Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

Recensione 14 min per leggere 1 Commento

Moto Z2 Play recensione: uno smartphone che sta al di sopra della concorrenza

Il Moto Z Play è stato lanciato lo scorso anno come alternativa più accessibile al Moto Z, orientata a chi cerca esperienze con moduli Moto Mods e con una batteria che dura di più. il Moto Z2 Play arriva sul mercato mantenendo alcune di queste caratteristiche, pur avendo una batteria con una capacità inferiore rispetto al suo predecessore. Scoprite come si è comportato nel nostro test!

Valutazione

Pro

  • Aspetto elegante
  • Schermo
  • Software con comandi vocali intelligenti

Contro

  • La fotocamera non stupisce
  • Autonomia ridotta
  • Nuove icone d'interfaccia

Moto Z2 Play – Uscita e prezzo

Lenovo ha annunciato il Moto Z2 Play durante un evento tenutosi a San Paolo. Ancora non sappiamo quando sarà distribuito in Italia né tantomeno il prezzo di lancio in euro (in dollari, negli Stati Uniti, è pari a 499 se acquistato con Verizon). Potrete scegliere tra tre diverse colorazioni: azzurro, argento e oro.

Se volete acquistare il device insieme ai Moto Mods di seguito ci sono diverse combinazioni possibili. Prendete però il prezzo come indicativo perché ancora non confermato in euro: 

  • Moto Z2 Play + Power Pack: 605 euro
  • Moto Z2 Play + JBL SoundBoost: 605 euro
  • Moto Z2 Play + Moto Insta-Share Projector: 744 euro
  • Moto Z2 Play + Hasselblad True Zoom: 744 euro
moto z2 play box snaps
Alcuni accessori del Moto Z2 Play, come il Power Pack e la Style Shell. / © AndroidPIT

Moto Z2 Play – Design e assemblaggio

Il Moto Z2 Play ha subìto alcune modifiche che però hanno fatto poca differenza nell’uso normale del device. Motorola ha diminuito il suo spessore di circa 1 mm in confronto alla versione dell’anno passato, e ha anche sostituito il vetro con l’alluminio. Senza dubbio, questi cambiamenti strutturali hanno i loro pro e i loro contro.

L’aspetto positivo è che le impronte digitali sull’alluminio sono notevolmente più piccole di quelle sul vetro, e meno visibili. Il Moto Z2 Play è molto piacevole al tatto, pur essendo molto sottile. Questo, per inciso, è il punto debole del telefono. Onestamente, lo spessore non mi piace, soprattutto perché conosco bene il suo predecessore.

moto z2 play front screen review
Il pannello anteriore del Moto Z2 Play.  / © AndroidPIT

Chiunque abbia utilizzato il Moto Z non avrà sorprese in questo senso. Neanche i fan della linea che vogliono comprare il Moto Z2 Play non dovranno preoccuparsi del suo spessore, visto che si tratta di pura abitudine. La verità è che è sempre meglio avere per le mani un modello di smartphone più sottile e solido invece di uno pesante e robusto.

Le sezioni dedicate all’antenna fanno da contorno alla parte posteriore e terminano nel bordo. Sono fatte di plastica e offrono un profilo liscio al corpo del Moto Z2 Play. Come si vede nell’immagine sotto, sono state integrate nel telefono e rimangono molto discrete.

moto z2 play back review
La parte posteriore del Moto Z2 Play. / © AndroidPIT

Il modulo della fotocamera sporgente è sempre stato una caratteristica della linea Z e serve per fornire stabilità ai Moto Mods. Il Moto Z2 Play offre un bordo più nascosto che può essere un inconveniente o meno a seconda di come lo si utilizza. Insieme ad un modulo, come il Style Shell o il Power Pack, per esempio, la differenza è ben visibile.

