Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

2 min per leggere Nessun commento

USA vs Hauwei: la guerra fredda continua e punta all'espansione

La posizione degli Stati Uniti nei confronti dei brand cinesi come Huawei la conosciamo bene. Ora però il governo statunitense sembra voler inasprire ulteriormente la presa cercando di convincere alcuni dei Paesi amici, tra cui anche l'Italia, ha boicottare servizi e dispositivi dell'azienda cinese. La guerra fredda tra USA e Cina continua ed amplia i propri confini.

Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal il governo statunitense avrebbe in programma di convincere i Paesi alleati ad abbandonare le apparecchiature di telecomunicazione di Huawei Technologies. L'amministrazione Trump  è passata quindi all'azione per isolare ulteriormente Huawei a livello internazionale in Paesi quali Giappone, Germania e Italia. A giustificare il tutto la minaccia cinese sulla sicurezza nazionale. 

La politica statunitense contro la presenza di Huawei sul proprio territorio non è certo una novità ma ora il conflitto cerca di espandersi a livello internazionale. A muoverlo il rischio di spionaggio e sabotaggio, a detta degli USA ovviamente. A supportarlo l'incremento di aiuti finanziari nel settore delle telecomunicazioni per quei Paesi che taglieranno fuori le apparecchiature di rete Huawei. Il piano d'attacco è stato ben pensato ed è già passato all'azione con una serie di incontri da parte dell'amministrazione statunitense con i dirigenti dei settori delle telecomunicazioni. 

Huawei 01
Il governo statunitense cerca di isolare Huawei a livello internazionale: ci riuscirà? / © Shutterstock

E Huawei? Il produttore cinese continua a portare avanti il suo impegno nel mondo del 5G dopo aver più volte smentito qualsiasi intenzione o politica di spionaggio. Dichiarazioni che non hanno però fatto cambiare idea all'amministrazione Trump che non ha permesso il rilascio dei nuovi dispositivi della serie P e Mate.

Nel mentre il produttore cinese continua la sua ascesa e l'Italia è senza dubbio uno dei mercati nel quale Huawei continua a convincere ed a farsi apprezzare.

L'incontro avvenuto in Italia sembra per ora non essere andato a buon fine per i funzionari statunitensi: "Non possiamo ignorare Huawei poiché si tratta di un fornitore leader mondiale di apparecchiature di telecomunicazione e questa è una chiamata molto difficile". Questa la risposta dei dirigenti di una delle compagnie di telecomunicazioni del Paese.

Cosa ne pensate della guerra fredda in corso tra Stati Uniti e Cina? 

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica