Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
3 Condivisioni 4 Commenti

Motorola Moto X Force recensione: l'innovazione che aspettavamo tutti da tempo!

Motorola, non contenta dei tre smartphone rivelati durante l'estate, ha deciso di presentare al pubblico androidiano un quarto smartphone, forse il più innovativo di tutti: il Moto X Force. L'ultimo arrivato non ha seguito alla lettera le caratteristiche della linea X e, oltre ad una potente batteria, come per il Moto X Play, lo smartphone sfoggia un display indistruttibile con risoluzione in QHD ed un design più moderno.

Non ci sono dubbi che questo dispositivo passerà alla storia, come per molti altri smartphone del brand, ma analizziamone insieme tutte le caratteristiche hardware e software e vediamo come si è comportato in seguito a test di vario tipo. 

Valutazione

Pro

  • Schermo resistente alle cadute
  • Migliore fotocamera prodotta da Motorola
  • Assemblaggio impeccabile
  • Autonomia

Contro

  • Speaker mono

Moto X Force – Uscita e prezzo

Il Motorola Moto X Force, che negli Stati Uniti è conosciuto con il nome di Droid Turbo 2 per qualche assurdo motivo, sarà disponibile a partire dalla seconda metà di novembre ad un prezzo di lancio di 549 euro in un'unica versione da 64GB di memoria interna. In diversi Paesi del mondo sarà possibile personalizzarlo tramite la pagina di Moto Maker, ma in Italia purtroppo il servizio non è ancora disponibile.

Moto X Force – Design e assemblaggio

Gli utenti che hanno apprezzato il design di Moto X Play e Moto X Style, ritroveranno nel Moto X Force una fusione tra i due, con qualche miglioramento. Messo a diretto confronto con gli altri due smartphone, il Moto X Force assomiglia più allo Style che al Play, nonostante sia leggermente più largo e presenti una sequenza diversa a decorare la scocca. Il brand non ha risparmiato sui materiali, dato che non è possibile trovare alcun elemento realizzato in plastica sul Moto X Force.

androidpit MOTO Force 2
Il pannello anteriore del Moto X Force. /  © ANDROIDPIT

Il dispositivo che abbiamo testato offre una scocca in nylon con un disegno molto simile a quello mostrato dal Moto Maxx, ma che si consuma o si graffia meno facilmente. Invece di mostrare una scocca curva, il Moto X Force è piatto sul retro e si curva solo lungo i lati. Questo piccolo cambiamento rende lo smartphone più ergonomico ma leggermente meno comodo da tenere tra le mani rispetto agli altri modelli della casa. 

traseiramotoxforce
Scocca posteriore in nylon del Moto X Force. / © ANDROIDPIT

Un altro dettaglio che ha catturato la mia attenzione, è il posizionamento dello slot dedicato alla SIM, che si trova su questo modello lungo il lato superiore del dispositivo e non più ai lati. Come per altri modelli della gamma, il Moto X Force offre la possibilità di inserire una nano-SIM ed una scheda microSD nello stesso slot.

slotmotoxforcereview
Slot per microSD e SIM sono sul lato superiore del dispositivo. / © ANDROIDPIT

Osservando il dispositivo dalla facciata anteriore, è possibile notare linee più rette rispetto ad altri modelli, soprattutto alle estremità. Lo speaker è ben visibile sopra il display, mentre nel bordo inferiore sono collocati gli altoparlanti che però si mimetizzano perfettamente con il design, passando quasi inosservati.

Questo dettaglio in realtà rende il design asimmetrico e, a nostro avviso, meno elegante, soprattutto nel modello bianco del Moto X Force. Inoltre va notato che il dispositivo è dotato di un singolo speaker, mentre il secondo foro è stato studiato semplicemente per rendere il design più uniforme. 

speakermotoxforce
Speaker mono del Moto X Force. / © ANDROIDPIT

Subito sopra il display è possibile trovare lo stesso flash LED che caratterizza il Moto X Style sulla sinistra, ed il sensore di prossimità ed il LED di notifica sulla destra. Il sensore di prossimità permette, grazie al software implementato dal brand, di sfruttare le notifiche ambient o Moto display a seconda dei movimenti dell'utente. 