Per l’uso su superfici piane, tuttavia, il device non rimane statico, poiché il modulo in primo piano fa sì che il telefono si bilanci verso i lati più facilmente. Personalmente non ho avuto grandi problemi ad usare il Moto Z2 Play con due moduli diversi, ovvero quelli appena nominati.

moto z2 play slot side
Spessore e modulo della fotocamera in primo piano. / © AndroidPIT

Nella parte inferiore si trova l’ingresso per gli auricolari ed il port  USB di Tipo C. Le cuffie in dotazione nella scatola del Moto Z2 Play non sono neanche quelle lanciate dal brand con il Moto X nel 2014. Troverete degli auricolari del tipo intra-auricolare di alta qualità, con cavo piatto in silicone e gommini di tre dimensioni.

moto z2 play review snap grade
Motorola mantiene la compatibilità con i moduli Moto Mods. / © AndroidPIT

La parte anteriore presenta pochi cambiamenti, soprattutto se avete avuto la possibilità di provare il Moto G5 o Moto G5 Plus. Il tasto home si può utilizzare per navigare nel sistema attraverso i gesti e, a mio parere, non è molto funzionale.

D’altra parte confesso di non essermi abituato agli effetti di questo tasto tattile. Credo che la navigazione con i tasti virtuali sia più intuitiva e precisa. Il problema di questo tasto è che sta in uno spazio utilizzabile dello schermo, che che potrebbe quindi essere meglio sfruttato per visualizzare contenuti diversi.

Moto Z2 Play – Display

Lo schermo del Moto Z2 Play è lo stesso del Moto Z Play, con 5,5 pollici ed una risoluzione in Full HD. La tecnologia del pannello è, per fortuna, Super AMOLED. I colori sono riprodotti in maniera fedele e il contrasto viene misurato correttamente. Credo che tutti gli utenti sfrutteranno al meglio questo schermo ed i suoi 401ppi senza il minimo problema.

Sotto la luce del sole lo schermo rimane costantemente leggibile, dato che la luminosità è alta. Qui il punto di forza può non essere il livello di luce del pannello, ma la sua riflettività, che è bassa. Per questo motivo si può usare all’aperto senza molti problemi.

moto z2 play screen icons detals review
Lo schermo in Full HD del Moto Z2 Play. / © AndroidPIT

Il Moto Z2 Play ha uno schermo ideale per essere usato con un visore di realtà virtuale. L’hardware ha anche i requisiti minimi imposti da Google per la compatibilità con Daydream, la piattaforma di realtà virtuale. Tuttavia, questo modello non è compatibile con questa tecnologia al momento.

Moto Z2 Play – Software

Il sistema operativo del Moto Z2 Play è Android 7.1.1 Nougat con un’esperienza utente pari a quella della sua versione pura. Questa volta vorrei sottolineare la questione dei cambiamenti dell’interfaccia, che è stata modificata, anche se con discrezione.

Per qualche ragione Motorola sta usando un launcher che, secondo la casa produttrice, fornisce proprio Google tramite AOSP. Si tratta di un cassetto trasparente di app, diverso da quello che si trova nel Pixel Launcher o in altri dispositivi di altri produttori che usano Android Nougat con pochi cambiamenti, come Quantum.

moto z2 play review screen icons
Il cassetto applicazioni del nuovo Moto Z2 Play. / © AndroidPIT

Il cambiamento più grande che l’azienda ha fatto, tuttavia, è stato quello delle icone delle app, seguendo il modello che Google ha avviato con il suo Pixel. Questo non è esattamente un problema, solo che la ditta non si è accontentata di fare le icone circolari e ha deciso di rimodellarle aggiungendo uno sfondo con aspetto 3D. Non è niente di che e tra l’altro non si abbina alle altre icone che appaiono nella schermata delle app. Si scontrano con il resto e danno all’interfaccia un aspetto molto pesante.

