Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione.

4 min per leggere 2 Condivisioni Nessun commento

Samsung Galaxy A5 (2018) è reale e fa visita anche alla FCC

Il Samsung Galaxy A5 2017 ha visto la luce a gennaio ed ora il suo successore si prepara a rubargli la scena. Manca ancora qualche mese al suo rilascio ma si inizia già a parlare delle sue specifiche tecniche. Il dispositivo è ufficialmente reale e oltre a comparire sul sito Samsung fa anche visita alla FCC.

Evidenzia le modifiche recenti

Opinion by Jessica Murgia
La linea Galaxy A di Samsung dovrà vedersela con i dispositivi OnePlus, Honor e Huawei
Cosa ne pensi?
50
50
34 votanti

Samsung Galaxy A5 (2018): Infinity Display

La linea Galaxy A prende sempre più ispirazione dalla linea S. Il che è un bene! In vista di ciò sembra che il Galaxy A5 (2018) erediterà uno schermo privo di bordi, il noto Infinity Display implementato da Samsung sulla linea S8. Un test di riferimento HTML5 su cui è comparso l'A5 di nuova generazione (sotto il codice SM-A530F), ha rivelato uno schermo dal rapporto 18,5:9. 

Lo schermo, tuttavia potrebbe non essere curvo. Insomma, non tutti i dettagli sono al momento chiari ma montare uno schermo di questo tipo sulla fascia media non può che aiutare il brand a sbaragliare la concorrenza, sempre più agguerrita. Anche Wiko ha già optato per questa mossa ed abbiamo visto come Huawei abbia fatto più o meno lo stesso sul Mate 10 Lite.

androidpit html5 test galaxy a5 2018
Il Galaxy A5 (2018) si prepara ad uno schermo privo di bordi. © AndroidPIT

L'adozione di questo tipo di display comporterà il fatto che tasto home con lettore d'impronte verranno spostati sulla scocca. Tuttavia il lettore d'impronte potrebbe essere posizionato sotto, e non di lato, alla fotocamera.

Samsung Galaxy A5 (2018): le prime specifiche tecniche

Sempre sotto il nome di SM-A530F, il Galaxy A5 2018 si è fatto scovare anche su Geekbench. Il dispositivo dovrebbe essere animato da un processore della casa, l'Exynos 7885, che non è altro che la versione a 10nm del chip attualmente integrato dal Galaxy A5 2017. Ad affiancarlo 4GB di RAM, 1GB in più rispetto al suo predecessore.

Per ora sembra che non sarà Android 8.0 Oreo a girare nello smartphone ma Nougat nella versione 7.1.1. Niente di sorprendente: anche il Galaxy A5 2017, nonostante Nougat fosse nell'aria già da mesi, è arrivato sul mercato con il più morbido Marshmallow. In ogni caso, la presenza di Nougat sui benchmark, non significa che sarà questa la versione integrata al lancio del dispositivo.

galaxy a5 2018 specs
Sarà probabilmente Nougat a girare di fabbrica sul Galaxy A5 2018. / © Geekbench

Samsung Galaxy A5 (2018): sito Samsung e FCC

Come se non bastassero le conferme già ricevute negli ultimi giorni Samsung ha aggiunto la pagina di supporto per il dispositivo SM-A530 sul suo sito ufficiale coreano confermando di fatto la sua esistenza anche se questo non ci fornisce ulteriori dati tecnici o sul design.

Anche la FCC ha ricevuto la visita obbligata dello smartphone per le proprie certificazioni confermando che la presentazione e la successiva vendita dello smartphone sono imminenti. Da queste certificazioni possiamo vedere come il dispositivo (almeno negli Stati Uniti) disporrà di etichette di certificazione elettroniche rimuovendole quindi dalla scocca dello smartphone. In più sembrerebbe che sarà il primo smartphone di fascia media di Samsung a disporre del Bluetooth 5.0 rendendolo per lo meno più originale di molta della concorrenza.

Samsung Galaxy A5 (2018): cos'altro?

L'A5 2017 è stata una bella sorpresa, sia dal lato del design, che da quello delle feature integrate. Certificazione di resistenza ad acqua e polvere IP68, Game Launcher, Always On, lettore d'impronte digitali non possono quindi mancare. Alcuni rumor suggeriscono inoltre che i nuovi Galaxy A potrebbero adottare il tasto fisico dedicato a Bixby.

Samsung lo scorso anno ha ottimizzato parecchio la sua linea di dispositivi di fascia media ispirandoli al Galaxy S7. Quest'anno probabilmente farà lo stesso seguendo però le linee dell'S8. Questo è, almeno, ciò che ci aspettiamo considerando la concorrenza sempre dura: piazzare sul mercato un dispositivo sopra i 400 euro non è facile, soprattutto quando si deve avere a che fare con rivali come OnePlus, Honor e Huawei.

2 Condivisioni

Nessun commento

Commenta la notizia:

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più