Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
11 min per leggere 250 Condivisioni 13 Commenti

Battaglia tra interfacce: qual è la vostra preferita?

Ci sentite spesso parlare del sistema operativo Android ma quali sono le differenze principali tra Sense UI, UX di LG e TouchWiz ad esempio? Quali sono i vantaggi di avere Android stock o un'interfaccia ultra personalizzata come può essere la EMUI di Huawei? Diamo un'occhiata alle interfacce Android più famose e scoviamo le principali differenze.   

AndroidPIT best smartphones 4
Qual è la vostra interfaccia preferita? / © ANDROIDPIT

Il sistema operativo rimane lo stesso, con qualche piccola differenza a seconda della versione Android, ma le interfacce possono essere molto diverse tra loro, sia nell'aspetto che nelle animazioni e nelle funzioni offerte. Oggi mettiamo a confronto le otto interfacce grafiche più conosciute.

Prendete la scorciatoia per andare dritti all'interfaccia che vi interessa

Zen: l'interfaccia offerta da Asus

L'interfaccia offerta da Asus è un mix di funzioni native, applicaizoni proprietarie e app di terze parte fornite dai partner. Un aspetto negativo dell'interfaccia di Asus è l'impossibilità di rimuovere molte delle app preinstallate, come, ad esempio, i demo dei giochi, gli ottimizzatori della memoria RAM e l'antivirus proposto dal brand stesso.

Tuttavia ci sono degli aspetti interessanti offerti dall'interfaccia utente del brand taiwanese, come il forte appello alla personalizzazione delle impostazioni di sistema: schermata di blocco, schermata home, icone, temi, effetti di scorrimento e collegamenti rapidi possono essere tutti personalizzati secondo le proprie esigenze ed il proprio gusto. Paragonata alle altre interfacce, la Zen UI è una delle più personalizzabili.

telaszenfonegoecinco
Zen UI è l'interfaccia Android più personalizzabile! / © ANDROIDPIT

Dal 2014 Asus ha apportato diversi miglioramenti alla propria interfaccia, soprattutto nella versione fornita con lo Zenfone GO. Questo dispositivo esce dalla fabbrica con Android 5.1 Lollipop, il primo del brand, e mantiene l'essenza dell'interfaccia della casa nella schermata home e nel cassetto delle app. D'altra parte però, il sistema delle impostazioni ricalca Android stock.

Le prestazioni offerte dall'interfaccia Zen non sono mai state un problema per lo smartphone del brand. Nel 2015 abbiamo testato tutte le versioni rilasciate e nessuna di queste si è mostrata lenta o eccessivamente pesante per quanto riguarda il consumo di RAM. 

Vibe: l'interfaccia offerta da Lenovo

Passiamo ora all'interfaccia utente che troviamo sui dispositivi Lenovo. Si tratta anche in questo caso di un'interfaccia personalizzabile che dispone di un negozio dedicato ai temi, diverse schermate di blocco e una galleria online di sfondi. La schermata iniziale può ricordare quella di Android stock (schermata + cassetto delle app) o la versione di Lenovo, che rimuove il cassetto delle app e mantiene le icone delle applicazioni sparse nelle diverse schermate.

Le icone nella barra di stato e in quella dedicata alle notifiche possono essere modificate, così come le icone di sistema. Le prestazioni dell'interfaccia sono impressionanti, soprattutto se si considerano le risorse implementate dal produttore.

vibeuinormallenovovibereview
Vibe UI sul Lenovo Vibe A7010! / © ANDROIDPIT

Lenovo integra nell'interfaccia solo servizi essenziali per l'utente, tra cui bussola e file manager. Come Motorola, le principali funzioni offerte sono disponibili sotto forma di applicazioni che possono essere disattivate dalle impostazioni di sistema. Per trovare ciò di cui si ha bisogno basta accedere al cassetto delle app e individuare l'app desiderata.

Nel complesso, anche se con delle icone più squadrate, Vibe UI è una sorta di Android stock affiancato da piccole feature. L'home e le schermate di sistema possono essere completamente modificate, mentre la configurazione e l'utilizzo del sistema rimane convenzionale.