Naturalmente, questa è una questione soggettiva, ma non mi pare un grosso passo in avanti. Spero anche che i cambiamenti dell’interfaccia non evolvano nel campo delle icone.

moto z2 play software screenshot
Il software del Motorola con le icone di sistema rinnovate. / © AndroidPIT

Avendo un’esperienza con il normale software poche caratteristiche spiccano nel sistema del Moto Z2 Play, eccetto quelle che sono nella centrale Moto. Mi riferisco alla risorsa centrale che riunisce tutte le caratteristiche dei dispositivi intelligenti del brand, tra cui i gesti, la voce e il movimento. Motorola ha incorporato alcune novità in questo senso di cui vi voglio parlare.

Moto Voice

Il Moto Voice fu presentato con il primo Moto X, e si trattava di un sistema di voce integrato con Google Now. Ora, tuttavia, il meccanismo risponde a diversi comandi, e si può utilizzare come una specie di assistente personale. È necessario fare alcune prove affinché il comando si abitui alla vostra voce, e, per inciso, si devono fare con un tono tranquillo.

Dicendo la frase di lancio “Show Me” si può azionare il calendario, le previsioni meteo e altre app aperte. In questo caso, non si può configurare un comando vocale personalizzabile, cioè, dovrete solo prendere in mano il device e dire “Mostrami l’agenda”. Vale la pena notare che Moto Voice riconosce solo i comandi che iniziano esattamente con questo termine.

Tutte le informazioni vengono visualizzate in una interfaccia personalizzata, cioè, se per esempio chiedete del tempo, nessuna app di notizie o tempo di Android si apre by default. Questa interfaccia di Motorola è molto interessante e si differenzia un po’ dal modello Google.

moto voz painel moto central
Interfaccia personalizzata delle app di Moto Voice. / © AndroidPIT

Moto Voice può anche aprire le app, ed eseguire altre query. Pronunciando “Mostrami Chrome”, per esempio, appare una striscia nella parte superiore dello schermo dalla quale si può aprire il navigatore.

La lista dei comandi del Moto Voice è breve ed il riconoscimento vocale è instabile. Ho dovuto riavviare la prova per la voce almeno sei volte, anche quando ero a casa, in silenzio e senza rumori intorno. Le query appaiono subito, però, come dicevo prima, l’utente deve dire chiaramente la frase “Mostrami”, il che non è proprio intuitivo.

Moto Z2 Play – Prestazioni

Le specifiche tecniche del Moto Z2 Play sono migliori rispetto a quelle del suo predecessore. Troverete 4GB di RAM, il processore Snapdragon 626  e 64GB di memoria fissa. Sono numeri degni di un flagship ma ovviamente si tratta di un dispositivo di fascia media. I processori della serie 600 di Qualcomm sembrano molto efficienti rispetto al funzionamento e al rendimento della batteria.

Il Moto Z2 Play ha delle specifiche da dispositivo di fascia alta


Infatti, per quanto riguarda il funzionamento dello Z2 Play, abbiamo un hardware capace di eseguire le attività quotidiane senza problemi, inclusi giochi pesanti come Implosion, N.O.V.A. Legacy e Wild Blood. Tutti questi funzionano alla perfezione senza impallarsi in nessun modo, anche quando la funzione multitasking è abbastanza intasata.

I comandi del Moto Voice si attivano rapidamente, così come le query in Google e il carico delle app dei social network. Tutto gira liscio come la seta. Qui di seguito potrete vedere i risultati benchamrk del Moto Z2 Play:

Moto Z2 Play nei test benchmark

  AnTuTu Geekbench 4: multi-core
Moto Z2 Play 66,642  3191 
Asus Zenfone 3 57,762  4058 
Moto Z Play 62,674  2418 

Moto Z2 Play – Audio

L’uscita audio del Moto Z2 Play è mono, ed è situata nella parte superiore del pannello anteriore. Il suono è equilibrato, con acuti accentuati e gravi calibrati. La posizione di questa uscita non è un inconveniente: raramente si blocca l’audio quando si utilizza il device in orizzontale.

Come ho detto all’inizio dell’articolo, il Moto Z2 Play ha delle cuffie intra-auricolari che sfoggiano un ottimo design. Il suono emanato è relativamente buono, con acuti e gravi equilibrati. Non sono però molto potenti. Non ho avuto alcun problema ad utilizzare i microfoni e l’altoparlante durante le chiamate; anche il volume è eccellente.

moto z2 play fone review
I nuovi auricolari in dotazione al Moto Z2 Play. / © AndroidPIT

Moto Z2 Play – Fotocamera

La fotocamera non è il punto di forza del Moto Z2 Play, però devo ammettere che lo smartphone fa foto accettabili quando si trova in condizioni di luce adeguata. Con il Moto Z2 Play Motorola ha cambiato la quantità di megapixel passando da 16MP con apertura f/2.0 a 12MP con f/1.7. Altri punti sono rimasti invariati, come la tecnologia Dual Pixel ed il flash laser.

Per quanto riguarda la fotocamera frontale, troverete 5MP e lente con apertura di 85°, che cattura più informazioni in una sola foto come nei selfie di gruppo. Il flash frontale dual tone è ancora presente. Questo obiettivo integra la modalità bellezza.

moto z2 play speaker front review
Fotocamera frontale e flash dual tone. / © AndroidPIT

Posso dire che la fotocamera è migliorata a confronto del suo predecessore, soprattutto per il controllo dell'esposizione tramite l'eliminazione della quantità di rumore. Questa differenza si vede quando si usa lo Z2 Play in ambienti con poca luce. Questo è dovuto a una minore apertura della lente, che funziona meglio in queste condizioni.

moto z2 play camera detals flash
La fotocamera da 12MP del Moto Z2 Play. / © AndroidPIT

Lo scatto è veloce, e si può vedere l’immagine catturata poco dopo il click. Il software della fotocamera è lo stesso di altri modelli Motorola, come il Moto G4 Plus, con la completa modalità manuale. Nel software abbiamo trovato una funzione di fotocamera lenta e un’altra di “trasmissione in diretta”, che è un plug-in per YouTube con il quale l’utente può trasmettere in tempo reale.

Nonostante il flash laser, a volte ho avuto qualche difficoltà a mettere a fuoco, specie se in modalità automatica. Anche se è un'opzione valida solo per pochi, la modalità manuale è più agile visto che si possono controllare meglio le impostazioni della scena. Spesso l’opzione automatica mi ha suggerito una scena che non corrispondeva a quello che volevo o di cui avevo bisogno, come ad esempio la modalità notturna da usare in un ambiente soleggiato.

È possibile attivare la fotocamera frontale e la principale con i gesti, così come salvare tutto il contenuto nella scheda di memoria. I video possono essere girati in 4K a 30 fps. C’è anche, stranamente, un'opzione di registrazione in VGA, 480p a 30fps.

Moto Z2 Play – Batteria

Veniamo alla questione più controversa del Moto Z2 Play: la batteria di 3000 mAh, il che significa una riduzione di 510mAh rispetto al Moto Z Play. La ragione di questo cambiamento, secondo Motorola, sta nell'aver preferito un design più sottile, anche sulla base di alcune ricerche di mercato in cui gli utenti hanno mostrato una preferenza per questo aspetto.

Così il nuovo modello ha abbandonato l’autonomia del suo predecessore, e ora regala un giorno e mezzo utilizzandolo in maniera ponderata. Se si utilizzano i social network, l'app della fotocamera più volte al giorno o qualche gioco, si può arrivare a fine giornata con poca carica, meno del 20%. Con un uso più intensivo, con la geolocalizzazione e la sincronizzazione attivata, la luminosità al 60% e usando lo streaming di video e musica, l'autonomia si riduce a sette ore.