In generale, il Moto X Force sfoggia un design in linea con gli utlimi modelli presentati dal brand, leggermente personalizzato sotto acluni aspetti e decisamente più resistente. Personalmente ho trovato lo smartphone molto elegante, specialmente sulla scocca. 

motoxforceonwork
Elegante il nuovo Moto X Force! / © ANDROIDPIT

Moto X Force – Display

Motorola ha deciso di non seguire il trend del momento e privare il nuovo arrivato di un lettore d'impronte digitali, ma ha dotato lo smartphone di un design innovativo, rivestito in silicone per resistenre meglio ai graffi, sigillato da una certificazione IPX7 ed avvolto da un display infrangibile. 

Motorola ha fatto davvero un buon lavoro sul display di 5,4 pollici AMOLED con risoluzione in 2K (1440x2560 pixel e 544ppi). La realizzazione del display in 5 parti rinforza lo smartphone e gli permette di resistere agli urti più violenti. Il brand chiama questa tecnologia Moto ShatterShield ed i 5 strati del display si suddividono in:

Primo: il pannello esterno, che offre uno strato protettivo particolarmente resistente ai graffi. Questo pannello sostituisce il Gorilla Glass, ad esempio, e può essere osservato facilmente in quanto una sorta di pellicola di vetro.

Secondo: subito sotto questa pellicola protettiva, si trova uno strato studiato per essere più flessibile del vetro normale. Questa lente non altera in alcun modo la riproduzione dei colori o la nitidezza delle immagini.

Terzo: al contrario di altri dispositivi, il pannello touch del dispositivo è stato studiato per garantire un'ottima reattività anche in seguito a diverse cadute. Invece di perdere la sensibilità al primo colpo, il display è infatti protetto dai primi due rivestimenti di vetro. 

Quarto: A questo livello troviamo il tanto discusso schermo flessibile, chiamato P-OLED. La lettera P che precede la sigla OLED sta a significare plastica, e fa riferimento alla capacità di flessione del display. Questo strato permette allo schermo di attutire al meglio i colpi. 

Quinto: l'ultimo pannello offre una maggiore durabilità del vetro ed un supporto all'assemblaggio dei diversi strati superiori, avvolti tutti insieme dalla cornice di alluminio. Questa lastra serve inoltre a proteggere i componenti che si trovano all'interno del dispositivo. Senza questo strato, la pressione al momento dell'impatto manderebbe in frantumi l'hardware. 

telalateralmotoxforce
Il vetro ultra resistente del Moto X Force. / © ANDROIDPIT

Durante il nostro test siamo stati abbastanza aggressivi con lo smartphone, graffiandolo con oggetti appuntiti e facendolo cadere da diverse altezza. A mia sorpresa il Moto X Force è sopravvissuto al tutto senza mostrare alcuna ferita. Il display dello smartphone non è particolarmente vivido ed i contrasti non sono altrettanto marcati come sugli standard Super AMOLED. 

Molti utenti si sono chiesti quanto fosse reattiva la sensibilità del touch considerando che lo strato dedicato al touchscreen non è collegato a quello P-OLED, come su altri smartphone che utilizzano la tecnologia AMOLED (non flessibile). A questi utenti voglio dire di dormire sonni tranquilli, perchè il touch del Moto X Force funziona alla perfezione, senza ritardi ma, anzi, offrendo una sensazione molto comoda al tatto grazie al rivestimento anti graffio. 

telamotoxforcequad
Le immagini sono nitide, anche se non troppo brillanti. / © ANDROIDPIT

La nitidezza e gli angoli di visuale sono eccellenti, così come il bilanciamento dei contrasti e la luminosità. Rimanendo in tema di luminosità, durante il test ho sono riuscito a leggere i contenuti mostrati sul display anche sotto la diretta luce del sole, senza alcun problema. Va inoltre notato che, quando lo smartphone cade a terra e sbatte sul pannello anteriore, il primo strato può rompersi ma non danneggiare quelli sottostanti. Solo i primi due strati del display sono coperti dall'assicurazione Motorola che dura 4 anni. Gli strati sottostanti, così come la cornice in alluminio, non sono invece compresi nel pacchetto. 