MIUI: l'interfaccia offerta da Xiaomi

Si chiama MIUI l'interfaccia proposta da Xiaomi sui propri dispositivi. MIUI è un sistema completo basato su Android, indipendentemente dalla versione. Così MIUI 7, la più recente rilasciata dal band, offre delle feature presenti su Android 6.0 Marshmallow nonostante sia basata su Android 4.4.4 KitKat. La prossima versione, MIUI 8, sarà invece basata su Android Marshmallow ed è al momento in fase di test (beta). 

Possiamo affermare che MIUI e Vibe abbiano diversi tratti comuni. Le icone proposte da Xiaomi sono squadrate e le applicazioni sono disposte tutte nelle schermata home. I fan di Android stock possono sfruttare MIUI per esplorare un nuovo concetto di utilizzo visto che l'interfaccia del brand cinese non ricorda affatto il sistema realizzato da Google. 

AndroidPIT Xiaomi MI5 10
MIUI 7 è l'ultima versione dell'interfaccia del brand cinese! / © ANDROIDPIT

MIUI vanta una comunità di utenti e sviluppatori molto attiva che partecipa allo sviluppo del software. Le nuove versioni beta vengono pubblicate ogni 15 giorni, mentre gli utenti finali ricevono gli aggiornamenti correttivi quasi ogni mese. Grazie a ciò, l'interfaccia di Xiaomi è sempre in linea con i dispositivi su cui è installata.

Xiaomi è uno dei pochi produttori Android che detiene in controllo totale dell'hardware e del software, poichè sviluppa MIUI secondo l'hardware offerto dai propri dispositivi.

TouchWiz: l'interfaccia offerta da Samsung

TouchWiz è l'interfaccia più odiata dagli utenti. Il fatto che Samsung sia tra i primi posti per quanto riguarda le vendite comporta che la sua interfaccia sia la più utilizzata. TouchWiz Nature UX è stata originariamente lanciata nel 2010 con il Galaxy S. Ha introdotto numerose funzioni uniche e, di conseguenza, un maggior consumo di spazio e memoria RAM.

Alcune nuove funzioni, al tempo, permettevano di zoomare tramite gesti o di trascinare icone e widget semplicemente selezionandole a lungo. Si tratta di funzioni standard al giorno d'oggi, launcher Android stock incluso.

samsung galaxy note 5 s pen
A TouchWiz è una delle interfacce più controverse di Android! / © ANDROIDPIT

Due anni più tardi Samsung ha introdotto la versione 4.0 di TouchWiz sul Galaxy S3. Oltre alle nuove feature, è stato incrementato il numero di applicazioni preinstallate, riducendo lo spazio di memoria del dispositivo. A peggiorare le cose, queste app non solo non possono essere disinstallate, ma girano in background e consumano RAM.

A partire da TouchWiz 4.0, il brand sudcoreano ha iniziato a rilasciare un'interfaccia più minimalista, riducendo i colori e le animazioni. In questo modo è stato ridotto il consumo di memoria RAM e migliorata la stabilità del Galaxy S3. Con TouchWiz 5.0, introdotto con il Galaxy S6 ed il Note 5, Samsung si è avvicinato ancora di più al Material Design di Google, proponendo un'interfaccia più intuitiva e stabile, anche se le app preinstalalte sono rimaste comunque tante.

Una lamentela portata avanti dagli utenti è quella che, per ottenere una maggiore stabilità, Samsung ha chiuso le app in background senza chiedere il consenso agli utenti stessi, una mossa simile a quella di Apple su iOS. TouchWiz 6.0, testato sui Galaxy S6 nel mese di dicembre 2015, è stato ufficializzato nel mese di febbraio del corrente anno. Si tratta della versione preinstallata sul Galaxy S7.

La nuova versione mostra delle novità legate alle notifiche e alle impostazioni rapide, permette di personalizzare le scorciatoire nella schermata di blocco ed offre Smart Manager nel menu delle impostazioni e non più come applicazione.

Sense UI: l'interfaccia offerta da HTC

Sense UI offre poche app preinstallate, ed un look simile a quello di Android stock. La versione 6, bella, leggera e veloce, è stata lanciata con Android 4.4.4 KitKat nel 2013 ed ha introdotto alcune funzioni interessanti come Blinkfeed, Zoe e altre ancora. Il punto forte è Blinkfeed che, nella schermata di avvio, mostra le ultime novità in un formato completamente personalizzabile.