Il Moto Z2 Play può arrivare a fine giornata con una carica del 20%, usandolo in maniera ponderata

In generale, e anche guardando ai vari test fatti, il Moto Z2 Play perde in media l’11% di carica all’ora con un uso convenzionale, mentre la media del Moto Z Play era del 9%. Il caricabatteria è più piccolo di dimensioni, ma ha sempre la potenza di 15W, e riesce a caricare il telefono in 1 ora e 40 minuti.

Infine posso dire che il Moto Z2 Play è un device con un'autonomia che rientra negli standard dei modelli attuali, perdendo così il vantaggio che aveva il modello precedente, che era quello di stare in vita più ore tra una carica e l’altra. Naturalmente questo non è un problema per chi lo usa con il Power Pack di Motorola che offre 2220 mAh e aggiunge un 40% di capacità in più alla batteria dello Z2 Play.

Mi pare, inoltre, che Motorola abbia ridotto la batteria per stimolare le vendite dei Moto Mods, soprattutto il Power Pack. Non ha molto senso tornare indietro sul punto che è sempre stato un vantaggio di questo telefono solo per realizzare un modello più sottile. È un chiaro crollo dei valori.

Moto Z2 Play – Specifiche tecniche

Dimensioni: 156,2 x 76,2 x 5,99 mm
Peso: 145 g
Capacità della batteria: 3000 mAh
Dimensioni del display: 5,5 pollici
Tecnologia display: AMOLED
Schermo: 1920 x 1080 pixel (401 ppi)
Fotocamera frontale: 5 megapixel
Fotocamera posteriore: 12 megapixel
Flash: Dual-LED
Versione Android: 8.0 - Oreo
Interfaccia utente: Stock Android
RAM: 4 GB
Memoria interna: 64 GB
Memoria removibile: microSD
Chipset: Qualcomm Snapdragon 626
Numero di core: 8
Velocità di clock: 2,2 GHz
Connettività: HSPA, LTE, NFC, Dual-SIM , Bluetooth

Giudizio iniziale

Se leggete attentamente questa recensione, noterete che non mi piace nessuna delle caratteristiche del Moto Z2 Play: le icone del software, lo spessore ultrasottile, la riduzione della batteria ed il tasto tattile per la navigazione. Tuttavia questo non significa che questo non sia un buono smartphone, visto che si tratta di opinioni personali e quindi soggettive.

La verità è che tutti questi punti a sfavore non sono così gravi e per qualche utente che è disposto a investire fino a 500 euro in uno smartphone sicuramente il Moto Z2 Play è una buona scelta. La sostituzione del vetro con l’alluminio non poteva essere cosa migliore, visto che dà al telefono un design più anatomico e di qualità migliore. L’hardware continua ad essere eccezionale per un dispositivo di fascia media, a differenza di quello che succede con la capacità della batteria.

In generale il Moto Z2 Play è migliore del Galaxy A7 e dello Zenfone 3

I comandi vocali non mi fanno impazzire, però sono quegli extra che aggiungono confort alla vita quotidiana. È chiaro che, essendo una funzione nuova, è possibile che arrivino degli aggiornamenti e che verrà ottimizzata in futuro. E' bene avere questo tipo di interazioni nel software dei telefoni Motorola, visto che negli ultimi modelli del brand si è trascurato questo aspetto.

Se quello che cercate è una combinazione di buone specifiche tecniche valide per qualche anno, un aspetto elegante, una buona qualità dello schermo ed un software con una gradevole esperienza utente, potete investire in questo modello senza paura. Se la fotocamera non è la vostra esigenza principale, lo Z2 Play non vi sorprenderà né deluderà. La batteria è uguale a quella dei suoi concorrenti, ma non è la cosa più rimarchevole del telefono, nel caso l'autonomia sia una priorità per voi.

Cosa ve ne pare del Moto Z2 Play?

2 Condivisioni

1 Commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica