Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.
Secondo Google, Huawei senza Android rappresenta un rischio
Huawei 2 min per leggere 2 Commenti

Secondo Google, Huawei senza Android rappresenta un rischio

Il Financial Times ha riportato che Google starebbe cercando di convincere l'amministrazione Trump di rimuovere il ban nei confronti di Huawei, in modo da permetterle di utilizzare il sistema operativo Android. Questo nell'interesse della sicurezza nazionale del Paese e, naturalmente, dei suoi servizi rivolti agli smartphone.

Come probabilmente saprete già, alle aziende statunitensi è stato proibito di avere relazioni commerciali con Huawei, rendendo l'azienda cinese lo sfortunato danno collaterale di una guerra commerciale di Trump nei confronti della Cina. Alphabet Inc., e quindi Google, non fanno eccezione, anche se l'azienda ha ottenuto una licenza temporanea per continuare ad offrire i suoi servizi fino al 19 agosto.

Al di là del breve termine, se le cose dovessero continuare in questo modo, i prossimi smartphone Huawei non saranno in grado di ricevere aggiornamenti Android e perderanno l'accesso ai servizi di Google, rendendo il futuro molto incerto. Secondo un nuovo rapporto, Google starebbe lottando perché questo non avvenga.

La fonte del Financial Times ha riferito che, secondo Google, il governo degli Stati Uniti che sarebbe ancor più in pericolo se Huawei dovesse rilasciare il proprio sistema operativo. Anche se la vendita dei telefoni Huawei è stata vietata sul suolo americano, il nuovo OS potrebbe comunque creare vulnerabilità per la sicurezza statunitense, poiché le aziende o gli individui statunitensi potrebbero inviare informazioni a questi dispositivi potenzialmente insicuri.

AndroidPIT huawei p30 pro back3
È un peccato per gli appassionati di smartphone statunitensi che i dispositivi Huawei siano stati vietati. / © AndroidPIT

Senza i servizi Google, gli smartphone interessati sarebbero meno sicuri perché mancherebbero, ad esempio, di Google Play Protect, un servizio che scansiona automaticamente le app contro malware e altre minacce, Anche con la crittografia end-to-end attiva, un telefono infetto da malware potrebbe comunque essere in grado di inviare informazioni sensibili.

Huawei ha dichiarato che è in attesa di vedere come si evolverà la situazione dopo i vari colloqui tra Google e Trump. Se il gigante della ricerca fosse in grado di convincere il governo USA, potremmo vedere una fine più rapida di questa situazione problematica.

Pensate che Google riuscirà ad essere abbastanza influente?

2 Commenti

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

  • A mio avviso la situazione ritornerà alla normalità e, cioè, verrà tolto (anche se sotto mentite spoglie!!!) il ban a Huawei...soprattutto se le aziende americane fanno pressioni al governo USA.