AndroidPIT HTC M10 launch 3907
HTC Sense è una delle migliori interfacce Android! / © ANDROIDPIT

Lanciato nel 2009 nella linea Hero, HTC Sense è considerata una delle più belle interfacce personalizzate dell'universo Android. Con poche app preinstallate, offre un'interfaccia pulita in stile Google. Nell'ultima versione introdotta con l'HTC One M9, Sense 7.0, HTC ha introdotto nel sistema i propri temi che possono essere personalizzati completamente dall'utente o scaricati da terzi, il tutto senza pesare sulle prestazioni. Ha inoltre introdotto alcune funzioni della concorrenza come il doppio tap per attivare e disattivare il display.

Senza dubbio l'interfaccia minimalista e leggera di HTC, affiancata da un buon hardware, è un'interfaccia amata dagli utenti. Non c'è da stupirsi se i dispositivi del brand vengano apprezzati dagli esperti.

LG UX: l'interfaccia offerta da LG

LG UI è senza dubbio un'interfaccia controversa: c'è chi la ama e chi la odia. Nonostante non offra una grafica minimalista come Sense, non pesa sulla RAM e non offre un numero elevato di bloatware come TouchWiz. Quello che spicca di più è che nelle nuove versioni LG integra funzioni utili che diventano una tendenza anche per altri brand produttori. La più nota è probabilmente quella che consente di attivare il display con due tocchi: una feature adottata da tantissimi altri brand.

AndroidPIT lg g5 friends 0373
LG UX  è una delle interfacce più lente! / © ANDROIDPIT

LG Optimus UI, anche nota come LG UX, ha visto la luce nel 2010 ed è stata una delle interfacce più odiate fino all'arrivo della versione 3.5, introdotta nell'LG G2. Il G2 ha portato con sé nuove funzioni come il Knock Code, mini app, la possibilità di scaricare nuovi temi ed una  barra delle notifiche ricca di scorciatoie.

La versione utilizzata nel G3 ha introdotto Smart Notice insieme ad un numero di bug e rallentamenti delle animazioni, in parte corretti con l'aggiornamento ad Android 5.1 Lollipop. Nel G5 il brand ha deciso di disfarsi del cassetto delle app ma ,dopo le lamentele da parte degli utenti, ha rilasciato "Home 4.0", un launcher scaricabile su LG Application Store che permette di reintrodurre l'app drawer.

Un aspetto strano è che su alcuni dispositivi l'interfaccia gira fluida, senza rallentamenti o ritardi mentre su altri limita l'espereinza utente. Come detto sopra, LG UX è amata e odiata allo stesso tempo!

Xperia UI: l'interfaccia offerta da Sony

L'interfaccia Sony soffre dello stesso male che colpisce i dispositivi del brand: presenta sempre lo stesso look. Naturalmente, così come per gli smartphone, anche l'interfaccia ha conquistato tantissimi utenti. Nello specifico credo che l'interfaccia Sony sia una delle migliori del momento: look minimalista, anche se non come quello di Sense, e performante. Nonostante le animazioni integrate, non lagga neppure sui dispositivi di fascia media.

Androidpit Xperia Z5 Premium 10
L'interfaccia Sony è quella che offre meno novità nel look. / © ANDROIDPIT

Essere veloce e leggera ha il suo prezzo. L'interfaccia Xperia non offre molte feature capaci di fare la differenza. Come Samsung, integra parecchie app preinstallate che però possono essere disinstallate. Sony ha poi un punto di forza, offre delle buone applicazioni che non spingono quindi gli utenti ad affidarsi ad app di terze parti. L'app della fotocamera è una delle più complete, anche il file manager ed il lettore musicale sono ottimi.

La modalità Stamina è il miglior gestore di energia offerto dai produttori e può fare miracoli per la batteria. Con l'arrivo di Android 6.0 Marshmallow, che ha introdotto Doze, la modalità Stamina è stata rimossa dall'interfaccia anche se Sony sta pensando di reintegrarla.

Sull'Xperia Z5, ad esempio, l'interfaccia è la stessa dell'Xperia Z3+ ma con miglioramenti nel software della fotocamera ed un numero più ridotto di app preinstallate.

