Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. OK
4 min per leggere 41 Condivisioni 4 Commenti

Sapete veramente cosa sia un chatbot?

Dalle 19:00 di questa sera la vostra timeline sarà piena zeppa di informazioni sulla Google I/O 2016. Tra queste, l'utilizzo dell'intelligenza artificiale sotto diverse forme come, ad esempio, i già noti "bot" sfruttati in collaborazione con i servizi di messaggistica. Ma siete sicuri di sapere cosa siano i chatbot ed in che modo sono già stati integrati nella nostra vita quotidiana?

Google now
Cos'è un chatbot ed in che modo ci semplificherà la vita? / © ANDROIDPIT

I bot sono dei robot, noti in alcuni servizi anche come piccoli assistenti. La loro funzione è quella di inviare contenuti speciali direttamente sotto forma di messaggio attraverso diverse applicazioni come, ad esempio, Facebook Messenger e Telegram. Questo rende la piattaforma più funzionale ed aiuta l'utente a trovare i servizi di cui ha bisogno, oltre a dare una mano a sviluppatori e retailers a guadagnare qualche soldo, ed ai mezzi di comunicazione a diffondere contenuti.

Al momento utilizzando Telegram è possibile ottenere rapidamente delle informazioni legate al meteo accedendo al Bot Store, selezionandone uno ed iniziando ad interagirvi. Per utilizzarli basta avviare una chat con i bot, denominata appunto "chatbot". Esistono poi anche gli inline bots (robots online), che permettono di "chiamare" un particolare bot in una chat privata e richiedere determinate informazioni. In questo caso basta sfruttare determinati comandi per ottenere informazioni, come @gifs per cercare gifs, @bing per cercare immagini e così via.

Sapevi già cosa fosse un bot?

Ora, immaginate di essere i proprietari di un ristorante e di esservi dimenticati di ordinare il ghiaccio. Il ristorante è pieno ed il fornitore non ha modo di consegnarvi subito il ghiaccio. Utilizzando un servizio di messaggistica che supporta i chatbot, come Facebook Messenger o Telegram, potrete ordinare subito del ghiaccio inviando due o tre messaggi.

Avviate una chat con i bot, denominata appunto chatbot

Questo sistema semplificherà al massimo il processo di ricerca di fornitori, oltre a farvi risparmiare il tempo che impieghereste nel contattarli per sapere se sono aperti e per organizzare la consegna, l'eventuale metodo di pagamento e per riempire il modulo con tutti i vostri dati. Un bot è in grado di fare tutto questo per voi!

androidpit chatbot 3
Volete sapere che tempo farà domani? Chiedete aiuto ad un bot! / © AndroidPIT
Hai mai pensato di usare i chatbot per semplificarti la vita di tutti i giorni?

A tal proposito possiamo affermare che un robot (una forma di intelligenza artificiale), sviluppato da una piccola agenzia di sviluppatori di San Paolo, riesce a trasformare la vostra esperienza con i prodotti di consumo semplicemente sfruttando un'app di messaggistica che si utilizza ogni giorno. Pensate al tempo utilizzato per accedere al motore di ricerca di Google e raccogliere le informazioni necessarie per la ricerca dei prodotti a cui siete interessati. Tenendo questo bene a mente, non è logico pensare che Big G inizi ad utilizzare i bot nei servizi di messaggistica?

Google dovrebbe annunciare oggi un servizio di bot

Questo è ciò che ci aspettiamo di sentire dal team di Sundar Pichai tra qualche ora: in che modo il più grande serivizio di ricerca al mondo utilizzerà la tecnologia dei bot nelle app di messaggistica. Telegram sta facendo un buon lavoro a riguardo, ma non è ancora riuscito a sfruttare neppure la metà delle potenzialità offerte da questa tecnologia intelligente.

Facebook ha recentemente iniziato ad investire in questa tecnologia e sostiene di avere un gran numero di sviluppatori che al momento stanno lavorando alla realizzazione di bot sempre più funzionali. Tuttavia il problema per i servizi attualmente in vigore non è tanto la quantità, ma la qualità.

Google ha alle spalle anni di esperienza ed investimenti nell'intelligenza artificiale. Se ci pensate ve ne è una che utilizzate ogni giorno senza neppure pensarci: Google Now. Oggi ci aspettiamo che Google tiri fuori una soluzione per far sì che gli sviluppatori utilizzino gli strumenti di ricerca nei loro bot.

Non sappiamo se Google offrirà un nuovo servizio di messaggistica o se forse incoraggerà gli sviluppatori ad utilizzare i propri servizi come l'agenda, il browser o accedere a Chrome o YouTube per visualizzare i contenuti. Una cosa è certa, Google non darà ad altre piattaforme l'opportunità di fare ciò che fa meglio: fornire contenuti e servizi.

Sei interessato a utilizzare servizi che dispongono dei chatbot?

Qual è la vostra opinione sulla possibilità di vedere Google offrire i bot per i suoi servizi di messaggistica preferiti?

4 Commenti

Commenta la notizia:
  • Ciao a tutti gli appassionati di informatica e di Telegram!
    I BOT, o meglio, i BOT 2.0 (inline bot) sono la vera novità del penultimo update di Telegram;
    la concorrenza fa non bene, ma benissimo in quanto ha costretto la concorrenza ad adeguarsi e togliersi dall'immobilismo statico che perdurava ormai da un paio d'anni tra i servizi di messaggistica
    certo che di strada ne dovremo percorre molta, ma negli ultimi mesi stanno proliferando su Telegram BOT di ottima fattura ed ingegno che fanno ben sperare in una nuova linfa di idee e spunti tecnologici
    ad esempio sono in fremente attesa che i BOT possano essere integrati anche nei canali Telegram in modo da sfruttarne a pieno le potenzialità per il mio canale: TuttologoRR64 volto a diffondere guide e notizie tecnologiche
    i BOT saranno le nuove mini startup dell'ormai prossimo futuro, dove l'ingegno e l'idea azzeccata potranno fare la fortuna di molti e l'esempio è ben espresso in questo articolo
    un salutone

  • Ciao Camila!

    alcune note:

    1. Sono d'accordo con mikronimo. Mi fa un pò specie sentire parlare ancora di "robot". E' un termine di semplificatorio, ma che fa giusta divulgazione.

    Un chatbot è qualsiasi software che dialoga in linguaggio naturale, con una persona o con un altro software. Tutto qui...

    2. Pur essendo io un "evangelista" dell'instant messenger Telegram, non mi è piaciuto il poll di questo articolo dove si associa la conoscenza di un bot a Telegram... Un pò parziale, non me ne volere. Bots sono possibili su molti altre chat apps, tra cui ultime Facebook Messenger, Kik, ma prima ancora WeChat. BTW, potrebbe valere la pena citare anche la Italiana Indoona Tiscali e forse CiaoIM con gli spiders (TBC), etc.

    Poi non è nemmeno vero che i chatbots siano sola pertinenza delle applicazioni di messagistica istantanea; vedi ad esempio i bots interfacciabili su dispositivi ad interfaccia vocale come Amazon Echo e l'annunciato o l'annunciato oggi 18 maggio a#io2016: Google Home (home.google.com)

    3. Ancora d'accordo con mikronimo sulla confusione dell'associare una "intelligenza artificiale" ad i chatbots. Questa è, soprattutto oggi nel 2016, una cosa piuttosto non vera nei fatti.Ci possono essere chatbots non necessariamente dotati di AI, per esempio quelli di ecommerce di cui tu hai accennato giustamente (Ted Livingston, CEO di Kik parla appunto di No-AI bots).

    respect
    giorgio www.convcomp2016.it !

    • Certe definizioni sono di uso comune e spesso non tengono conto di quelle che sono certe distinzioni, oltre che semantiche, tecniche; ci sta perfettamente che un'esperta di android e smartphone possa non sapere esattamente la distinzione tra robot, androide, bot, I.A., etc. Io leggo fantascienza e sono un curioso appassionato di scienza da sempre, quindi una serie di nozioni mi sono arrivate e mi sono rimaste; le ho condivise, nulla più.

  • Una pignoleria sul concetto di robot, bot informatici e intelligenza artificiale; il robot è tale perché è un'apparecchiatura automatica meccanica (il robot industriale, per fare un esempio), da quello deriva il concetto di bot informatico (meccanismo di automazione software); entrambi possono essere (ma anche no) guidati da una qualche forma di intelligenza artificiale (più il bot informatico che il robot meccanico), cioè un programma informatico capace di imparare, adattarsi e quindi interagire più precisamente rispetto ad un programma scritto che consideri tutte le possibili (immaginabili) interazioni; noi esseri umani siamo robot biologici, guidati da una avanzata e sofisticata (ma stracolma di bug) intelligenza non-artificiale... E visto che mi pare di avere una nuova arrivata nell'autrice Camila Rinaldi: benvenuta!

41 Condivisioni

Questo sito web utilizza cookies per garantirvi una migliore esperienza di navigazione. Scopri di più

OK