i controller sarebbe una giusta base da cui iniziare. Anche se dettagli come il prezzo e le specifiche non sono ancora disponibili in via ufficiale, sembra che HTC abbia intenzione di supportare gli aggiornamenti modulari, una strategia che potrebbe sostituire l'originale HTC Vive.

Legato alla presentazione di Vive Cosmos (anche se parziale) è l'annuncio della nuova interfaccia VR, il Vive Reality System (Vivers) che "costruirà un ponte senza soluzione di continuità dal mondo reale a quello virtuale", secondo Drew Bamford, VP, Creative Labs di HTC Vive. "Gli strumenti e gli ambienti del sistema Vive vogliono rendere l'elaborazione dei dati spaziali a tutti". Vive ha anche confermato che sta lavorando con Mozilla per realizzare il primo browser VR specifico per la sua piattaforma.

Il Vive Cosmos è destinato ad essere il primo dispositivo completamente integrato con Vivers, ma la data di uscita e il prezzo sono ancora incerti. Abbiamo ottenuto solo un criptico coming soon da parte dell'azienda, ma ci hanno garantito che i kit di sviluppo saranno offerti nei primi mesi del 2019.

Il Vive Pro Eye segue il vostro sguardo

Il Vive Pro, il dispositivo VR di fascia alta di HTC, ha avuto un ricevuto un po' d'amore anche grazie all'innovativo Vive Pro Eye, che presenta una tecnica visiva nota come "foveated rendering" per rendere immagini nitide ovunque l'occhio umano sia focalizzato durante una scena virtuale, riducendo di conseguenza la qualità dell'immagine intorno alla visione periferica. Questo dovrebbe portare ad un'ottica migliore e più realistica, basata su dove si trova la vostra attenzione nell'ambiente virtuale.

L'Eye tracking non serve solo a migliorare la grafica, ma può anche essere utilizzato per il targeting, permettendovi di selezionare le cose focalizzando lo sguardo, senza la necessità di coinvolgere i controller di movimento. Ottimo per navigare rapidamente nei menu del sistema operativo virtuale, schede web e simili. HTC ha già messo in mostra i controlli oculari utilizzando un'app per il Baseball della Major League, chiamata MLB Home Run Derby VR, che sarà disponibile quest'anno.

Il Vive Pro costa già un bel po' e non sappiamo ancora quanto costerà la versione con eye-tracking a bordo. È stato dichiarato solo che il suo arrivo è previsto per il Q2 2019.

Viveport Infinity apre una vasta libreria di contenuti VR

Naturalmente, i visori più avanzati non sono niente senza contenuti di qualità da sperimentare. Ma con la VR ancora nelle sue fasi iniziali, può essere difficile rischiare i propri soldi. Viveport Infinity è un nuovo servizio in abbonamento di HTC che offre agli utenti un accesso illimitato a centinaia di giochi, esperienze, video a 360 gradi e altri contenuti VR senza doverli pagare singolarmente. Non solo questo andrà a beneficio degli utenti già esistenti, ma anche dei nuovi utilizzatori, i quali saranno più incentivati ad esplorare la libreria di contenuti e provare cose nuove.

L'accesso a Viveport Infinity è già possibile su tutti i dispositivi Vive attuali e futuri, ma anche su Oculus Rift e altri dispositivi dell'ecosistema Wave. Nonostante si tratti di un ottimo modo per mostrare contenuti VR ai i nuovi utenti, è ancora il prezzo dei visori stessi che determinerà se HTC potrà vincere la futura guerra della VR.

Pensate che HTC stia prendendo la giusta direzione?

Articoli consigliati

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica
Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica
[Error]