Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

7 min per leggere 5 Commenti

Drizzate le orecchie: LG G7 ThinQ garantirà un'esperienza audio senza pari

LG nel 2017 ha piazzato sul mercato due ottimi dispositivi: il V30 e la linea G6. Il 2 maggio a New York il produttore sudcoreano svelerà il suo G7 ThinQ. Ma già da ora LG rivela qualche interessante dettaglio sul comparto audio dello smartphone.

Scorciatoie

L'audio più potente mai sentito su smartphone

LG sta svelando il suo nuovo G7 ThinQ un po' alla volta, forse per anticipare i leak che all'avvicinarsi della presentazione di certo non tardano ad arrivare. Questa volta l'azienda coreana ci parla del comparto audio del suo prossimo flagship.

LG ha progettato il G7 ThinQ tenendo in considerazione un'esperienza audio di alto livello, sfruttando lo spazio all'interno del dispositivo per creare una cassa di risonanza in grado di amplificare il suono per ben 10 volte di più rispetto ad uno smartphone tradizionale.

LG G7 ThinQ Boombox Speaker
Secondo LG, non vi serviranno più gli speaker Bluetooth! / © LG

La tecnologia chiamata Boombox speaker è in grado di aumentare il livello audio complessivo di ben 6dB garantendo fino al doppio dei bassi presenti. Non solo, appoggiando lo smartphone su una superficie piana o una scatola questo sarà in grado di sfruttare le vibrazioni per amplificare ancora di più i bassi generando un effetto woofer.

LG non si è di certo dimenticata dei suoi utenti audiofili ed ha incluso nel G7 ThinQ una Quad DAC Hi-Fi in grado di gestire cuffie di alta qualità ed alta impedenza per un'esperienza audio senza eguali. Inclusa anche la nuova tecnologia audio DTS:X in grado di offrire un audio surround 3D fino a 7.1 canali ed applicabile sia a musica che a video o altre applicazioni multimediali.

Insomma, LG sembra giocare tutte le sue carte per spingere G7 ThinQ. Per il momento è riuscita ad incuriosirvi?


Commenti


Non ci sono più segreti sul look del G7 ThinQ

Ormai non possiamo più godere dell'arrivo di un nuovo terminale, seguendo l'evento con trepidante attesa e scoprendo grazie al presentatore di turno le caratteristiche del nuovo modello. Leak e render ci rovinano l'attesa, che ci piaccia ammetterlo oppure no.

La stessa sorte è toccata anche a LG G7 ThinQ che è stato svelato in maniera completa dal Grinch del mondo della tecnologia, Evan Blass (ovviamente si scherza). Grazie al leaker possiamo osservare finalmente il design finale dello smartphone LG in colorazione silver.

Nel retro si può notare una doppia fotocamera posizionata verticalmente con poco più in basso il lettore di impronte. Il tasto di accensione è stato riposizionato sul lato destro mentre nel lato sinistro troviamo i due tasti dedicati al volume e un nuovo tasto dedicato all'assistente vocale di Google. La storia di Bixby non ha insegnato nulla.

Davanti troviamo un display con notch, ormai già dato per certo. Le dimensioni delle cornici di certo non sono tra le più ridotte ma sdal vivo si noteranno molto meno come spesso è accaduto (stesso discorso con i primi render di Galaxy S9).

Un po' di colore, finalmente

Possiamo già farci un'idea del design e delle colorazioni nelle quali verrà rilasciato lo smartphone. AndroidHeadlines ha pubblicato i render ufficiali dello smartphone ricevuti da una fonte ritenuta attendibile.

I colori mostrati sono (preparatevi ai nomi): Aurora Black, Platinum Grey, Moroccan Blue, Moroccan Blue opaco e Raspberry Rose. Probabilmente non tutte le varianti arriveranno su tutti i mercati, o non tutti allo stesso momento.

lg g7 thinq
5 diversi colori e notch confermato! / © Android Headlines

Display M-LCD

LG ha confermato diverse informazioni sullo schermo FullVision del G7 ThinQ. Formato 18,5:9, 6,1 pollici di diagonale e risoluzione in QHD+ (1440x3120 pixel) con una luminosità da record di 1000 nit. LG vanta di avere tra le mani lo schermo più luminoso sul mercato, un display facilmente leggibile anche sotto la luce diretta del sole.

Dichiarazioni che andranno senza dubbio verificate con il nuovo flagship del brand in mano. Il brand dovrà senza dubbio bilanciare la luce perché se la luminosità minima dovesse essere troppo forte, utilizzare lo smartphone la notte o al mattino potrebbe essere complicato.

lg g7 display setting
In anteprima le impostazioni dedicate ai colori del display del G7 ThinQ! / © LG

LG utilizza per lo schermo del G7 ThinQ un pannello LCD e non OLED. Per essere precisi si parla di Super Bright Display che dovrebbe ottimizzare i colori e ridurre il consumo energetico del 30% rispetto al G6. Per garantire colori naturali, il G7 supporterà lo standard DCI-P3. Gli utenti potranno inoltre personalizzare le preferenze di colore affidandosi a sei modalità dedicate: Auto, Eco, Cinema, Sports, Game e Expert.

Secondo ETNews, LG G7 dovrebbe essere il primo smartphone dotato di tecnologia del display M-LCD. Questa tecnologia si basa sull'aggiunta di alcuni sub-pixel bianchi affiancati ai normali blu, verdi e rossi dei display e permetterebbe al pannello di essere ben 35% più efficiente dei normali display LCD. L'implementazione di tale tecnologia aumenterebbe di molto anche la luminosità complessiva del pannello e aiuterebbe l'azienda a contenere i costi rispetto ad un display di tipo OLED. 

lg g7 render 1
Quanta fantasia tra gli smartphone del 2018?! / © PhoneArena

Scanner dell'iride al posto del lettore d'impronte per LG G7?

Il lettore d'impronte digitali non è più una novità anzi, sembra quasi che i brand stiano cercando il modo di farlo fuori. Si tratterà probabilmente di un percorso lento e non seguito da tutti, un po' come la rimozione del jack per le cuffie, suppongo. 

Le alternative al lettore d'impronte digitali sono già in circolazione, una di queste è il Face ID integrato sull'iPhone X, l'altra lo scanner dell'iride adottato da Samsung su S8, S8+, Note 8 ed i più recenti S9 ed S9+. Le ultime voci di corridoio fanno intendere che anche LG seguirà quest'ultima strada, adottando però una soluzione diversa rispetto al suo rivale.

Il brevetto di LG mostra un sensore che funge sia da fotocamera frontale che da scanner dell'iride. Niente LED a infrarossi come quello presente sui dispositivi Samsung ma un unico modulo all-in-one utilizzabile quindi sia per i selfie che per lo sblocco del dispositivo.  Una soluzione "salvaspazio" che probabilmente vedremo sul G7.

lg g7 iris scanner and camera side
Un modulo all-in-one per sbloccare il G7 con uno sguardo. / © Gizmochina

LG potrebbe così eliminare totalmente il lettore d'impronte digitali o potrebbe mantenerli entrambi, per fornire agli utenti la possibilità di scegliere. 

Le caratteristiche non deluderanno

Le indiscrezioni sulle presunte specifiche tecniche del futuro LG G7 arrivano dalla Corea del Sud e, più precisamente, da ETNews, una fonte generalmente affidabile. Il G7 ospiterà probabilmente il processore Snapdragon 845. Ad affiancare il chip di Qualcomm ci saranno 6GB di RAM.

Ricordiamo che il prossimo top di gamma della casa coreana dovrebbe integrare una doppia fotocamera posteriore da 16 megapixel dotata di intelligenza artificiale come quella che troviamo su LG V30s ThinQ mentre la fotocamera frontale dovrebbe essere integrata nell'odiato ma ormai standard notch. Si vocifera poi la presenza di certificazione di resistenza ad acqua e polvere IP68, ricarica wireless e radio FM. 

LG G7: le specifiche tecniche

 
  LG G7
Display 5,8 pollici, 2880 x 1440 pixel (M-LCD, QHD+)
OS Oreo
Chip Snapdragon 845
RAM 6GB
Memoria itnerna 64 GB (G7), 128 GB (G7+)
Fotocamera Dual camera
Batteria -
Extra Scanner dell'iride

Presentazione il 2 maggio a New York

L'appuntamento è ufficiale: 2 maggio a New York, 3 maggio a Seul. Manca quindi poco alla presentazione del nuovo flagship di LG ma la domanda è: quando verrà veramente reso disponibile all'acquisto? Riuscirà a tenere il passo con la concorrenza o anche stavolta LG rischia di arriva troppo tardi?

5 Commenti

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

  • Mi fa pentire di aver comprato Iphone 8 ( alla grande anche)


  • Lg è stata famosa negli ultimi anni per il tasto di accensione sul retro, che poi è diventato anche il tasto per le impronte digitali, troverei che toglierlo, sarebbe una scelta sbagliata, visto che la trovo una delle sue caratteristiche peculiari, e visti i difetti dei vari sensori di riconoscimento dell'iride e del volto, troverei che un utilizzo di entrambi possa essere la miglior soluzione.
    Invece il solo utilizzo dello sblocco con le impronte digitali diviene scomodo quando il cellulare è su un tavolo, in questo caso, il riconoscimento di iride o volto (sopratutto se migliorato rispetto ai flaships del 2017) sarebbe molto più comodo.

    Spero poi che il G7, abbia una buona camera frontale, una porta infrarossi e se possibile sarebbe anche comodo poter collegare il cellulare via cavo hdmi col pc/computer.


  • c******* 15+18 quanto fa?


    • Luca Zaninello
      • Admin
      • Staff
      8 mesi fa Link al commento

      Evitiamo di essere scurrili per cortesia ;)


      • Gli LG con quad dac sarebbero stati molto meglio di un Iphone per me. Considerando le recenti seccature con iOS (ho dovuto rifare la libreria musicale di Iphone da zero), che non potrò rivenderlo tra un anno e che l’ audio in cuffia non è il massimo ( della praticità dell’ adattatore non ne parliamo) ed altri fattori, come cantavano i Prophilax , “ la bestemmia uscirà” ( non nei commenti di Androidpit, però).

Articoli consigliati