Utilizziamo i cookie sui nostri siti web. Le informazioni sui cookie e su come è possibile opporsi al loro utilizzo in qualsiasi momento o terminarne l'uso sono disponibili nella nostra Informativa sulla privacy.

Vincitori e vinti: applausi per Apple, ma non per l'industria automobilistica

Vincitori e vinti: applausi per Apple, ma non per l'industria automobilistica

Il grande keynote di Apple ha introdotto nuovi iPhone e altri prodotti che, pur non essendo particolarmente innovativi, hanno un loro perché. Nel frattempo, l'industria automobilistica è in crisi.

Vincitore della settimana: Apple

La scorsa settimana Apple ha ufficializzato i suoi nuovi dispositivi e servizi. Al Steve Jobs Theater sono stati annunciati tre nuovi iPhone. 

La critica, me compreso, ci ha messo poco a scagliarsi contro i nuovi arrivati:sono troppo costosi, la nuova fotocamera è brutta, manca il 5G e comunque gli smartphone Android possono già fare tutto questo molto meglio. Apple ha già da tempo cessato di essere il motore dell'innovazione, ma una cosa è chiara: le vendie di iPhone 11 sono iniziate venerdì 13 e saranno un successo.

A proposito: questo è il momento migliore per andare alla ricerca di iPhone usati della generazione precedente. In tanti passeranno alla nuova generazione e, indipendentemente da come la si veda, Apple continua a fare un buon lavoro con i suoi iPhone ed i suoi utenti.

Ma gli iPhone non sono stati gli unici protagonisti. Il nuovo iPad a prezzi accessibili andrà probabilmente a ruba. L'Apple Watch è l'orologio smart di maggior successo sul mercato, e la Serie 5 non farà che rafforzare la sua posizione. Anche in questo caso, i nuovi modelli non differiscono tanto rispetto alle generezioni precedenti eppure Apple ne venderà milioni: "Se non è rotto, non aggiustarlo" funziona ancora abbastanza bene per Apple, quindi perché dovrebbe cambiare strada?

Apple iPhone 11 Pro Colors 091019
Il nuovo iPhone non avrà problemi in termini di vendite. / © Apple

Perdente della settimana: l'industria automobilistica

Nel frattempo, l'IAA ha dimostrato che questa massima non funziona più nell'industria automobilistica. Il mio collega Pierre si trovava a Francoforte questa settimana ed è rimasto quasi sconvolto per il numero ridotto di espositori, la ridotta presenza della stampa e gli stand più piccoli.

Sebbene i produttori si impegnino nel rendere i veicoli elettrici e sostenibili, a esclusione di alcune auto elettriche che già conoscevamo, non vi sono state grosse sorprese. L'IAA ha dimostrato che le cose non possono andare avanti così per l'industria automobilistica nel suo complesso.

Articoli consigliati

Nessun commento

Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica
Commenta la notizia:
Tutte le modifiche verranno salvate. Nessuna bozza verrà salvata durante la modifica