Stock UI: l'interfaccia offerta da Google

Dulcis in fundo, l'interfaccia standard di Android. La più celebre di tutti non per le feature offerte, ma per la semplicità e la rapidità. È così amata che il launcher di Google Now è uno dei più scaricati dal Google Play Store. Google ha iniziato a mettersi al lavoro con Android 4.0 Ice Cream Sandwich. Ha iniziato ad influenzare i brand produttori con un messaggio chiaro "meno è meglio". Un messaggio che alcuni produttori hanno subito fatto proprio, ma non tutti.

androidpit Nexus 6P
L'interfaccia stock di Android sul Nexus 6P. / © ANDROIDPIT

Google punta su uno stile semplice e minimalista, sopratutto con l'arrivo del Material design e del look senza ombre. Progettato per gli utenti che utilizzano funzioni legali, non viene utilizzato nell'uso quotidiano. D'altra parte però ottimizza prestazioni e rapidità, un aspetto importantissimo per tutti gli utenti standard che hanno 30 o più applicazioni sul proprio dispositivo.

D'altra parte la semplicità ha un prezzo e talvolta sono necessarie alcune app che Android non offre di suo. Un esempio potrebbe essere l'app della fotocamera. Per coloro che amano perfezionare i propri scatti ed esplorare a fondo la fotocamera del proprio smartphone, l'app di Google è una delle peggiori. Poche opzioni per la personalizzazione e per giunta  difficili da accedere. Prendiamo l'app della fotocamera offerta dal G4. Oltre ad essere facile da usare, offre una modalità manuale con delle voci presenti in molte Reflex.

Un punto a favore dell'interfaccia stock di Android sono gli aggiornamenti di sistema. I dispositivi che integrano questa interfaccia sono i primi a ricevere le novità introdotte nel sistema operativo.

Conclusione

Personalmente preferisco quando i brand produttori integrano un look minimalista senza escludere le funzioni più utili. Lenovo, HTC e Sony sono, secondo me, le interfacce migliori. Vale però menzionare LG che, presa come esempio da altri brand, ha per primo proposto delle funzioni utili come il Knock code ed un'app completa dedicata alla fotocamera.

L'interfaccia stock di Android rimane la migliore opzione per chi punta sulla semplicità, mentre Asus e Xiaomi sono due interessanti alternative per chi vuole sperimentare qualcosa di nuovo con il software.

Secondo te qual è la migliore interfaccia Android?

Preferite le interfacce personalizzate o siete soddisfatti dell'esperienza offerta dal buon vecchio Android?

13 Commenti

Commenta la notizia:
  • La mia preferita è la zenui, ricca, molto personalizzabile. Invece Android stock proprio non lo digerisco...

  • Nel titolo fate riferimento anche alla emui di huawei ma poi perché dentro l'articolo non esiste una spiegazione? Decidetevi

  • Sense UI e Oxygen OS

  • Ho sempre avuto samsung ma sto pensando di passare a nexsus perché le app preinstallate non le sopporto propio

  • La migliore è sempre stata la Sense di HTC, bella, fluida, veloce e senza fronzoli.

  • Per me è la flyme

  • La migliore è secondo me la Touchwiz, avete visto la nuova beta quanto è fluida e veloce?

    • il tuo commento è ironico?

    • Fluida e veloce anche no, è una beta e fa anche schifo per adesso, ma anche io ho guardato parecchi video su questa nuova interfaccia e mi sono stupito molto: riassumendola in poche parole:
      Il menù delle notifiche diventa praticamente quello di Android stock
      Il multitasking viene migliorato e segue la filosofia di Android n
      Nonostante sia una beta, in una futura release saranno migliorate animazioni e fluidità che andranno ad importare molto meno sulla durata della batteria
      Il launcher acquista una o due query di ricerca, diventa più pulito e molto bello.
      Nuove API per i widget e funzioni molto carine
      Applicazioni installate completamente ridisegnate e parate per un utilizzo quotidiano migliore, mi viene in mente l'applicazione note.
      Impostazioni molto più condensate e semplici
      Supporto ad un "force touch" in stile Nova Launcher (Siccome i dispositivi di Samsung non montano un display in grado di riconoscere la pressione si utilizzerà una pressione prolungata)
      Molte nuove migliorie :D

  • Android Stock è la più bella.
    MIUI è una vergogna. Peggio di Touchwiz, LG UX e ZENUI.

  • ormai la cyanogenmod corrisponde a un UI tutta sua wow ne ha fatta di strada

250 Condivisioni

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK