Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

I migliori smartphone pieghevoli del 2019: l'invasione è iniziata

I migliori smartphone pieghevoli del 2019: l'invasione è iniziata

Il 2019 è l’anno degli smartphone pieghevoli e su questo non ci piove. Nonostante tutti i riflettori siano puntati sulle proposte di Samsung e Huawei, Galaxy Fold e Mate X non rappresentano gli unici dispositivi della categoria. Abbiamo quindi raccolto una lista di tutti gli smartphone pieghevoli che ci aspettiamo di vedere nel corso dell’anno.

Galaxy Fold: Samsung all’attacco

Al primo posto non poteva mancare il Galaxy Fold, il primo dispositivo pieghevole di Samsung, che ha dato il via all’evento Unpacked dello scorso 20 febbraio facendo letteralmente saltare dalla sedia tutti i presenti.

Questo dispositivo possiede due schermi completamente separati, uno esterno da 4,6 pollici con rapporto di aspetto di 21:9 e uno interno pieghevole da 7,3 pollici che si apre come un libro. Il Galaxy Fold mostra un design completamente diverso rispetto alla precedente (Royole FlexPai) e successiva proposta (Huawei Mate X), in quanto il display pieghevole di Samsung rimane protetto dalla scocca in metallo quando viene chiuso.

Captura de Tela 2019 02 20 as 16.12.29
Quando viene chiuso, il Galaxy Fold mostra un display esterno da 4,6 pollici. / © Samsung

Sotto il cofano si trova un processore Exynos 9820, lo stesso di Galaxy S10, 12GB di RAM e 512GB di memoria interna, mentre l’alimentazione sarà gestita da una batteria da 4380mAh divisa obbligatoriamente in due sezioni per via del design pieghevole.

Dal punto di vista del software, Samsung ha lavorato a stretto contatto con Google creare una nuova esperienza, soprattutto dal punto di vista del multi-tasking. Sarà infatti possibile eseguire e utilizzare tre app una accanto all'altra contemporaneamente.

Captura de Tela 2019 02 20 as 16.14.22
Il display pieghevole da 7,3 pollici è in grado di gestire 3 app in contemporanea. / © Samsung

Galaxy Fold sarà disponibile nel mese di maggio, ma i preordini verranno aperti verso la fine di aprile. Il prezzo di vendita è fissato a circa 2000 euro.

Mate X: Huawei non si fa intimorire

Presentato in occasione del Mobile World Congress di quest’anno, il Mate X di Huawei è la seconda scelta della nostra lista. La prima particolarità che salta all’occhio di questo dispositivo è il fatto che vanta un unico display e, dunque, si piega in senso opposto rispetto al Galaxy Fold.

AndroidPIT huawei mate x folded3
Mate X mostra uno enorme display da 6,6 pollici quando viene chiuso. / © AndroidPIT

Quando viene aperto completamente, il Mate X offre un ampio display da 8 pollici, mentre quando viene ripiegato assume l’aspetto di uno smartphone da 6,6 pollici di diagonale. Huawei ha poi installato tutti i pulsanti, le porte e le fotocamere in una sezione laterale da cui è possibile afferrare lo smartphone e che assicura una presa molto più salda.

AndroidPIT huawei mate x front
L'enorme display pieghevole da 8 pollici completamente esteso. / © AndroidPIT

Nonostante a prima vista il Mate X abbia mostrato essere migliore del Galaxy Fold sotto diversi aspetti (soprattutto per via della sua compatibilità con la rete 5G), è ancora troppo presto per sbilanciarsi del tutto e dovremo aspettare di poter provare entrambi i dispositivi al meglio.

Royole FlexPai: il primo al mondo

Questo dispositivo lo conosciamo molto bene: annunciato verso la fine dello scorso anno, si tratta infatti del primo smartphone pieghevole ad aver visto la luce del sole e disponibile all’acquisto (soltanto in Cina al momento). L’azienda ha anche approfittato di due importanti fiere per mostrare il suo dispositivo alla stampa, prima al CES di Las Vegas (dove abbiamo potuto provarlo con le nostre mani) e, in seguito, al Mobile World Congress di Barcellona.

androidpit flexpai royole
Il FlexPai di Royole è il primo smartphone pieghevole al mondo. / © AndroidPIT

Il design del FlexPai ha probabilmente ispirato Huawei durante la realizzazione del Mate X: i due dispositivi non sono poi così diversi sotto diversi aspetti, anche se è innegabile il modo in cui Huawei sia riuscita ad ottenere una versione indiscutibilmente più avanzata. Esteso completamente, lo smartphone pieghevole di Royole mostra un display da 7,8 pollici che si apre verso l’esterno.

Nonostante i gap che abbiamo potuto cogliere a livello software e in termini di qualità costruttiva, affidabilità e robustezza, bisogna ricordare che il FlexPai è anche lo smartphone pieghevole più economico in commercio, lanciato in Cina al prezzo di circa 1300 euro.

OPPO: la Cina non si tira indietro

Nonostante il produttore cinese non abbia presentato ufficialmente il proprio smartphone pieghevole, nemmeno durante la sua conferenza stampa in occasione del MWC 2019, OPPO possiede già il suo prototipo funzionante.

oppo foldable 4.v1
OPPO sembra abbia sviluppato il suo dispositivo insieme a Huawei. / © OPPO, Brian Shen

Lo smartphone pieghevole della società cinese ha la particolarità di essere molto simile al Mate X di Huawei, per non dire quasi identico, ed è stato possibile notare questi particolari grazie ad alcune immagini condivise in rete. Per quanto riguarda le componenti hardware, purtroppo non abbiamo nessuna informazione.

oppo foldable2.v1
Pur essendo un prototipo, sembra comunque già abbastanza valido. / © OPPO, Brian Shen

Dovremo ancora aspettare un po’ prima di vederlo in azione e scoprire maggiori dettagli. Tuttavia, la guerra degli smartphone pieghevoli è appena cominciata e, in un modo o nell’altro, OPPO ha dimostrato che non si tirerà certo indietro.

Xiaomi Mi Flex: il primo a piegarsi due volte

Uno dei più recenti e innovativi smartphone pieghevoli che è stato possibile ammirare è proprio quello del gigante cinese Xiaomi. Il primo prototipo, mostrato dal presidente dell’azienda stessa in un video pubblicato sui canali social ufficiali, ha subito chiarito il concetto che lo smartphone pieghevole di Xiaomi è in grado di piegarsi su due lati.

Invece di chiudersi a metà come il Mate X, nel Mi Flex (nome non confermato) è possibile piegare esternamente i lati sinistro e destro, trasformando il dispositivo in uno smartphone molto più compatto dall’aspetto quadrato, particolarmente insolito ma innovativo. Da poco, Xiaomi ha deciso di lasciare una dichiarazione in merito a questo dispositivo e non ha esitato ad annunciare l’arrivo del suo “double folding smartphone”.

TCL: interessanti proposte pieghevoli

Questo marchio probabilmente non vi dirà niente, ma dovete sapere che si tratta dell’azienda che gestisce i famosi marchi Alcatel e BlackBerry. Durante la sua conferenza stampa svoltasi nella settimana del Mobile World Congress, l’azienda ha mostrato le sue proposte. Parliamo al plurale perché il marchio non si è limitato a sfoggiare un solo smartphone pieghevole, ma diversi tipi in grado di adattarsi a diversi tipi di clientela.

DSC01142 wm
TCL ha proposto diversi prototipi di smartphone pieghevoli, tra cui dei mockup non funzionanti. / © Android Police

Alcuni hanno mostrato un display in grado di piegarsi a metà, mentre altri erano in grado di piegare soltanto una determinata sezione del display. Tuttavia, alcuni di essi erano solo dei mockup e non veri e propri dispositivi funzionanti e, inoltre, trattandosi solo di prototipi, tutti i  modelli erano visibili dietro una teca trasparente e non è stato possibile avvicinarsi o toccarli.

Cosa ne pensate degli smartphone pieghevoli? Siete pronti alla loro invasione?

Articoli consigliati

1 Commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica
Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica

  • Ricordo uno dei miei primi cellulari: StarTac della Motorola che ebbi sia nella versione 75 sia 100. Il primo in assoluto fu l'8400 sempre dello stesso produttore.