Il corpo del dispositivo non offre invece rivestimenti che lo rendono particolarmente resistente alle cadute, fatta eccezione per la scocca in nylon che non si graffia facilmente. Il mio consiglio è quello di utilizzare il Moto X Force con la stessa cura che riservate al vostro attuale smartphone, ma consapevoli del fatto che una caduta non dovrebbe danneggiarlo in alcun modo. 

kevlarmotoxforce
Il materiale della scocca non mostra facilmente i graffi. / © ANDROIDPIT

Moto X Force – Funzioni speciali

Resistenza agli schizzi d'acqua

Come il Moto X Style, il Moto X Force è dotato di una tecnologia di rivestimento che lo rende resistente agli schizzi d'acqua. Questa caratteristica però non lo rende impermeabile e dunque resistente alle immersioni subaquee. Motorola non fa altro che proteggere l'hardware dagli schizzi d'acqua accidentali, o dai giorni di pioggia improvvisa. 

Applicazione Moto

Il Moto X Force, quale membro della famiglia X, offre tutti i comandi vocali, gestuali o tramite movimenti, sfoggiati dai suoi predecessori. L'applicazione chiamata Moto, installata di default sul terminale, permette di accedere a queste diverse funzioni intelligenti. Durante il testo ho notato che l'assistente vocale di Motorola è più sensibile al comando di attivazione, anche in ambienti rumorosi. 

In aggiunta, lo smartphone presenta una sezione chiamata Moto display, che permette di controllare le notifiche a schermo spento, semplicemente passando la mano sul display. Durante il test tutte le funzionalità dell'app Moto hanno funzionato senza intoppi.

howcanihelpyoumotoxforce
La funzione Moto Voce è presente sul Moto X Force. / © ANDRODIPIT

Moto X Force – Software

Il Moto X Force gira Android 5.1.1 Lollipop in versione stock e non mostra alcuna novità di software rispetto ai modelli precedenti della linea Moto X. Il brand ha inoltre confermato che lo smartphone riceverà presto l'aggiornamento ad Android 6.0 Marshmallow, anche se purtroppo non ha specificato la data esatta.

Il software offre l'esperienza visiva del launcher Google Now, troverete infatti l'app drawer a scorrimento orizzontale, le applicazioni Google principali ed alcuni wallpaper preinstallati. L'unico difetto è l'impossibilità di eliminare la barra di ricerca Google dalla home. Lo smartphone, al primo avvio, mostra 36 applicazioni preinstallate, 4 appartenenti a Motorola e tutte le altre made in Google.

sistemaandroidmotoxforce
Home page e app drawer in perfetto stile stock Android. / © ANDROIDPIT

Moto X Force – Prestazioni

Il Moto X Force monta un processore Snapdragon 810 octa-core con frequenza massima di clock di 2,0GHz. La GPU Adreno 430 implementata permette di visualizzare video in 4K e girare giochi in alta definizione senza battare ciglio. Grazie a queste caratteristiche lo smartphone può reggere qualsiasi tipo di applicazione e mostrare un software fluido, veloce e senza problemi visibili. 

Il Moto X Force offre 64GB di memoria espandibile tramite microSD fino a 2TB. Durante il test non ho notato alcun surriscaldamento durante la carica del dispositivo, l'utilizzo della fotocamera o durante l'utilizzo di giochi ed app pesanti. Sembra che Motorola abbia ottimizzato al meglio hardware e software sul Moto X Force. Qui sotto potrete visualizzare i diversi risultati del benchmark effettuati: su Vellamo, che verifica le prestazioni online, lo smartphone ha ottenuto 4,866 punti, mentre su Geekbench 3, che testa processore e RAM separatamente, ha ottenuto 1,309 per le prestazioni individuali del chip e 3,978 per le performance multi-core.

I risultati sono sotto la media a causa di AnTuTu, sul quale il Moto X Force ha raggiunto i 52,245 punti, risultando subito sotto a dispositivi con caratteristiche simili, come il Sony Xperia Z5:

geekbenchmotoxforce
Risultato del Moto X Force su Geekbench 3. / © ANDROIDPIT
antutubenchmarkmotoxforce
Punteggio ottenuto dal Moto X Force su AnTuTu. / © ANDROIDPIT
vellamomotoxforceresults
Punteggio ottenuto dal Moto X Force su Vellamo. / © ANDROIDPIT

Moto X Force – Audio

Gli speaker del Moto X Force ci hanno deluso non solo esteticamente. Come già detto solo la griglia destra, sotto il display, ospita uno speaker mono, mentre quella destra è lì solo per rendere il design più simmetrico. La riproduzione del suono è pulita, ma manca di alti e bassi. Si tratta di una caratteristica tipica di Motorola che tende a mantenere un equilibrio tra i suoni, ma si sente la mancanza di bassi ed acuti più intensi. 

Appoggiando lo smartphone al tavolo, grazie al posizionamento dell'altoparlante, la riproduzione audio non cambia. Le cuffie sono le stesse che accompagnano tutti i modelli della serie X, a partire dal 2013. La qualità audio di queste cuffie può migliorare nettamente grazie ad un equalizzatore, rimane però percettibile l'assenza di alti e bassi. 

fonesaudiomotoxforce
Cuffie in dotazione con il Moto X Force. / © ANDROIDPIT

L'altoparlante che si trova lungo il bordo superiore del display entra in azione con le chiamate e durante il nostro test ha prodotto un suono pulito. Il volume, durante le telefonate, è risultato impeccabile, anche utilizzando le cuffie o il vivavoce. Va notato che il Moto X Force è dotato di 5 microfoni attivi, dedicati alla cancellazione del rumore. Per gli utenti affezionati alla radio, consapevoli che Motorola di solito offre questa funzionalità, sarà un colpo al cuore scoprire che sul Moto X Force non sarà possibile ascoltare stazioni in AM o FM.

Moto X Force – Fotocamera

La fotocamera principale del Moto X Force offre 21MP con un'apertura di f/2.0, ed è accompagnata da un flash LED dual-tone. Alcune semplici modalità all'interno dell'app dedicata sono state rinominate per sembrare più trendy, come la Zero Shutter, che non fa altro che scattare foto senza mostrare ritardi software. Tra le altre cose, la fotocamera del Moto X Force offre funzioni come Rapid Focus, HDR, Panoramica, geolocation ed un lettore QR integrato. Il flash LED posteriore è caratterizzato dalla tecnolocia CCT in grado di bilanciare i colori. 

La fotocamera frontale di 5MP è dotata di un flash LED che aiuta a garantire scatti nitidi anche al buio. I risultati ottenuti sono come quelli offerti dall'obiettivo del Moto X Style, ed il Moto X Force è perfetto per scattare selfie di gruppo o individuali. Qui sotto potrete dare un'occhiata alla galleria d'immagini scattate con il Moto X Force:

In generale, le foto ottenute durante il nostro test ci sono sembrate poco brillanti, ma per quanto riguarda nitidezza e riproduzione dei colori non possiamo rimproverare nulla al brand. Visualizzate sul grande schermo del PC, le immagini sono impeccabili, mostrano tutti i dettagli ed un ottimo bilanciamento dei bianchi.

Moto X Force – Batteria

La batteria del Moto X Force rappresenta una delle caratteristiche più attraenti dello smartphone. Il brand ha deciso di implementare una batteria di 3,760 mAh, con autonomia di 36 ore con un utilizzo moderato dello smartphone, questo è almeno quanto è stato promesso dal brand. In pratica, lo smartphone può invece raggiungere le 16 ore con un utilizzo moderato della connessione 4G, mentre 22 ore sfruttando il WIFI. 

Date un occhiata ai risultati dei nostri test:

Uso moderato Autonomia media
WIFI
(Instagram, Chromecast, Netflix, notifiche push  e sincronizzazione attivata)
11 ore
4G
(Instagram, Facebook, WhatsApp e sincronizzazione disattivata)
16 ore
WIFI
(WhatsApp, Instagram e sincronizzazione disattivata)
22 ore

L'autonomia media riportata dalla tabella può variare a seconda della qualità della connessione internet WIFI o mobile, dal livello della luminosità del display e dal numero di applicazioni installate. Durante il nostro test abbiamo mantenuto la luminosità tra il 15 ed il 43% e disattivato la funzione della posizione per quasi tutto il tempo. 

Moto X Force – Specifiche tecniche

    • Tipo:
    • Smartphone
    • Modello:
    • Non disponibile
    • Produttore:
    • Motorola
    • Dimensioni:
    • 149,8 x 78 x 7,6 mm
      149,8 x 78 x 9,2 mm
    • Peso:
    • 169 g
    • Capacità della batteria:
    • 3760 mAh
    • Dimensioni del display:
    • 5,4 pollici
    • Tecnologia display:
    • AMOLED
    • Schermo:
    • 2560 x 1440 pixel (544 ppi)
    • Fotocamera frontale:
    • 5 megapixel
    • Fotocamera posteriore:
    • 21 megapixel
    • Flash:
    • Non disponibile
    • Versione Android:
    • 5.1.1 - Lollipop
    • RAM:
    • 3 GB
    • Memoria interna:
    • 32 GB
      64 GB
    • Memoria removibile:
    • microSD
    • Chipset:
    • Qualcomm Snapdragon 810
    • Numero di core:
    • 8
    • Velocità di clock:
    • 2 GHz
    • Connettività:
    • HSPA, LTE, NFC, Dual-SIM , Bluetooth 4.1

Giudizio complessivo

Nel 2015 abbiamo avuto la fortuna di vedere tantissime innovazioni in campo di smartphone Android e, se il Moto X Force sembra costituire solo un piccolo upgrade rispetto al Moto X Style, non lo è se messo a confronto con gli altri concorrenti in gara, garantendo un display infrangibile. Se ci pensate, questa caratteristica rende lo smartphone comparabile ai vecchi Nokia indistruttibili.

Tre lunghi anni di ricerca e sviluppo hanno portato Motorola ad ottenere la tecnologia Moto ShatterShield ed a renderla disponibile al pubblico. Il brand ha aperto nuove frontiere in campo di design, non solo grazie alla resistenza di questo pannello di vetro, ma anche alla sua leggerezza. Questa tecnologia ha un prezzo di lancio di 549 euro che, sebbene sia inferiore rispetto a quello dei top di gamma del momento, potrebbe risultare ancora troppo alto all'utente medio. 

Detto ciò, con il Moto X Force il brand garantisce tutte le novità software integrate sul top di gamma, un design ugualmente attraente, ed in più la particolarità di essere virtualmente indistruttibile. Consigliamo lo smartphone soprattutto agli utenti più maldestri, coloro che acquistano un nuovo device ogni 3 mesi o spediscono spesso lo smartphone in fabbrica per riparazioni. 

Cosa ne pensate del Moto X Force?

4 Commenti

Commenta la notizia:
  • Sapete dirmi se la fotocamera è la stessa del x style e x play? grazie.

  • Maguro 29-dic-2015 Link al commento

    peccato che po il prezzo di lancio sia stato decisamente più alto....

    in alcune recensioni ho letto del cattivo assemblaggio del display con la cornice che si rialza, dei riflessi molto presenti, di flessione al tocco e della sensazione al tatto di pellicola protettiva spessa, tu come ti sei trovato in questi ambiti?

    tra questo display e quello del moto x style quale è migliore a tuo avviso come resa?

  • ma è presente il led di notifica e anche il moto display?
    quante ore siete arrivati sull'utilizzo dello schermo?
    grazie

  • dalla foto del carrellino dell SIM sembrerebbe che ci sia la possibilità di avere una configurazione dual-SIM, rinunciando magari alla microSD.
    E' vero?

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK